Di nuovo evaso il bandito Rédoine Faïd

il francese, autore di una autobiografia “scomparsa”

Copyright Le Parisien © 2018

Ne hanno parlato le televisioni di tutto il mondo. La sua fuga in elicottero del 1° Luglio 2018 dal carcere di massima sicurezza è già leggenda.

Sì, la storia è proprio da film. Anzi, degna dei più grandi thriller!

Rédoine Faïd, ossia l’esempio fatto persona di questo nuovo banditismo sviluppatosi in Francia e nel resto d’Europa nato nelle grandi città, nelle metropoli. La sua è un po’ la storia del bel ragazzo, il fuorilegge dalla faccia d’angelo – in Italia abbiamo avuto Renato Vallanzasca e ancor di più Giuseppe Valerio Fioravanti detto Giusva – icone che colpiscono l’opinione pubblica e in particolar modo il gentil sesso.

Chi è Rédoine Faïd

Rédoine Faïd (nato in Piccardia nel 1972) è un criminale di origine algerina e nazionalità francese, autore di rapine e specializzato nell’attacco di furgoni blindati.

Autore di numerose evasioni, l’ultima, la più spettacolare avvenuta il 1° Luglio 2018, quando – con l’uso di droni e di un elicottero – è fuggito in volo dal centro penitenziario di Réau in Seine-et-Marne, a sud di Parigi, con la complicità di tre uomini mascherati ed armati di fucili d’assalto Kalashnikov che si sono introdotti nel parlatoio mentre il galeotto era a colloquio col fratello.

La sua attività come scrittore

Ha pubblicato nel 2010 un libro sulla sua esperienza di rapinatore pentito. Il libro è Braqueur: des cités au grand banditisme, di Rédoine Faïd e Jérôme Pierrat (Paris, La Manufacture de livres, 2010), che presenta al Grand Journal di Canal + , affermando a più riprese di “aver chiuso con il banditismo e la vita criminale”. Nella galleria fotografica che segue è possibile vedere la prima edizione del 2010 (fronte e retro) e la seconda edizione del 2016:

Jérôme Pierrat è un giornalista e scrittore francese (nato nel 1971) esperto di criminologia. È stato lui a raccogliere i ricordi, le storie e le confessioni del bandito “per nulla gentiluomo”, visto che nel 2010 – nel corso di un assalto a un furgone da lui organizzato – era morta una poliziotta.

Trovabilità del libro

In rapido calo la residua disponibilità di copie della prima edizione di La Manufacture de livres del 2010, che adesso si vendono su Internet sopra i 30 €. Sembra che della prima edizione siano state vendute oltre 5000 copie. Nessun problema di disponibilità – al momento – per la seconda edizione del libro di Mazarine, 2016. In Italia al momento non si segnalano editori interessati a far uscire il libro di Rédoine Faïd, anche se imprevisti e imprevedibili sviluppi di cronaca (a Luglio 2018 proseguono senza soste le ricerche della polizia) potrebbero cambiare lo scenario.

[Si ringrazia S. Z. per la prima segnalazione]