"Se un libro scompare, magari vuole solo essere lasciato in pace"

 

Un profeta dei nostri tempi

Tutti conoscono Gabriele Paolini, negli anni ‘90 e ‘00 disturbatore televisivo per eccellenza. Lo si vedeva praticamente dietro tutti gli inviati della RAI, con aria impeccabile e composta all’inizio, capelli ondulati e occhiali, look inconfondibile. Faceva capolino dietro giornalisti e giornaliste a volte ignari, a volte consapevoli e visibilmente seccati. Si ricorda una clamorosa reazione del giornalista ed inviato Paolo Frajese, il quale, evidentemente esasperato, prese a calci nel sedere il disturbatore. Consegnandolo al mito.
Paolini a un certo punto diede, per così dire, una connotazione nobile alle sue performance e cominciò a presentarsi come “profeta del condom”, e sventolando davanti alle telecamere preservativi in abbondanza.
Negli ultimi anni, problemi di carattere personale, disavventure legali e una sorta di ostracismo dei mezzi di comunicazione nei suoi confronti, hanno tenuto lontano Gabriele Paolini dalla ribalta.

Mi capitò, agli inizi del 2016, di imbattermi in due suoi libri presso una bancarella estemporanea nei pressi di Ostia. Da lì partii per costruire un repertorio bibliografico unico, che riguarda, appunto, i libri di Gabriele Paolini (più un libro su di lui, l’ultimo della lista):

Patente più facile (nessun dato editoriale rintracciato). Introvabile.
Patente i nuovi quiz (nessun dato editoriale rintracciato). Introvabile.
Alla faccia della patente (Roma, Gabriele Paolini, 1995). Introvabile.
Attalo e Fellini al Marc’Aurelio: scritti e disegni (Roma, Napoleone, 1995). Non comune.
Sessozip: apertura lampo sulle tecniche della seduzione (Roma, Gabriele Paolini, 1996). Molto raro.
Il profeta del condom (Roma, Edizioni Riforma dello Stato, 2000). Raro.
Io, pagina ribelle: fenomenologia dell’artista Gabriele Paolini (Roma, Libreria Croce, 2007). Raro.
L’ho amato: aveva 17 anni, di Mari Rosa Barbieri (Sulmona, Lupi Editore, 2016). In commercio.

Irrintracciabili i primi tre – riguarderebbero consigli su come superare l’esame di guida per l’automobile.

Di Attalo e Fellini al Marc’Aurelio: scritti e disegni (Roma, Napoleone, 1995)

Proprio dal libro-confessione L’ho amato: aveva 17 anni (Sulmona, Lupi Editore, 2016), dove, intervistato da Mari Rosa Barbieri, Paolini racconta del suo amore per il giovane Daniel e fa un resoconto della sua vita, ecco uno stralcio dove il disturbatore tv dà una propria definizione di “politica”:

“La mia posizione nei confronti della politica si è ammorbidita nel corso del tempo. Inizialmente ero estremamente critico, ne condannavo i costumi, la corruttela, i compromessi. Poi ho capito che la corruzione è l’anima della politica stessa, la sua intelaiatura. Me ne sono fatto una ragione: i politici sono mentitori seriali, innamorati del gioco delle tre carte. C’è dell’altro. Secondo me i partiti esistono finché c’è una forza mediatica che li fa andare avanti. Fateci caso: si fa politica nei salotti televisivi ed il termometro della popolarità politica è influenzato dallo share realizzato in tv. Sempre più politici, per restare sulla cresta dell’onda, ricorrono a provocazioni estreme. Si è creato, in sostanza, un rapporto sinallagmatico tra politica e televisione. un rapporto tale per cui l’una non può fare a meno dell’altra.”

Assolutamente straordinario Sessozip: apertura lampo sulle tecniche della seduzione (edizione privata, 1996) che è un manuale di seduzione vero e proprio.
Cito i titoli di alcuni paragrafi esplicativi: il colpo di fulmine, la frigida, la califfa, la buongustaia, l’indolente, la maritata, l’uomo sposato, sull’autobus, la provocazione, l’abbraccio, il bacio, il petting, come baciare, spogliarsi, a letto la prima volta, cosa dire prima, durante e dopo, le posizioni, come affrontare la violenza sessuale, come rompere una relazione, record di prestazioni.

Non poteva mancare Il profeta del condom (Roma, Edizioni Riforma dello Stato, 2000), che è un po’ il suo testamento in vita. O almeno il libro che dipinge il primo Paolini, quello degli anni passati dietro gli inviati dei tg.

Ecco la nota di presentazione in apertura del volume (pag. 15):

“Ho 4 fans club, a Milano (in via Contarini 7), Torino (in Corso Vercelli 276), Roma ( in via Colossi 20) e Napoli (via Briganti 307). Ho innumerevoli sostenitori, in Italia e all’estero.
Ma sono certo di dovere dire grazie, ai miei familiari e parenti che provano imbarazzo e vergogna nell’uscire pubblicamente insieme a me, a tutte quelle persone che mi hanno criticato, insultato, malmenato, violentato, denunciato e soprattutto ad un amico che ho profondamente amato, morto a 22 anni di AIDS.
Sono proprio loro che mi hanno dato e che mi daranno sempre l’energia per portare avanti la mia campagna pro-preservativo.”

 

Disponibilità dei libri citati (sempre aggiornato)

 

Tag

Aste

sempre aggiornate

Tolkien

Harry Potter

stephen king

Dracula

R. R. Martin

Futurismo

BIBLIOFILIA

Occasioni

In Scadenza

Altri articoli sul Blog

Su eBay c’è il raro “Vallanzasca fine di un Killer” di Federico Andreoli

Segnalazione Flash. “Vallanzasca fine di un killer”, di Federico Andreoli (Milano, Il quaderno del sale, 1977).

Copia autografata di “Poesie” di Sandro Penna (Garzanti, 1957) in asta

Poesie, di Sandro Penna (Milano, Garzanti, 1957). Seconda edizione. Il libro in asta su Catawiki Sandro Penna (1906-1977), nativo di Perugia, è stato un poeta che non si è legato molto al suo tempo. Non per niente viene ricordato e annoverato tra i cosiddetti...

31 Marzo – 6 Aprile 2020: questa settimana i lettori hanno cercato…

I lettori hanno cercato: Tike Saab, di Guido Machetto – Vita segreta di Mussolini – Il mito dell’11 Settembre e l’opzione Dottor Stranamore, di Roberto Quaglia – Jacopo Barozzi da Vignola – Il Signore degli anelli di J. R. R. Tolkien.

DRACULA DI BRAM STOKER – Il mistero delle prime edizioni, di Simone Berni

Edizioni in italiano, economica, in b/n, brossura

Il libro è incentrato sulle edizioni scomparse, introvabili e misteriose del Dracula di Bram Stoker, a oltre un secolo dalla sua uscita. L’autore fa la storia di tutte le edizioni mondiali a partire dal 1897, soffermandosi su alcuni casi sconosciuti e apparentemente inspiegabili che riguardano uno dei libri più controversi ma anche più amati della letteratura moderna.

Un’edizione degna di rilievo de “Il Maestro e Margherita” di Michail Bulgakov al mercatino

ROMA BANCARELLA IN VIA ETTORE ROLLI ZONA MARCONI Martedì 30 Marzo 2021 [ma un po’ di tempo fa…]. Avvistata un’edizione di rilievo della versione integrale di “Il Maestro e Margherita” di Michail Bulgakov.