"Se un libro scompare, magari vuole solo essere lasciato in pace"

“piegare sul telo” / le parole giuste

Sebbene nessun serio studioso di enigmistica, men che mai se è uno storico conclamato della disciplina, possa ignorare il nome di Don Anacleto Bendazzi (1883-1982), esso è pressoché sconosciuto al grande pubblico. Ma il parroco ravennate vissuto quasi un secolo (99 anni per la precisione) è giustamente ritenuto come non solo uno dei pionieri dell’enigmistica in Italia, ma anche uno dei maggiori rappresentanti, se non addirittura il primo in assoluto.

Bizzarrie letterarie, di Anacleto Bendazzi (Ravenna, presso l’autore, 1951)

Anacleto Bendazzi nacque nel paesino di Fornace Zarattini, in provincia di Ravenna. La sua carriera ecclesiastica, fu ordinato sacerdote nel 1905, non ha sviluppi che possiamo definire eccezionali. Ha già 68 anni quando dà alle stampe, privatamente, Bizzarrie letterarie: migliaia di frasi anagrammate, a firma di Anacleto Bendazzi (Ravenna, presso l’autore nel Seminario di Ravenna, 1951 – ma a Milano da A. Milesi). Il libro, pur posseduto da una moltitudine di biblioteche, è pressoché introvabile. Ne furono stampate circa 2.000 copie. Vengo informato che una copia fu venduta su eBay a 200 € alcuni anni fa.

Il libro reca sul colophon: “finito di stampare in Milano il 15-1-51” – la data palindromica non sembra casuale.

Bizzarrie letterarie è anche giustamente famoso, oltre che per una interminabile serie di giochi e frasi in varie lingue (non solo in italiano), per riportare una stupefacente Vita di Cristo in 1000 anagrammi. Fu composta in tempo di guerra (anno 1944) tra un bombardamento e l’altro. Si tratta, come dice il titolo, di una vera e propria vita di Gesù Cristo. Tutta composta da frasi con dirimpetto il loro anagramma. Alcuni esempi:

Giuda Iscariota – dai guai a Cristo

Giovedì santo: – “Divengo ostia”

Frènati nell’amar donne: – manderan te all’inferno!

Il Sermone de la montagna – dà l’insegnamento morale

Bazzecole andanti, di Anacleto Bendazzi (Milano, A. Vallardi, 1996)

Sulle rime del don: vita e inediti di don Anacleto Bendazzi, di Franco Gabici (Ravenna, Essegi, 1996)

Di questo libro esiste una ristampa in forma ridotta, Bazzecole andanti: le stranezze ingegnose, di Anacleto Bendazzi – a cura si Stefano Bartezzaghi (Milano, A. Vallardi, 1996). Da notare immediatamente che il titolo (Bazzecole andanti) è l’anagramma esatto del nome-cognome dell’autore.

Per quanto riguarda la vita del sacerdote ravennate sui generis il terzo ed ultimo libro di riferimento in questa mini (ma esaustiva) rassegna è Sulle rime del don: vita e inediti di don Anacleto Bendazzi, di Franco Gabici; presentazione di Stefano Bartezzaghi (Ravenna, Essegi, 1996).

 

 

Disponibilità dei libri su eBay (sempre aggiornato)

 

 

[Si ringrazia Danilo Sardella per la prima segnalazione]

Tag

Aste

sempre aggiornate

Tolkien

Harry Potter

stephen king

Dracula

R. R. Martin

Futurismo

BIBLIOFILIA

Occasioni

In Scadenza

Altri articoli sul Blog

“Gli impressioni di Manciu-Cuo”: la rarissima edizione per la missione del Partito Fascista in Giappone e Manciuria nel 1938

Il libro è un instant-book confezionato a tempo di record come dono speciale per i membri italiani della delegazione del Partito Nazionale Fascista in visita diplomatica in Giappone e Manciukuò nel febbraio del 1938. Rarissimo, fu stampato nella capitale Changchun dello stato-fantoccio del Manciukuò.

Stile e design italiano al potere: Bruno Munari e “Vetrine negozi italiani” (L’ufficio moderno, 1961)

Grafica e design degli allestimenti di vetrine e negozi negli anni ’60 a cura di Bruno Munari ed Emilio Bertonati, edito da L’ufficio moderno di Milano. Raro, ricercato e generalmente ben quotato. In asta su Catawiki.

“Karol Wojtyla: vittoria e tramonto” di Carlo Cardia al mercatino

ROMA PORTA PORTESE Domenica 4 Agosto 2019 Avvistato “Wojtyla: vittoria e tramonto”, di Carlo Cardia (Donzelli, 1994) libro non conciliante con l’operato di Papa Giovanni Paolo II.

E se metti orecchino e tatuaggio a D’Annunzio sarà ancora un “Piacere”?

Anticipazioni da “Nuovi casi per il cacciatore di libri” di Simone Berni. Un’edizione de “Il Piacere” di D’Annunzio con una copertina che fa scandalo? No, sono solo i nostri tempi! (…)

“Il piccolo sportivo” (Carroccio, 1934): un ambito pezzo raro della “Bibliotechina Balilla”

Veramente rarissimo questo libricino per bambini, con una copertina dove un buffo bambino si impegna a tennis con una racchetta più grande di lui. Il titolo fa parte della ricercatissima Bibliotechina Balilla dell’editore Carroccio di Milano. Ne esiste censita una copia nell’OPAC SBN, conservata presso la Biblioteca di storia moderna e contemporanea di Roma.