"non esiste l'ultimo libro, ma solo il più recente"

 

Qual è il Pasolini più prezioso?

Molti collezionisti e venditori di libri del ‘900 si accapigliano da sempre su quale possa essere il libro più raro e costoso di (o su) Pier Paolo Pasolini. Insomma, qual è l’edizione più rara, più ricercata e più preziosa del grande (o sul grande) scrittore e regista bolognese? C’è chi dice trattasi di Poesie a Casarsa (Bologna, Libreria Antiquaria Mario Landi, 1942), un’edizione di 300 copie numerate + 75 copie fuori commercio. Ma ecco quelli che ribattono che il successivo Poesie (San Vito al Tagliamento, Primon, 1945) sia ancora più raro. Per tacere di Paolo Weiss (Roma, Piccola galleria, 1946), un opuscolo di sole 17 pagine, quasi mai osservato in vendita. Nella galleria fotografica che segue, due tra i pezzi più rari:

E poi un occhio anche ai libri su di lui, su Pier Paolo Pasolini. Già a partire dalla sua morte, quel 2 novembre 1975 in quel di Ostia. Chissà, forse è il caso di citare Appunti sull’opera cinematografica di Pier Paolo Pasolini, a cura di Gian Luca Tiso e Gianni Minello (Roma, Unione Circoli Cinematografici dell’Arci). Senza data, ma stampato in fretta e furia probabilmente a cavallo fra novembre e dicembre 1975.

Ma prima ancora di quella data, quando Pasolini era in vita, erano usciti già degli studi su di lui. Citando, in ordine sparso: Pier Paolo Pasolini, di Maurizio Ponzi (Roma, Visigalli-Pasetti arti grafiche, 1968); Pier Paolo Pasolini, di Tommaso Anzoino (Firenze, La Nuova Italia, 1971); Pier Paolo Pasolini, di Sergio Arecco (Roma, Partisan, 1972). Ma ne potremmo citare tanti altri.

 

Ed ecco il Pasolini più misterioso…

Gli amori di Pasolini (Cinisello Balsamo, Rotograf, 1975).

Ecco però che su eBay ne compare uno non molto conosciuto, neppure fra gli addetti ai lavori, per così dire. Si tratta di Gli amori di Pasolini – sulla tragica fine dello scrittore (Cinisello Balsamo, Rotograf, 1975). Un libro di 94 pagine, supplemento a Storie Svedesi n. 49. Il periodico era una nota rivista pornografica dell’epoca.

Già da questo particolare, pertanto, ci si può immaginare la trattazione in stile scandalistico della pubblicazione. Il libro, oltre a numerose illustrazioni in bianco e nero, ripercorre la vita professionale di Pasolini, fino agli ultimi giorni. Dal titolo stesso non possono esserci dubbi circa la sua uscita postuma; sorprende quindi che il catalogo Opac Sbn del sistema bibliotecario assegni la data dubitativa del 1974.

Ad ogni modo, Gli amori di Pasolini sembra posseduto solo dalla Nazionale Braidense di Milano e dalla Biblioteca del Museo del Cinema di Torino.

Una copia su eBay è valutata 700 € dal venditore nel febbraio del 2018.

 

 

 

Disponibilità del libro (sempre aggiornato)

 

 

Tag

Aste

sempre aggiornate

Tolkien

Harry Potter

stephen king

Dracula

R. R. Martin

Futurismo

BIBLIOFILIA

Occasioni

In Scadenza

Altri articoli sul Blog

“Sputiamo su Hegel” di Carla Lonzi al mercatino

MILANO FIERA DI SINIGAGLIA Sabato 7 Luglio 2018 Avvistate due copie di “Sputiamo su Hegel”, di Carla Lonzi, (Milano, Scritti di Rivolta femminile, 1970).

“Il mostro bambino” di Alex Barton (ESAP, 1970): uno sconosciuto racconto horror/fantastico

Per i collezionisti del genere fantastico ed horror, appare all’orizzonte un vero e proprio oggetto volante non identificato: “Il mostro bambino”, di Alex Barton (Roma, E. S. A. P., 1970). Il libro non è presente nel Sistema Bibliotecario Nazionale.

“Smash! L’epoca d’oro dei fumetti” al mercatino dell’usato

ROMA MERCATINO DELLA GARBATELLA 20 Aprile 2018 Avvistata una copia di “Smash! L’epoca d’oro dei fumetti”, di B. Palmiro Boschesi (Mondadori, 1975). L’esemplare che si segnala risulta in condizioni assolutamente perfette.

Alla ricerca del mitico “tridente d’acciaio” di Gengis Khan nell’ultimo romanzo di Angelo Paratico

Esce “Una feroce compassione”, di Angelo Paratico (Gingko, 2020), un romanzo che si basa sulla scomparsa di una preziosa reliquia del condottiero mongolo Gengis Khan – ossia il Khara Sulde, un tridente d’acciaio che conferirebbe un ascendente straordinario al suo possessore.