Segnalazione Flash

Pasqua con chi vuoi!

Oggi Domenica 21 Aprile 2019, per diletto e per sollazzo, vediamo qualche libro in vendita su eBay sul tema Pasqua. Anzi, ne vediamo uno solo, particolarmente interessante.

Pasque di sangue, di Ariel Toaff (Milano, Il Mulino, 2007)

Pasque di sangue, di Ariel Toaff (Milano, Il Mulino, 2007). Prima edizione non censurata. Vedi il libro in vendita qui.

Su Pasque di Sangue di Ariel Toaff è stato scritto molto in un periodo abbastanza breve. Vediamo un po’ che è successo.
Ariel Toaff (nato nel 1942) è il figlio dell’ex rabbino capo di RomaElio Toaff. Ariel è uno studioso di tradizioni ebraiche, uno storico affermato, ma propugnatore di teorie avanguardiste, arrise a una parte non indifferente degli storici di ebraismo.
L’opera fu ritirata dall’autore presso l’editore Il Mulino nel febbraio 2007, dopo pochi giorni dall’uscita. Sono solo tremila le copie vendute prima del ritiro, con conseguente macero delle restanti. Ariel Toaff si è visto costretto all’atto dopo le incredibili rimostranze degli stessi ebrei, che lo accusavano di fomentare l’antisemitismo.
Nel “primo” Pasque di sangue, infatti, Toaff affermava che nei secoli passati gli ebrei ashkenaziti, in talune circostanze, avevano compiuto sacrifici umani nella ricorrenza dei riti pasquali, vittime alcuni bambini.
L’unica voce fuori dal coro è stata quella dello storico fiorentino Franco Cardini, che ha dato alle stampe Il caso Ariel Toaff, un libricino da ascrivere al ruolo dei nuovi introvabili.

Ma come può il cacciatore di libri rapportarsi a un libro come Pasque di sangue?
Semplice, tenendo bene a mente che questo libro è qualcosa di più di un mero esempio di introvabile “a tempo”. Anche a distanza di anni, infatti, ha conservato un innegabile valore storico, un significato condiviso e soprattutto il fascino di un caso che, suo malgrado, ha fatto epoca.
Quando nel 2007 un articolo su La Stampa di Torino presentò l’imminente uscita del libro di Toaff, apparve evidente che un libro sui sacrifici umani compiuti da ebrei, scritto da un ebreo, era destinato ad alzare un prevedibile polverone.

Un mio collega di cacce libresche mi raccontò che – annusato il possibile prossimo raro – ne ordinò una dozzina di copie, certo di mettersi in tasca un piccolo investimento. Delle dodici copie ordinate, gliene arrivarono solo sette, ma il libro, “stoppato” dallo stesso autore, scomparve quasi subito dalle librerie. Delle tremila copie stampate sono poche quelle che si sono salvate dal macero. Così riuscì a venderne alcune su Ebay, fino a 300 euro l’una.

Pasque di sangue è stato poi ristampato, epurato dei riferimenti più crudi, anche se l’autore non ha assolutamente abiurato le sue teorie. Anzi, ha presentato nuovi documenti in supporto di esse.