"Se un libro scompare, magari vuole solo essere lasciato in pace"

MetaMaus: uno sguardo a un classico dei nostri tempi, di Art Spiegelman (Torino, Einaudi, 2016)

ROMA LIBRERIA FAHRENHEIT 451 – Campo de’ Fiori – Giovedì 23 Gennaio 2020. Avvistata una prima edizione, Ottobre 2016, Einaudi Stile Libero, di MetaMaus: uno sguardo a un classico dei nostri tempi, speciale edizione del romanzo a fumetti dell’americano Art Spiegelman (classe 1948), nato da due ebrei polacchi sopravvissuti ad Auschwitz, ambientato durante la seconda guerra mondiale e incentrato sull’olocausto. Con quest’opera l’autore vinse il Premio Pulitzer e per essa Umberto Eco scrisse:

Maus è una storia splendida, prende e non ti lascia più”.

Ebbene, MetaMaus è un saggio dedicato al processo creativo di questo capolavoro, attraverso interviste a Spigelman, sua moglie, i suoi figli, disegni, fotografie e molto altro. Si evidenzia che questa edizione italiana porta in allegato un DVD che contiene una copia digitalizzata di Maus, documenti vari e un ricco materiale d’archivio. Costa 35 € (E. P.)

Tag

Aste

sempre aggiornate

Tolkien

Harry Potter

stephen king

Dracula

R. R. Martin

Futurismo

BIBLIOFILIA

Occasioni

In Scadenza

Altri articoli sul Blog

“La chiave, la luce e l’ubriaco” di Giorgio Parisi (2006): dopo l’annuncio del Nobel per la Fisica a ruba l’unico libro in italiano

“La chiave, la luce e l’ubriaco” di Giorgio Parisi (2006): dopo l’annuncio del Nobel per la Fisica a ruba l’unico libro in italiano.

“Nuovi casi per il cacciatore di libri” di Simone Berni: volete sapere di cosa parla?

Uscito ormai da qualche settimana “Nuovi casi per il cacciatore di libri”, di Simone Berni (Biblohaus & ES). Il libro sta ottenendo positivi riscontri, tuttavia molti si chiedono di cosa parli, quali argomenti tratti e quali autori e libri citi. Ebbene, potete leggerne qualche stralcio, se volete, su Google libri. Segue link.

Pochi lo conoscono: il primo vero ‘giallo’ di Maurizio De Giovanni: “Le lacrime del pagliaccio” (Graus, 2006)

“Ti dicono che il protagonista del romanzo che stai per leggere – un commissario di pubblica sicurezza nella Napoli fascista – ha facoltà paranormali, ed è naturale che qualche dubbio ti venga. Voglio dire, non è leale che un poliziotto si metta a cercare indizi con la bacchetta da rabdomante e si faccia spifferare il nome del colpevole dalla tavoletta Ouija! Poi però ti metti a leggere e i dubbi piano piano svaniscono.”

ANDREA CAMILLERI – IL CORSO DELLE COSE (1978) prima rarissima edizione, con fascetta editoriale

Camilleri pubblica Il corso delle cose (Poggibonsi, Lalli, 1978), per un editore a pagamento della provincia di Siena. Oggi questo libro – primo autentico sforzo narrativo vero e proprio – è conosciuto dagli addetti ai lavori e assai conteso ogni qual volta compare in vendita sui vari siti.