Si alza finalmente il velo?

I fiori di Gutenberg, a cura di Pasquale Alferj e Giacomo Mazzone (Roma, Arcana, 1979).

Negli anni ‘70 del secolo scorso sul panorama dell’editoria italiana, sorsero le Edizioni del sole nero, una casa editrice pirata che come scrivono Pasquale Alferj e Giacomo Mazzone in I fiori di Gutenberg (Roma, Arcana Editrice, 1979) fu dedita al “libro “corsaro” (ma qualcuno lo definisce anche “non autorizzato”), ossia un libro inedito pubblicato da qualcuno che non possiede il diritto d’autore.

Edizioni del Sole Nero: editore in Amsterdam/Roma 1977-1982 (Edizioni SimOn, 2019)

Come scrive Carlo Ottone nel suo Edizioni del Sole Nero: editore in Amsterdam/Roma 1977-1982 (Edizioni SimOn, introduzione di Massimo Gatta; in uscita il 22 Marzo 2019):

“In questo caso l’editore pubblica [un libro] che anticipa sui tempi o addirittura sostituisce del tutto l’edizione ufficiale pubblicata dal legittimo possessore dei diritti. Ed è quello che fecero le ancora oggi misteriose edizioni del Sole Nero tra gli anni ‘70 e i primi anni ‘80. I libri risultavano stampati ad Amsterdam da Real Free Press (stampa veramente libera) – in Oude Nievwstraat (vecchia strada) numero 10 , come nell’antica tradizione degli stampatori clandestini che indicavano luoghi di stampa i più lontani dall’Italia, perché come scrive il “pirata” Marcello Baraghini (che ne sa qualcosa in merito) “…i corsari [ricorrevano] a improbabili tipografie londinesi o olandesi”.

A quanto mi consta le Edizioni del sole nero pubblicarono 12 libri in questo ordine:

  1. Il Morto, di Georges Bataille. (Senza luogo, Edizioni del sole nero, 1977). Inedito in Italia, tradotto da una raccolta pubblicata in Francia nella collana 10/18.
  2. Mollate tutto (facciamola finita col femminismo), di Annie Le Brun (Senza luogo, Edizioni del sole nero, estate 1978).
  3. Cento incisioni d’epoca per illustrare Sade. (Senza luogo, Edizioni del sole nero, 1979). Pubblicazione corsara dell’edizione nel Natale del 1977 della rivista Obliques . Per le Edizioni del sole nero un’edizione di lusso più che pirata.
  4. Un’avventura di Monsieur Dudron, di Giorgio De Chirico (Edizioni del sole nero, senza data). Edizione corsara di un libro edito in Francia, mai ristampato in Italia a causa delle altissime pretese avanzate dagli eredi del pittore.
  5. Raâga blanda (poesie dada), di Julius Evola (Amsterdam, Edizioni del sole nero, 1979)
  6. Gli arabi e noi. Grande enciclopedia dell’omosessualità. Primo volume di quattro, piratato dalla rivista francese Recherches (Senza luogo, Edizioni del sole nero, 1973), l’unico pubblicato.
  7. Cento immagini erotiche per sette romanzi libertini del settecento, di Borel (Senza luogo, Edizioni del sole nero, senza data).
  8. W.C. di Georges Bataille (Senza luogo, Edizioni del sole nero, senza data). Prima edizione Italiana, ma in realtà è un falso editoriale.
  9. Per farla finita con il giudizio di dio, di Antonin Artaud (Senza luogo, Edizioni del sole nero, 1983?). Con allegata cassetta della trasmissione radiofonica registrata il 28 febbraio 1947.
  10. Mea culpa, di Louis Ferdinand Celine (Senza luogo, Edizioni del sole nero, 1981). Tirato in mille esemplari numerati il 2 ottobre 1981 ,come indicato nel colophon.
  11. Immaginario di martirio. Quarantasette incisioni di Antonio Tempesta, precedute da un discorso del Marchese De Sade (Senza luogo, Edizioni del sole nero, senza data).
  12. Dieci processi con dieci disegni dell’autore, di Alberto Savinio (Senza luogo, Edizioni del sole nero, senza data). Prefazione di Maurizio Fagiolo dell’Arco.

Libri sull’argomento:

I fiori di Gutenberg a cura di Pasquale Alferj e Giacomo Mazzone. L’Arcana Editrice, Roma. 1979. Il primo testo che si occupa dell’editoria pirata e dei falsi editoriali, cui si rimanda; mi risulta che il libro sia di difficile reperibilità.

Underground: ascesa e declino di un’altra editoria, di Francesco Ciaponi (Genova, Costa e Nolan, 2007).

Duccio Dogheria. Pirati e falsi editoriali nell’italia degli anni ’70. Strade Bianche-Stampa Alternativa. Pitigliano 2018. Dopo I Fiori di Gutenberg e, con Edizioni del sole nero di Carlo Ottone, l’unico libro recente ad occuparsi dell’argomento.