Anatomia di un beat, di Oretta Emmolo (Roma, Dets, 1971)

Rarissimo Beat book!

Il libro è di quelli che non si trovano. Poi ogni definizione, introvabile, irrintracciabile, scomparso, lascia il tempo che trova. Sto parlando di Anatomia di un Beat di Oretta Emmolo (Roma, Dets, 1971). Tre le copie presenti in biblioteche pubbliche, per la precisione alle Nazionali di Firenze, Roma e alla Comunale Tommaso da Suio di Castelforte, Latina.

Oretta Emmolo si segnalò negli anni ’60 come prolifica produttrice di romanzi erotici e horror erotici per gli editori romani Rotolito, Grandi Edizioni Internazionali, Fratelli Spada e Dets e per il milanese Gastaldi. Tra i titoli, peccaminosi e arditissimi, La perversa, Il bagno della favorita, L’eunuco biondo, La danza dell’efebo, Le voglie di Bianca Maria. Nel 1975 Oretta Emmolo fu anche la co-sceneggiatrice del film La peccatrice, di Pier Ludovico Pavoni.

L’autrice era anche nota con gli pseudonimi di Christoph Bönig, Valerie Greeves, Sheila Norman e Reg Sattle.

 

Altri libri rari, rarissimi e introvabili sull’argomento Beat e dintorni

Un raro libro di condanna degli Hippies e del mondo Beat

Il Beat italiano come fenomeno psicanalitico

Su Comprovendolibri c’è “Arcobaleno Beat” di Domenico Celada

“Beats”, un introvabile di Gabriele Fergola – anzi due! No, tre!

“Ecco il Piper!” primo atto del fenomeno Beat in Italia. Ma chi l’ha visto?

“I fiori chiari” – Storia del movimento Beat a Milano, di Silla Ferradini

Un pezzo di cultura Beat: “La festa del Parco Lambro”, di Franco Ortolani

“Il Paradiso delle Uri” di Andrea D’Anna: un pezzo da collezione!

In una bancarella “Ho vissuto un anno coi capelloni” di Eleonora Ichx

 

 

 

 

[Si ringrazia R. G. per la segnalazione]