"Se un libro scompare, magari vuole solo essere lasciato in pace"

Segnalazione Flash

Un libro molto particolare

Scritto dalle migliori penne del tempo: Alberto Arbasino, Umberto Eco, Italo Calvino, Carlo Castellaneta, Andrea Camilleri, Oreste Del Buono, Edoardo Sanguineti, Leonardo Sciascia, Giorgio Manganelli ed altri, si compone di interviste impossibili a spasso nella storia. Arguto e inimitabile

 

L’uomo di Neanderthal, De Amicis, Maria Sofia di Napoli, Pitagora, “Attila“, Picasso: illustri antenati, regine, filosofi, condottieri e pittori famosi sollecitati dalla fantasia dei più importanti scrittori italiani e liberati dai bavagli della storia “istituzionale”, parlano di sé, del proprio e del nostro mondo, in un dialogo che per quanto immaginario riesce a diventare gioco serio e verosimile. Tutte le battute riportate da Calvino, piuttosto che da Eco, Manganelli, Sciascia, Ceronetti o Arbasino, per citare solo alcuni degli autori, pur essendo “impossibili”, sono riferite a un contesto storico reale e sono state effettivamente pronunciate o scritte dal personaggio intervistato. Ne risulta una galleria di ritratti vera e inconsueta che consente al lettore di riavvicinarsi ai temi e ai protagonisti del passato con una mentalità più aperta e meno scolastica, e al contempo di indagare nelle passioni e nelle curiosità insoddisfatte dei più importanti scrittori italiani.

Il libro in questione è: Le interviste impossibili, di Autori vari (Milano, Bompiani, 1989) e prende spunto da una popolare trasmissione radiofonica della seconda rete Rai andato in onda dal 1973 al 1975 e curato da Lidia Motta, in cui uomini di cultura contemporanei reali fingono di trovarsi a intervistare fantasmi redivivi di persone appartenenti a un’altra epoca, impossibili da incontrare nella realtà, da qui il titolo.

Copia in vendita su eBay

Tag

Aste

sempre aggiornate

Tolkien

Harry Potter

stephen king

Dracula

R. R. Martin

Futurismo

BIBLIOFILIA

Occasioni

In Scadenza

Altri articoli sul Blog

Meravigliosa edizione pirata delle “Ultime lettere di Jacopo Ortis” di Ugo Foscolo (1802) in asta

Si segnala una delle edizioni pirata (non autorizzate) del primo romanzo epistolare della letteratura italiana. “Ultime lettere di Jacopo Ortis” ha avuto una genesi così tormentata che le edizioni che si sono susseguite hanno reso necessari studi specifici. In asta su Catawiki.

Grande letteratura e grande fotografia in un libro solo: “Scrittori”

“Scrittori: grandi autori visti da grandi fotografi”, di Goffredo Fofi (Contrasto, 2013): un libro eccezionale, dove i grandi della letteratura sono immortalati da altrettanti grandi fotografi, in scatti e pose indimenticabili. “Una foto a volte non dice nulla, a volte tutto”.

“Dissertazioni sopra le apparizioni de’ spiriti e vampiri” di Augustin Calmet in bancarella

MILANO FIERA DI SINIGAGLIA Sabato 6 Ottobre 2018 Avvistata una copia (anastatica del 1969) dell’opera “Dissertazioni sopra le apparizioni de’ spiriti, e sopra i vampiri” di Augustin Calmet (Milano, Ancient Libri d’Altri tempi, 1969).

Notizia strabiliante: è uscito “Diario Fiumano” di F. T. Marinetti! Contengo la mia emozione

L’uscita dell’atteso volume di F. T. Marinetti, “Diario Fiumano” (Italia Storica, 2020), curato da Guido Andrea Pautasso, è anche il pretesto per uno scorcio mozzafiato sui libri sopra l’impresa del 1919 e sull’Arditismo, con alcune eccezionali rarità, come una foto di Guido Keller a Fiume.

Una copia de “L’integrazione” (Bompiani, 1960) di Luciano Bianciardi

L’integrazione è la storia tipica della carriera dell’intellettuale trentacinquenne come la si può concepire nel tempo e nei luoghi della tecnica, delle masse e del sapere pianificato. Satira dell’industria culturale, ma anche repertorio delle tappe attraverso cui si esauriscono le illusioni e si livellano le speranze, dai fiduciosi progetto del dopoguerra al gergo delle quinte della vita letteraria.