Nuovi casi per il cacciatore di libri

A grande richiesta – esce il mio nuovo libro, otto (quasi nove) anni dopo il Manuale del cacciatore di libri introvabili, anche conosciuto (bontà vostra!) come Questo è Berni.

Nuovi casi per il cacciatore di libri, di Simone Berni (Edizioni SimOn, 2018)

Il libro “partorito” è Nuovi casi per il cacciatore di libri, il cui titolo per la verità non denota particolare fantasia. Però era importante attribuire una titolazione che indicasse in maniera diretta e senza sottintesi il “succo del discorso” e l’argomento trattato.

Scheda del libro:

Titolo: Nuovi casi per il cacciatore di librisolo per libromaniaci e bibliosognatori 2.0

Autore: Simone Berni

Editore: Edizioni SimOn, 2018 (edizione standard); acquistabile online presso il servizio stampa di Lulu

Codice ISBN: 9780244743161. Lingua: Italiano; Pagine: 562; formato gigante, largo 15, 2 e alto 22,9 cm.

Libro rilegato con copertina rigida e sovracopertina a colori; testo ed immagini interne in b/n.

Nota sul contenuto:

Si tratta di un ponderoso volume con font grande per una lettura agevolata; la rilegatura e gli ampi margini laterali bianchi consentono una lettura agile e spensierata. Ad otto anni di distanza dal Manuale del cacciatore di libri introvabili ho continuato su quella falsariga coinvolgendo centinaia di altri libri e con loro centinaia di storie taciute, negate, nascoste; e nuovi autori, editori, librai, collezionisti, venditori ma anche gentaglia di ogni tipo come ladri, falsificatori, pirati, millantatori, folli e quant’altro lo zoo umano possa offrire sotto il versante libresco. Molti di loro seguono quotidianamente il presente blog e si ritroveranno in queste pagine maledette, coi loro nomi, coi loro misfatti, con le loro manie, senza pietà. Leggere questo libro è il modo migliore per sapere tutto di tutti, per conoscere altarini e cosa bolle nelle pentole di editori cult e cosa scorre nelle penne di autori celebri in procinto di partorire le loro creature. Ma non è tutto. Nuovi casi per il cacciatore di libri è il modo migliore per me di raccontare me stesso. E scusate l’immodestia se vi dico che non vi annoierete.

Il libro è grande, ponderoso, con molte pagine, il suo costo quindi non è un dettaglio. Preparatevi. Di questo mi dispiace. Ma non ho potuto fare di meglio. Scusate se vi ho deluso.

Dal sommario:

