"Sull'inutilità di certi libri sarebbe utile scrivere un libro"
Curiosità  /  
06 Ottobre 2020

“Il Sigillo Mondiale”, uno strano libro di Giovanni Quattrucci: ermetismo massonico?

Tutto parte dalla segnalazione, della Libreria Misopogon di Monterotondo, di un libro mai osservato prima: Il Sigillo Mondiale, di Giovanni Quattrucci (Roma, Edizioni Nazionali, 1970).

L’autore, Giovanni Quattrucci, è noto. Massone, editore, scrittore. Noto per le Edizioni Quattrucci negli anni ’50 e ’60, controverse, anticonformiste, innovative. In particolare si ricorda il caso di Roma capovolta (Roma, Quattrucci, 1959), di Giò Stajano [Maria Gioacchina Stajano Starace Briganti di Panico] (1931-2011), un romanzo censurato che fu sequestrato dalle autorità poco tempo dopo l’uscita nelle librerie. Un vero e proprio libro scandalo che viene oggi ritenuto un libro cult per la cultura gay. La storia di un amore omosessuale vano e inconcludente, in un’epoca dove la mentalità ipocrita e perbenista la facevano da padrone. La trama alterna passi memorabili e quasi “eroici” ad altri più meschini e miserabili, ma che alla fine compongono il quadro giusto che spiega la sensibilità dell’epoca in fatto di costumi sessuali.

Delle stesse edizioni vanno citati anche i volumi: Il letto stretto, di Giò Stajano (1973) e Meglio l’uovo oggi, stesso autore (1959).

Di tutta la bibliografia dell’autore, però, Il Sigillo Mondiale, resta un testo di cui non si riescono a trovare notizie. Un vero libro misterioso. Il testo appare particolarmente ermetico, e forse il fatto che l’autore fosse un noto massone non appare del tutto casuale. Si parla di “mondialità e mondialismo”. Termini oggi abusati, ma che nei primi anni ’70 non devono essere stati molto usati. In tutto e per tutto appare come un trattato spirituale. Da qualche passo si nota come il testo alterni digressioni spirituali a passaggi descrittivi di sigilli, fino all’istituzione di premi e organizzazioni di cui però nella realtà non vi sarebbe traccia. Linguaggio ermetico a tutti gli effetti, perciò.

Come dice il responsabile della Libreria Misopogon:

“Se a questo sommiamo la storia personale dello scrittore e il contesto storico, non si può non rimanere incuriositi da questo libro, quantomeno bizzarro. Non ne troviamo riferimenti nemmeno relazionandolo alle case editrici a cui il Quattrucci era direttamente legato come Stampa Internazionale Medica di cui era editore.”

 

 

 

 

Disponibilità dei libri citati (sempre aggiornato)

 

 

 

Condividi:

Tag

Aste

sempre aggiornate

Tolkien

Harry Potter

stephen king

Dracula

R. R. Martin

Futurismo

BIBLIOFILIA

Occasioni

In Scadenza

Altri articoli sul Blog

…va a ruba “Braqueur”, l’autobiografia del bandito ed evaso Rédoine Faïd

Il bandito francese Rédoine Faïd, evaso il 1° Luglio 2018 in maniera spettacolare (con l’uso di di un elicottero) da un carcere di massima sicurezza vicino Parigi, è anche l’autore dell’autobiografia “Braqueur” (2010), che si sta facendo introvabile.

Condividi:

Vi ricordate il Mago di Arcella (Antonio Battista)? I suoi libri anni ’70 sono da collezione!

In tempi difficili sale l’interesse e la passione per le discipline alternative, in particolar modo la magia: sono molti i lettori che riscoprono un personaggio televisivo degli anni ’70: il Mago di Arcella e i suoi libri un po’ misteriosi.

Condividi:

“Hitler e il Nazismo Magico” di Giorgio Galli al mercatino di Monteverde

ROMA MERCATINO DI MONTEVERDE Viale dei Quattro Venti, Giovedì 11 Giugno 2020 “Hitler e il Nazismo magico”, il libro di Giorgio Galli (edito in prima edizione da Rizzoli nel 1989) al mercatino.

Condividi:

Il libro cult di Felice Delfino per l’appassionato del “cane da ferma”

“Addestramento del cane da ferma”, di Felice Delfino è il titolo più rieditato e letto dai cacciatori italiani sull’addestramento del cane da caccia. Autentico libro cult, dalle valutazioni medio/alte.

Condividi:

“Bersaglio Martin Luther King” di Vincenzo Mantovani in bancarella

ROMA MERCATINO DELLA GARBATELLA Giovedì 12 Luglio 2018 Avvistato “Bersaglio Martin Luther King”, di Vincenzo Mantovani (Fratelli Fabbri, 1973) nella collana Sottoaccusa, prodiga di titoli e argomenti interessanti dal punto di vista storico.

Condividi: