"Avete fatto caso che gli unici roghi della storia riguardano libri e streghe?"

 

ROMA PORTA PORTESE Domenica 21 Febbraio 2021 Su una bancarella di Porta Portese a Via Ippolito Nievo è stato avvistato, tempo fa, un libro scritto da un… fotografo: un libro di memorie scritto più che con il computer con la macchina fotografica!

Il libro è: Segreti e misfatti: gli ultimi anni con Craxi: ricordi, di Umberto Cicconi e lo ha pubblicato Sapere 2000 Edizioni multimediali srl di Roma a maggio 2005 in prima edizione.

L’autore è stato il fotografo “personale” (anche se non “ufficiale”) di Craxi, oltre che suo grande amico per tanti anni e confidente fino alla morte. Il volume, con prefazione di Antonio Ghirelli e una biografia a cura dell’editor Angelo Ruggieri, ha un testo intercalato da numerose immagini (le fotografie sono in numero di 57 oltre a riproduzioni di alcuni documenti significativi) tutte in bianco e nero a piena pagina, salvo quella di copertina a colori che ritrae Craxi con Berlusconi, scattate con una Leica professionale e valgono a testimoniare il genere innovativo di ripresa utilizzato da Cicconi per i particolari dei personaggi fotografati, colti quasi sempre al volo e mai messi in posa statica.

Tra le tante immagini di cui è ricco il libro si segnala anche quella famosa scattata a Roma nel 1993, che immortala impietosamente il lancio delle monetine a Bettino all’uscita dell‘Hotel Raphael. Mentre invece la foto con cui si apre il libro e che ritrae un affranto Silvio Berlusconi al funerale di Craxi e quella che fotografa un piangente Claudio Martelli inginocchiato sulla bara di Craxi, non sono opera di Cicconi.

Le ultime foto scattate dall’autore furono quelle fatte in una cella frigorifera di un ospedale militare in cui giaceva il corpo congelato nudo dello statista, coperto pietosamente da un lenzuolo e messo in un cassettone, per impedirne la decomposizione. Furono quelle in realtà le ultime foto fatte a Craxi da Ciccone, che poi, da quel giorno, non volle più usare una macchina fotografica. Infatti, per le foto del funerale fu fatto venire appositamente da Roma un collega: Umberto Battaglia, che in quel momento era, per la cronaca, il fotografo del Presidente della Camera dei Deputati Pierferdinando Casini.

Il libro in questione, che al dorso reca un titolo parzialmente diverso da quello messo in copertina: Bettino gli ultimi anni con Craxi, (con un “Bettino” bene evidenziato) costava, in condizioni di nuovo, 10 euro. (E. P.)

 

Disponibilità del libro (sempre aggiornato)

 

Questo sito web partecipa al Programma di affiliazione eBay e potrebbe percepire benefit fornendo collegamenti ai prodotti sui siti regionali di eBay.

Tag

Aste

sempre aggiornate

Tolkien

Harry Potter

stephen king

Dracula

R. R. Martin

Futurismo

BIBLIOFILIA

Occasioni

In Scadenza

Altri articoli sul Blog

“La verità sull’editoria” di Stanley Unwin (Garzanti, 1958) 1° ed. 50 €

Pubblicato in inglese nel 1926, era destinato principalmente a spiegare agli autori il mondo dell’editoria sotto il punto di vista commerciale, accompagnandoli, passo dopo passo, nel processo di produzione di un libro. Un testo meraviglioso per chi ama i libri e il mondo dell’editoria, che aiuta nel conoscere tutti quei mestieri collegati e che oggi, nell’era dell’informatica, sono ormai dimenticati.

Per i patiti di ‘Marconiana’ un documento unico: “Relazione sugli esperimenti di telegrafia e telefonia senza fili” (1901)

Rarissimo documento di cui è noto un solo esemplare in collezioni pubbliche, presso la Biblioteca nazionale Vittorio Emanuele III di Napoli. Si relaziona su alcuni esperimenti di trasmissioni avvenute a cavallo fra 1900 e 1901 nell’alto Mar Tirreno.

Carrà – LE RICETTE DI RAFFAELLA – MONDADORI – 1991

Il 5 luglio 2021 ci lasciò Raffaella Carrà, la Raffa nazionale, cantante, autrice, ballerina, presentatrice e icona della tv. A caccia di qualche suo libro che ci aiuti a ricordarla.

LIBRO EDUARDO SEGRETO FEDERICO FRASCANI ED. DEL DELFINO 1982 INTROVABILE !

Questa rara edizione è conservata in poco più di una decina di biblioteche e più che passa il tempo, meno facilmente si incontra nei mercatini dell’usato.

Julius Evola a 50 anni dalla scomparsa: Cremona lo celebra con mostre e convegni

La partecipazione di Evola al movimento dadaista, benché breve, fu intensa. Sviluppò uno stile pittorico fatto di forme astratte e composizioni anarchiche, cercando di riflettere la crisi di valori della società contemporanea. Se ne parla a Cremona.