“Visioni” e canzoni maledette

Verso il 20 Giugno del 2018 è stata venduta su eBay una copia dell’introvabile libro dal titolo: Kurt Cobain & Courtney Love: canzoni maledette, curato e tradotto dalla scrittrice romagnola Isabella Santacroce (Roma, Polo Books, 1998), con una introduzione di Maurizio Becker. Libro rarissimo e pressoché introvabile; l’ultima copia che risulta “avvistata” in rete risale al 2011 in un sito di baratto online (Zerorelativo).

Nella galleria fotografica che segue si può vedere in dettaglio la copertina del libro e leggere la nota della scrittrice Isabella Santacroce:

Libro di grande suggestione perché propone i testi delle cosiddette “canzoni maledette” di Kurt Cobain e Courtney Love (con testo a fronte) tradotte dalla conturbante Isabella Santacroce, che all’epoca (1998) era in forte ascesa di popolarità, avendo appena pubblicato il romanzo Luminal (Feltrinelli) dopo l’esordio, nel 1996, con Fluo. Storie di giovani a Riccione, (Roma, Castelvecchi, 1995).

Kurt & Courtney

Kurt Cobain (1967-1994), uno dei massimi cantanti di genere grunge, leader del gruppo rock Nirvana; emblema di una generazione, dopo una breve vita durante la quale la dipendenza dalle droghe lo condizionerà sempre di più, fino all’inevitabile, si suicidò il 5 Aprile 1994 sparandosi con un fucile. La sua figura appartiene al mito e ha influenzato, e influenza tutt’ora, cantanti, scrittori e poeti in tutto il mondo.

Sua moglie, Courtney Love (nata nel 1964), a sua volta musicista ed ex leader del gruppo rock Hole, che gli aveva dato una figlia, fu con lui fino agli ultimi giorni.

I due ebbero comunque una tempestosa relazione, con fasi alterne e l’uso massiccio di stupefacenti condizionò sempre il loro fragile e imperfetto rapporto. Secondo varie fonti, i loro litigi erano clamorosi e la polizia interveniva frequentemente per sedare gli animi. Kurt Cobain scrisse una buona parte dei testi delle sue canzoni influenzato dalle droghe e dalle fasi umorali che queste scatenavano in lui. L’appellativo di “canzoni maledette”, anche in considerazione del suo destino tragico e della sua prematura morte, appare più che giustificabile. Isabella Santacroce ne ha dato una traduzione appassionata e di rara efficacia. Il libro è diventato un piccolo oggetto di culto, sparendo letteralmente dalla circolazione negli anni. Un altro libro cult. Vedi anche: Come si riconosce un libro cult

La copia di biblioteca sparita!

Piccolo mistero. Secondo l’OPAC SBN una copia di Kurt Cobain & Courtney Love: canzoni maledette, sarebbe conservata alla Biblioteca Municipale Antonio Panizzi di Reggio Emilia, ma un controllo in loco (Agosto 2017) ha dato esito negativo.