"Se un libro scompare, magari vuole solo essere lasciato in pace"

 

Deconstructing Osama, di Joan Fontcuberta (Barcelona, ActarD Inc, 2007) [testo in Arabo e Francese]

L’esemplare in asta su Catawiki [FIRMATO DALL’AUTORE]- l’asta chiude alle h. 20:34 circa del 17 dicembre 2020.

Nel novembre 2006 i fotogiornalisti di Al-Zur (l’agenzia di stampa con sede in Qatar), Mohammed ben Kalish Ezab e Omar ben Salaad, hanno realizzato uno degli scoop più sorprendenti negli annali del giornalismo investigativo. 

Ben Kalish e Ben Salaad hanno seguito le tracce del dottor Fasqiyta-Ul Junat, un leader dell’ala militare di Al Qaeda. Inizia così l’ultimo progetto di fiction di Joan Fontcuberta. Una visione complessa e ironica di come il mondo occidentale vede il mondo arabo. Fotografia e inganno si incontrano in questa pubblicazione, che non può lasciare indifferenti.

 

In cosa consiste il capolavoro di Fontcuberta?

Questa è un’opera parodistica, nella quale l’autore si finge e si traveste da terrorista islamico, con tanto di barba finta e abbigliamento tipico arabo. In un secondo momento, manipolando foto e video dal canale Al Yazira, l’artista inserisce se stesso negli scatti, sovrapponendo il suo volto al corpo di Osama Bin Laden.

Come afferma l’artista: “Gioco con l’idea che tutti questi terroristi fossero in realtà attori assunti dai servizi di intelligence per rappresentare i cattivi. Questa è un’idea che ha attraversato la testa di molte persone. Sembra semplicemente impossibile che in quel mondo, in una grotta in qualche posto in Afghanistan, questi video domestici, con un’estetica così domestica, siano tutti reali. Diventa incredibile che alcune persone che avevano la capacità tecnologica per organizzare l’11 settembre, la raffinatezza e il denaro, non siano in grado di filmare un video come Dio ordina “.

“Il miglior libro di Fontcuberta” (Martin Parr)

 

 

Chi è l’autore

Joan Fontcuberta (nato a Barcellona nel 1955) è un fotografo e saggista spagnolo. È considerato un maestro nel manipolare la fotografia, attraverso la quale riesce a dare una percezione distorta eppure plausibile della realtà, allo scopo di instillare il dubbio sulla veridicità della rappresentazione e della comunicazione. Coltiva il sospetto che il confine fra realtà e illusione sia spesso così sottile da non poter essere percepito.

 

Disponibilità di ulteriori copie (sempre aggiornato)

 

 

 

.

Tag

Aste

sempre aggiornate

Tolkien

Harry Potter

stephen king

Dracula

R. R. Martin

Futurismo

BIBLIOFILIA

Occasioni

In Scadenza

Altri articoli sul Blog

Quando presi “Testamento” di Antonio Pizzuto a Porta Portese

ROMA PORTA PORTESE Domenica 7 Giugno 2020 “Testamento”, di Antonio Pizzuto (Il Saggiatore, 1969): il romanzo amato da Mughini che rompe con la tradizione, e inventa un dialogo tutto nuovo e senza stereotipi.

Alla scoperta di un editore (in)dimenticato: Aelia Laelia

Un’intervista alla scrittore Igor Patruno è anche il pretesto per ricordare Aelia Laelia, casa editrice di Reggio Emilia, attiva a metà degli anni 80, di grande importanza per il bibliofilo.

“La caccia al fagiano” di Luigi Bartolini (Vallecchi, 1954): in asta uno dei 200 esemplari firmati

Raro e ricercato esemplare del contingente di 200 copie numerate e firmate dall’autore e artista Luigi Bartolini che ha realizzato le 7 acquaforti con le quali il volume è splendidamente illustrato.

“La chiave, la luce e l’ubriaco” di Giorgio Parisi (2006): il libro scomparso in prima edizione dopo l’annuncio del Nobel per la Fisica

“La chiave, la luce e l’ubriaco” di Giorgio Parisi (2006): dopo l’annuncio del Nobel per la Fisica a ruba l’unico libro in italiano.

Esce nelle librerie l’edizione illustrata de “Il nome della rosa”

Il nome della rosa edizione illustrata. Esce per La nave di Teseo un’edizione unica per festeggiare quarant’anni di un sempreverde della letteratura.