"Ogni libro par che dorma, eppur sua è ogni orma"
Anteprime | News  /  
17 Aprile 2019

“La notte si prepara”, nuovo giallo di Giacomo Aloigi – bibliofilia & minorenni sparite nell’Italia degli anni ’70

Il ritorno di Giacomo Aloigi

La notte si prepara, di Giacomo Aloigi (Roma, Europa Edizioni, 2019).

In uscita a breve il nuovo romanzo thriller/giallo & noir di Giacomo Aloigi, dal titolo La notte si prepara (Roma, Europa Edizioni, 2019). L’autore, già noto per i thriller Gotico fiorentino (Firenze, Mauro Pagliai Editore, 2014), Sabbia in bocca (Firenze, Polistampa, 2007) e Buio (Firenze, Polistampa, 2005), ha ambientato l’ultimo romanzo negli anni di piombo, dove ambigue figure si aggirano per Firenze dove avvengono misteriose sparizioni di ragazzine che nessuno poi troverà mai più. La riconoscete la Renault 4 in copertina?

Dalla scheda editoriale;

«Tre minorenni. Adesso non poteva essere solo una coincidenza. Non al terzo cadavere che saltava fuori in meno di due mesi. Il bastardo aveva la fissazione per le teenager. O l’ossessione.» Dopo aver collaborato con i servizi segreti, Ian Novelli si è reinventato investigatore privato. Claudia, sua figlia, non si è mai più svegliata dal coma, dopo l’incidente. Ora, nella Firenze della metà degli anni settanta, l’ex agente non è esattamente la persona più piacevole con cui condividere le indagini su un serial killer che sembra prendere di mira ragazzine minorenni. Alla terza vittima, però, un tarlo inizia a rosicchiare le convinzioni di Ian. E infatti qualcosa non torna: la rete in cui gli eventi sono rimasti impigliati fa acqua da tutte le parti. Indagando a modo suo, Novelli riesce a collegare eventi apparentemente lontanissimi, portando alla luce un intrigo molto più grande di quanto sembrasse, le cui radici affondano in un passato lontano, sfiorando antichi misteri irrisolti da decenni. E mentre qualcosa di grosso si prepara in ambito politico, il vecchio lavoro di Ian torna a bussare alla sua porta, forse con un nuovo segreto da svelare…

 

…e Simone Berni ghermisce due rare prime edizioni di Italo Svevo

Ovviamente, in questa Firenze degradata e corrotta dipinta da Aloigi non poteva mancare il vostro cacciatore di libri, che infatti mette le mani su due inestimabili prime edizioni di Italo Svevo… e qualcuno se ne lamenta, pensando forse di fargliela pagare. Eravamo negli anni ’70 ma io già ero all’opera, non lo sapevate?

Il libro è in pre-vendita su Amazon qui

 

Tag

Aste

sempre aggiornate

Tolkien

Harry Potter

stephen king

Dracula

R. R. Martin

Futurismo

BIBLIOFILIA

Occasioni

In Scadenza

Altri articoli sul Blog

Due “parole per” Gianni Mura: ci ha lasciati un maestro di giornalismo (e un poeta)

Con il ricordo del giornalista Gianni Mura c’è il pretesto per parlare di copie con dediche autografe: cose da fare e cose da non fare.

Le misteriose poesie di Klaus Kinski che non si trovano in libreria

“Febbre: diario di un lebbroso”, è pubblicato in Italia da una sigla misteriosa (le copie non sono in commercio). Sono le poesie fuori controllo di Klaus Kinski. l’interprete dannato di Nosferatu, Fitzcarraldo e Aguirre.

Su Catawiki c’è “Compendio delle Stregonerie” di Francesco Maria Guaccio

Su Catawiki in asta c’è “Compendio delle Stregonerie” di Francesco Maria Guaccio (Milano, Luigi Maestrti, 1988), edizione di lusso con cofanetto in edizione di cento esemplari.

“La creatura di Mortegliano” di Antonio Chiumiento, raro libro ai margini perfino dell’Ufologia…

“La creatura di Mortegliano” di Antonio Chiumiento (Editoriale Programma. 2012) è il resoconto sull’apparizione di un supposto “essere alieno” presso Mortegliano, in Friuli, nel febbraio del 2012 – alla base di una accesa polemica tra ufologi sull’autenticità del fenomeno.

I libri da cercare sul fenomeno dei “preti operai” degli anni ’50 e ’60

Il fenomeno dei cosiddetti “preti operai” nacque in Francia nel secondo dopoguerra, per poi diffondersi in Italia e in altri paesi europei. In Italia, delineato nel 1955 dal giovane filosofo Claudio Cesa in un suo famoso libro, il fenomeno coinvolse per primi alcuni preti toscani, tra tutti Bruno Borghi e Sirio Politi. Andiamo alla ricerca di alcuni “diari di bordo”, uno particolarmente raro.