La casa editrice Nutrimenti ha dato alle stampe ad aprile un libro (pagine 194 in ottavo, prezzo euro 16,00) del giornalista Vindice Lecis: Il nemico – Intrighi, sospetti e misteri nel Pci della guerra fredda“.

Dalla 4° di copertina:

“Negli anni del dopoguerra l’immagine di Togliatti fu offuscata da sospetti” (…) “Tra testimonianze e documenti, un’avvincente indagine porta alla luce una pagina oscura della storia interna del Pci.”

 

Nel libro si narra infatti di alcuni strani episodi: nel dicembre 1951 nell’abitazione del segretario del Partito comunista italiano, Palmiro Togliatti, vennero rinvenuti dei microfoni spia. Poco prima, nell’agosto del 1950, Togliatti rimase ferito in uno strano incidente stradale, la cui dinamica suscitò gravi sospetti, tanto da far pensare a un attentato. Si racconta anche di quando, sempre in quegli anni, il medico personale, il Prof. Mario Spallone, operò d’urgenza il Leader comunista allorché si temette che Togliatti fosse stato avvelenato e di tanti altri fatti strani e misteriosi, che offuscarono uno dei periodi più concitati della vita politica italiana.”

[Si ringrazia Enrico Pofi per la segnalazione]