"Ogni libro par che dorma, eppur sua è ogni orma"
si segnala che...  /  
06 Settembre 2019

“Garibaldi a Tunisi” di Bettino Craxi, quasi un cimelio garibaldino

Garibaldi a Tunisi, di Bettino Craxi (Tunis, Med ed., 1995)

B. G. mi segnala il raro libricino Garibaldi a Tunisi, di Bettino Craxi (Tunis, Med ed., 1995); il libro è autografato dall’autore. il libro risulta ristampato dalla Fondazione Craxi di Roma nel 2019. Si tratta poco più di un opuscolo, con sole 33 pagine, con testo italiano e francese a fronte. Il libro tratta della visita a Tunisi di Giuseppe Garibaldi nel 1834-1835 e del suo impegno per l’indipendenza della Tunisia. Garibaldi soggiornò a Tunisi presso la casa del giovane genovese Gaetano Frediani, che era a Tunisi per affermare i principi della Giovine Italia di Giuseppe Mazzini e propagandare la carboneria. Garibaldi non era ancora famoso, era anzi ricercato e le autorità di Marsiglia avevano inserito il suo nome in una lista dei criminali di peggior specie. All’epoca c’erano quasi tremila italiani a Tunisi e forte era il fermento rivoluzionario. Garibaldi comunque si trattenne solo pochi mesi, per far ritorno – quando era ormai generale – nel 1849. Mantenne sempre rapporti di fraterna amicizia con il Frediani. Disse alla fine l’eroe dei due mondi:

“E’ inconcepibile che non si possa immaginare che possano convivere liberamente insieme arabi, italiani e francesi in una Tunisia indipendente”.

Garibaldi a Tunisi delle edizioni Med del 1995 è abbastanza raro; tra l’altro sembra posseduto da due sole biblioteche in Italia, ed esattamente dalla Biblioteca del Museo civico del Risorgimento di Bologna e dalla Biblioteca della Fondazione Craxi a Roma. E poi c’è Garibaldi e l’indipendenza della Tunisia (Tunis-Chartage, 2000), anch’esso raro e posseduto da due sole biblioteche..

Ricordiamo che Bettino Craxi (1934-2000), socialista, uno dei politici più rilevanti della Repubblica, fu uno dei massimi esperti di Giuseppe Garibaldi ed era anche un appassionato collezionista di cimeli garibaldini, passione che condivideva con il Senatore Giovanni Spadolini.

Nella galleria che segue si può vedere in dettaglio la copia frutto della presente segnalazione:

 

Alcuni libri rari di Bettino Craxi:

Fax dall’esilio, di Bettino Craxi (Roma, L’Avanti!, 2001) una copia in vendita su eBay

Un passo avanti, di Bettino Craxi (Milano, Sugarco, 1981) una copia in vendita su eBay

 

 

 

Tag

Aste

sempre aggiornate

Tolkien

Harry Potter

stephen king

Dracula

R. R. Martin

Futurismo

BIBLIOFILIA

Occasioni

In Scadenza

Altri articoli sul Blog

“Mobili tipici moderni” uno straordinario catalogo di design degli anni ’30 in asta

Importante monografia sul lavoro di molti dei principali architetti e designer dell’epoca, tra cui Gio Ponti, Alvar Aalto, Walter Gropius, Josef Frank, Le Corbusier e Mies van der Rohe. In asta su Catawiki.

Stile e design italiano al potere: Bruno Munari e “Vetrine negozi italiani” (L’ufficio moderno, 1961)

Grafica e design degli allestimenti di vetrine e negozi negli anni ’60 a cura di Bruno Munari ed Emilio Bertonati, edito da L’ufficio moderno di Milano. Raro, ricercato e generalmente ben quotato. In asta su Catawiki.

Terminata l’asta su eBay. Il “telata blu” di Tolkien aggiudicato per € 1.384. Da 20 anni non si vedeva una trilogia completa sul mercato!

Giovedì 20 Giugno 2019 – h. 16:07 – Si è conclusa l’asta per il “Telata blu” di Tolkien. L’anonimo acquirente se l’è aggiudicato alla cifra di € 1.384 dopo ben 46 offerte.

Interviste 2009-2011 Simone Berni

In the last years he has written on the matter of banned and disappeared books in Italy and worldwide. Reviewed and/or quoted by Umberto Eco (“La bustina di Minerva” on L’Espresso), Giampiero Mughini (Libero), Enrico Mannucci (Corriere della Sera), Maurizio Zuccari...

“Il campo dei Santi” di Jean Raspail sta andando a ruba in queste ore…

Dopo la scomparsa del suo autore, “Il campo dei Santi” di Jean Raspail (Padova, Edizioni Libreria AR Il Cavallo Alato, 1998) sta prendendo il volo. Un romanzo visionario che ha previsto in largo anticipo l’emergenza immigrazione di questi anni.