In uscita in questo mese di Settembre 2019 le due ultime novità di Henry Beyle di Milano e Gingko Edizioni di Verona. Si tratta per la precisione:

La crusca allo stadio, di Achille Campanile (Milano, Henry Beyle, 2019) e di The Only Man Dressing for Dinner, di Giuseppe Salvago Raggi (Verona, Gingko Edizioni, 2019).

 

Achille Campanile (Roma, 1899 – Lariano, 1977), scrittore e fine umorista, riconoscibile per il suo stile asciutto e impeccabile, sempre volto alla perfezione linguistica. La crusca allo stadio è una provocazione, una sfida impossibile. Qualcosa che è nello spirito e nella testa di questo singolare autore. Lo scritto di Campanile era conosciuto ma risultava inedito in forma separata. Una parodia imperdibile per gli amanti del calcio (e non), dove i detti calcistici, le similitudini, le allusioni al colore delle maglie e al nome della città, sono lo spunto per digressioni arrovellate e fenomenali.

Giuseppe Salvago Raggi (Genova, 1866 – Molare, 1946) era un diplomatico genovese, di ascendenze nobili. Nel libro pubblicato dalla Gingko Edizioni viene svelato solo un capitolo delle memorie di questo autore, quello relativo al suo servizio in Cina, poco prima e dopo il famoso Assedio delle Legazioni del 1900. Scrive l’editore:

“Le pagine di Salvago Raggi sono piene di arguzia e hanno rilevanza storica, facendo luce su alcuni dettagli storici finora sconosciuti. Dopo che le linee del telegrafo furono tagliate, nel luglio 1900, una sorta di frenesia mediatica prese il controllo del mondo, e iniziarono a diffondersi notizie false, come la voce che tutte le persone rinchiuse nei quartieri delle Legazioni fossero state massacrate dai pugili. Il primo necrologio dell’omicidio di Giuseppe Salvago Raggi e della sua famiglia, apparve in Italia il 22 luglio 1900 sulla popolare rivista illustrata Illustrazione Italiana e nelle chiese italiane furono offerte preghiere per le loro anime. Grazie a lui conosciamo i dettagli della morte del ministro tedesco e alcuni fatti sgradevoli sul saccheggio del Palazzo Imperiale, iniziato dalle mogli dei diplomatici occidentali, nessuno escluso …”