il lato bibliofilo di Isabella Santacroce; canzoni maledette; due centenari sulla ruota di Trieste: Boris Pahor e Gillo Dorfles; Umberto Eco? non esiste, ci dispiace!; un ponte di certezze Il caso Morandi); sul politicamente corretto non si scherza; l’epimostro di Nicolas Genka; quella vipera di Gino Annese; D’Annunzio pirata (ma non come pensate voi…); Telese: due cuori (e tutti e due neri); non mi sbagliare proprio la copertina!; la Germania è solo un’espressione geografica; le parolacce sono letteratura (lo dice James Kelman); libri taglienti e libri senza luce: la notte dei nove libri lucifughi; Mughini, Diliberto e Umberto Eco; maledizione del bibliofilo; il manuale del falsario e i “libri cult”; la bambina che salvava i libri; cercasi disperatamente Frida; Mussolini, cadaveri e miniere; un molisano in America; Amarcord bibliofilo: quando nessuno voleva firmare un giallo (Arrigo Petacco sconosciuto); Seven paintings e la nascita delle aste moderne; le librerie di una volta; qualche sfumatura (di grigio); Lulu: ricordi ed amnesie; L’incontinente giallo: un alieno di nome Angelo Paratico; Amleto Vespa, odissea di un libro; il cacciatore scatenato in Cina; nel paese degli antilibri di Francesco Pirella; Edizioni SimOn, questione di afolibrismi; gli introvabili gialli di Gustavo Cani; New trash! Sposerò Simon Le Bon atto II; matrimoni impossibili; libri su Donald Trump usciti in italia; editori, librai ed altre cose inutili; copie autografate, sì o no?; libri nel destino; tre forche caudine per Enzo Tortora; specchietti per le allodole; Barbès di saggezza; Viridiana in Prato; Aia madama, mi ha punto!; fatalibrismi; quell’artista di performance che è Aulino; John Dunning avrei voluto essere io; il ritorno a casa di Colonia Cecilia; morsi di vampiri dal passato; e i libri di Gianluca Casseri? Cose da preti (friulani); Gabriele Paolini, un profeta dei nostri tempi; nessun abBaglio; via Cesare Battisti; e poi da grande farò il Tenente Colombo; poesia poesia (sembra che non ci sia…): Giovanni Farina, il sequestratore; Federico Almansi, l’angelo; Gandolfo Iraggi, il professore; Adriano Guerrini, il polemista; Nicola Amabile, lo schivo; Patrizia Vicinelli, l’inafferrabile; Gian Pio Torricelli, il “matto”; Nino Caradonna, il “mediocre”; incontri romani (e napoletani); fotografando roma (da Francesca Woodman a Giuseppe Casetti; le cene a casa Baronchelli; Michael Bracewell in italia; tanto rumore (bianco) per nulla, il caso Don DeLillo; Aelia Laelia: genesi di un microcosmo; Egidio Ferrero e Gino Armuzzi, due autori per quattro libri; Cappuccetto rotto all’ospedale (fascista); tra magma e libri ectoplasmatici spunta Alberto Brambilla; semplice, anzi Simple; satelliti Bompiani e il caso zero; qual è il Pasolini più prezioso?; l’ultimo saluto a Luciano Pavarotti; i segreti del cacciatore; l’edizione de Il nome della rosa più rara? Non è la prima; mai sentito parlare di anti-risorgimento?; la perla di grosseto: Il paese reale; cercare libri 2.0; si fa presto a dire “libro raro”; non svelare mai i tuoi (veri) desideri; riflessioni sulla mania di volere tutto e subito; quando si va per libri… non sai mai cosa può capitarti!; il prezzo deve essere giustificato; l’incubo del bibliofilo; Berni in fiera e i leoni da tastiera; sosta sul pianeta ebay; pirati (ma i Caraibi non centr’ano…); J-Ax e il suo libro d’esordio; Casa di foglie e quello che c’è dietro; un pacco misterioso dalla Francia contenente Houellebecq; ; Bob Marley e il libro senza data; ma quanti bei cadaveri, signor Céline!; la piccola avventura di Rosicchio; Victor Tsoi, una stella chiamata sole; dalla Russia con errore; non fa poi così freddo in Svezia; alcune cose su Marie Corelli; censura sovietica: Kazakevich, un caso esemplare; truppe d’assalto contro Putin; un Giorgio Piccardi d’annata; avventure a Karaganda; libri e storie draculocentriche; il mistero delle prime edizioni; Dracula giramondo: Turchia, Islanda e Svezia; piccoli vampiri immortali; figli di un dio minore: self publishing & vanity press; alcuni libri autoprodotti divenuti famosi; Andrea Camilleri: figli e figliastri.

Altri nomi citati nel libro: Massimo Gatta, Simone Pasquali, Alessandro Zontini, Enrico Pofi, Luigi Frugone, Giacomo Aloigi, Giuseppe Conte, Libreria Pontremoli, Libreria Piani, Pasquale Langella, Maria Marzocchi, Guido Andrea Pautasso, Michael Schumacher, Luca Pantarotto, Tullio Pironti e tanti altri.

Dove si può comprare il libro?

copertina gialla standard

Nuovi casi per il cacciatore di libri sarà disponibile al Salone della Cultura di Milano in tiratura limitata (30 copie) non replicabile – fino ad esaurimento – ad un costo promozionale di 32.00 € (contro i 44.00 € per l’acquisto online).

La tiratura standard è già disponibile qui per l’acquisto online a partire dal 28 dicembre 2018 e nelle settimane a seguire lo sarà su Amazon, eBay e le altre piattaforme librarie. Da quest’anno infatti i miei libri saranno stampati da uno stampatore esterno (in grado di fare anche direttamente la spedizione) ed è stato scelto allo scopo il servizio stampa di Lulu.

Se verrete di persona al Salone della Cultura di Milano il 19 e 20 gennaio 2019 potrete:

a) usufruire di una delle 30 (trenta) copie a costo promozionale (32 euro) dell’edizione standard Edizioni SimOn in b/n / fino ad esaurimento;

b) usufruire di una delle 10 (dieci) copie a colori in tiratura numerata dell’editore Biblohaus al costo di 75 euro / fino ad esaurimento;

c) usufruire di una delle 16 (sedici) copie a colori in tiratura Deluxe (ognuna con copertina diversa) dell’edizione Biblohaus / in custodia di plexiglas con gadget in carta origami al costo di 150 euro / fino ad esaurimento.

[Purtroppo né l’autore Simone Berni né l’editore Biblohaus posseggono giacenze di queste copie e pertanto si prega di non ordinarle presso di noi]