Seleziona una pagina

Segnalazione Flash

Quando anche la sovraccoperta è un atto di pura… metafisica!

Ebdòmero, di Giorgio De Chirico (Milano, All’insegna del pesce d’oro, 1957) / rara edizione privata

Dario Acquaviva di Bari segnala su Facebook quella che a suo dire è una sovraccoperta che non dovrebbe esistere – e comunque non conosciuta – del libro più noto del grande artista Giorgio De Chirico, ossia Hebdomeros.
Il celebre Giorgio De Chirico, padre della Metafisica, era anche scrittore. La sua opera più nota è Hebdomeros, romanzo surrealista pubblicato per la prima volta nel 1929 in lingua francese (Paris, Editions Du Carrefour).
La Biblioteca civica Attilio Hortis di Trieste – l’unica, a quanto pare – scrive nella scheda “1920” ma dovrebbe trattarsi di un errore.
La prima edizione italiana si ebbe nel 1942 per i tipi di Bompiani. Infine, nel 1957, uscì una rara edizione privata “presso l’autore” (così recitano il frontespizio e la copertina).
Qui si allude alla copia dell’edizione 1957, che appare dotata di una misteriosa sovraccoperta che, oltre a riprendere il disegno di De Chirico per l’edizione parigina, riporta il nome dell’editore Scheiwiller e della sua nota “all’insegna del pesce d’oro”.
Ignota credo a tutte le bibliografie, questa sovraccoperta è già citata in un articolo sul blog Cucina futurista del 2015, dal titolo: Cucina futurista e Giorgio De Chirico: una gita a Lecco (Mostra a Palazzo delle Paure di Lecco) di Guido Andrea Pautasso. [L’articolo si può leggere qui]. Altra piccola curiosità: all’ultima pagina c’è un refuso corretto a penna dall’autore.