Lettere dal carcere, di Enzo Tortora (Mondadori, 1993 – allegato a “Epoca”)

ROMA PORTA PORTESE Domenica 25 Marzo 2018. Enzo Tortora (1928-1988) è stato conduttore televisivo, uomo di spettacolo e giornalista. Il suo nome è ricordato purtroppo anche per un caso di mala giustizia di cui fu incolpevole vittima. Accusato di gravi reati da malavitosi criminali, risultò del tutto innocente: morì di cancro dopo un solo anno dalla sua definitiva assoluzione. Ebbene, su una bancarella di Via Bargoni, è stato avvistato un opuscolo, in formato 8° piccolo di 63 pagine, che venne allegato al settimanale Epoca del 17 Giugno 1993 dal titolo Lettere dal carcere: Il pamphlet è a cura di Silvia Tortora, figlia di Enzo e contiene alcune lettere inedite, scritte dal padre durante la detenzione, con interventi di autorevoli firme, come quelle di Enzo Biagi, Maurizio Costanzo, Indro Montanelli e Sergio Zavoli. Il libricino, in condizioni perfette, costa appena 1€. (E. P.)