"Avete fatto caso che gli unici roghi della storia riguardano libri e streghe?"

 

The italian job: tra Italia e Inghilterra, viaggio al cuore di due grandi culture calcistiche, di Gianluca Vialli; Gabriele Marcotti (Milano, Mondadori, 2006).

 

Straordinario spaccato sul calcio professionistico, scritto da un giocatore ed allenatore che unisce il paese dove il calcio è stato inventato e quello dove è divenuto fenomeno popolare per eccellenza. Gianluca Vialli è scomparso il 6 Gennaio 2023.

 

Dalla scheda editoriale:

Se esiste una passione che italiani e inglesi condividono con la stessa folle intensità è quella per il calcio. Su di esso si incentra una parte importante della nostra cultura popolare e ogni settimana milioni di persone in entrambi i paesi lo seguono in televisione, ne leggono sui giornali e ne parlano fino a sfinirsi. Ma in che modo i caratteri nazionali di Italia e Inghilterra si riflettono nell’organizzazione del campionato, nello stile di gioco e persino nello spirito sportivo che notoriamente distinguono queste due storiche tradizioni calcistiche? Tutti gli stereotipi, fondati o infondati che siano, che sempre ricorrono su italiani e inglesi, restano in qualche modo ancora validi quando si tratta di prendere a calci una palla? Gianluca Vialli, la cui grandezza calcistica si è espressa proprio a cavallo tra Italia e Inghilterra, è certamente una delle persone più adatte a rispondere a questo interrogativo. Dopo aver giocato e vinto molto con Sampdoria, Juventus e Chelsea (che per una stagione ha persino allenato) si domanda oggi che cosa sia diventato il gioco a cui ha dedicato la vita. Attraverso il parallelo tra il sistema “podistico” d’oltremanica e quello del nostro paese arriva a svelarci punto per punto il funzionamento di ognuno degli ingranaggi che compongono questa gigantesca macchina capace di produrre soldi e celebrità in modo sempre più impressionante. E lo fa ricostruendo dalle origini e seguendo passo passo la storia professionale di tutti gli attori principali di questo mondo: dal calciatore all’allenatore, dal procuratore all’arbitro, fino a indagare le figure del dirigente e del presidente, il loro ruolo e il loro peso nel quadro di un gioco in cui un complesso equilibrio di poteri poco visibili conta tanto quanto la qualità atletica espressa sul campo. “The italian job” non racconta partite memorabili di una presunta età dell’oro calcistica e non rimpiange campioni mirabili di un tempo lontano che non c’è più. È un libro che punta dritto al cuore del sistema calcio quale oggi è veramente, facendoci finalmente capire come siano potuti accadere, tra scandali e vittorie, i fatti che hanno animato quest’ultima folle estate italiana. È il libro che tutti quelli che amano di autentica passione e seguono con intelligenza e curiosità il gioco più bello del mondo, stavano aspettando.

 

 

Disponibilità del libro (sempre aggiornato)

 

 

Su AMAZON

 

 

Altri libri di/su Gianluca Vialli (sempre aggiornato)

 

 

Questo sito web partecipa al Programma di affiliazione eBay e potrebbe percepire benefit fornendo collegamenti ai prodotti sui siti regionali di eBay.

Tag

Aste

sempre aggiornate

Tolkien

Harry Potter

stephen king

Dracula

R. R. Martin

Futurismo

BIBLIOFILIA

Occasioni

In Scadenza

Altri articoli sul Blog

Gilbert Meldrum o della serendipità: quando l’autore cult proprio non te lo aspetti

In cerca di libri insoliti su Internet, una ‘scoperta’ tira l’altra. Si va di libro in libro, di autore in autore, fino a che viene alla luce un piccolo universo nascosto, fonte e nutrimento del bibliofilo o (come in questo caso) del ‘curioso di libri’. Articolo di Alessandro Brunetti

Una discreta copia de “Il Dottor Zivago” di Boris Pasternak (prima edizione 1957) in asta a un prezzo interessante

Questo libro fu un clamoroso caso editoriale dell’epoca. Prima edizione italiana e prima edizione mondiale. Fu infatti stampato da Feltrinelli il 15 novembre 1957, battendo la concorrenza di prestigiosi editori stranieri. Il successo fu strepitoso: solo in un anno ci saranno 31 edizioni. Una copia con qualche difetto a un prezzo però molto vantaggioso in asta su Catawiki.

In asta uno dei libri-denuncia più significativi del ‘900 italiano: “Morire di classe” di Cerati e Berengo Gardin (1969) sui manicomi

Prima edizione di uno dei libri fotografici più importanti in ambito sociale del ‘900 italiano, che è un’aspra denuncia della disumanità della situazione manicomiale dell’Italia del tempo prima della riforma Basaglia. Libro molto ricercato e valutato.

“I travestiti” alla Fiera di Sinigaglia si nascondono dietro una sovraccoperta!

MILANO FIERA DI SINIGAGLIA UN SABATO, POCO TEMPO FA Un libro fotografico con circa 150 scatti in bianco e nero su un fenomeno che – all’inizio degli anni ’70 – non mancava di fare scalpore: l’identità di genere. Il volume in origine era provvisto di una sovraccoperta di carta (oggi rarissima) per nascondere alla vista una copertina che per i tempi era ritenuta particolarmente scandalosa.

Un libro rarissimo di Margherita Sarfatti: “La fiaccola accesa” (1919)

Straordinaria opera, con bellissima copertina con legatura editoriale in tutta pelle, n. 187 di una serie prestigiosa, Raccolta di breviari intellettuali. Molto rara e con sovraccoperta a protezione riciclata da rivista dell’epoca dall’editore.