"Avete fatto caso che gli unici roghi della storia riguardano libri e streghe?"

 

L’avvincente romanzo di William Faulkner che sfida e affascina i lettori

 

Caro lettore, Hai mai desiderato fare un viaggio letterario in una storia che ti spingesse oltre i confini della tua immaginazione?

 

Se lo hai fatto, ‘As I Lay Dying’ di William Faulkner (in Italia tradotto come Mentre morivo da Mondadori) è il libro che fa per te. Questo appassionante romanzo ti porterà in un’avventura intrisa di umorismo oscuro, tragedia e riflessioni profonde su temi universali come la famiglia, la religione, il dovere e, naturalmente, la morte.

La storia ruota attorno alla famiglia Bundren, una famiglia povera che intraprende un viaggio per seppellire la loro madre e moglie nella lontana città di Jefferson, sua città natale. Ma questa non è una semplice fuga. Durante le nove giornate di viaggio, i Bundren si troveranno di fronte a sfide impreviste, situazioni bizzarre e un umorismo straniante che solleverà domande profonde sulla natura dell’esistenza stessa.

Ciò che rende ‘As I Lay Dying‘ un’esperienza di lettura unica è lo stile narrativo innovativo di Faulkner. Attraverso una serie di monologhi interni, il romanzo presenta ben 15 narratori in un totale di 59 capitoli. Questa tecnica narrativa sperimentale dell’epoca, chiamata “stream of consciousness” o “flusso di coscienza“, ci porta direttamente nelle menti dei personaggi, mostrandoci i loro pensieri più profondi e le convinzioni più intime.

 

La prima edizione americana (1930):

 

Ma sappiate che questo stile narrativo potrebbe presentare delle difficoltà. Le voci autentiche dei narratori, influenzate dal loro background sociale ed educativo, possono rendere la lettura un po’ nebulosa a volte. Mi sono trovato in difficoltà anche io nella comprensione di alcune parti, e ho scoperto dettagli che avevo completamente trascurato solo dopo aver concluso il libro e fatto delle ricerche supplementari.

Tuttavia, non lasciatevi scoraggiare. Per immergervi appieno in questo capolavoro letterario, vi consiglio di fare un po’ di ricerca sui personaggi prima di iniziare la lettura. Creare una mappa di relazioni tra i personaggi può essere davvero utile per identificare le diverse prospettive dei narratori e seguirli senza perdervi. È come avere una bussola che vi guida attraverso il labirinto dei pensieri dei personaggi.

E che dire dell’autore stesso? Faulkner ha scritto ‘As I Lay Dying‘ senza modificare una sola parola del manoscritto originale. Incredibile, vero? Ha lavorato a questo romanzo da mezzanotte alle 4 del mattino per sei settimane consecutive, descrivendo questa esperienza come un “tour de force” letterario.

Quindi, caro lettore, se sei pronto per una sfida letteraria e desideri immergerti in un mondo ricco di emozioni, riflessioni profonde e uno stile narrativo avvincente, ‘As I Lay Dying‘ di William Faulkner è il libro perfetto per te. Preparati a sperimentare la potenza dei monologhi interni, a esplorare la complessità della vita e a riflettere sulla precarietà delle relazioni familiari. Buona lettura e buon viaggio nel mondo travagliato di ‘As I Lay Dying’!

 

Le edizioni italiane

1. “Mentre morivo: romanzo” di William Faulkner
– Pubblicato nel 1958 da A. Mondadori a Milano.
– Traduzione di Giulio De Angelis.

2. “Mentre morivo: romanzo” di William Faulkner
– Pubblicato nel 1970 da Mondadori a Milano.
– Traduzione di Giulio De Angelis.

3. “Mentre morivo” di William Faulkner
– Pubblicato nel 1987 da SE a Milano.
– Traduzione di Giulio De Angelis.
– Contiene un’intervista a Faulkner di Jean Stein Van den Heuvel.

4. “Mentre morivo” di William Faulkner
– Pubblicato nel 1990 da A. Mondadori a Milano.
– Traduzione di Giulio De Angelis.
– Introduzione di Fernanda Pivano.
– Contiene un’intervista a Faulkner di Jean Stein van den Heuvel.

5. “Mentre morivo” di William Faulkner
– Pubblicato nel 2000 da Adelphi a Milano.
– A cura di Mario Materassi.

6. “Mentre morivo” di William Faulkner
– Pubblicato nel 2001 da Mondolibri a Milano.
– A cura di Mario Materassi.

7. “Mentre morivo” di William Faulkner
– Pubblicato nel 2005 da Adelphi a Milano.
– A cura di Mario Materassi.

8. “Mentre morivo” di William Faulkner
– Pubblicato nel 2007 da Gruppo editoriale L’espresso a Roma.
– A cura di Mario Materassi.

9. “Mentre morivo” di William Faulkner
– Pubblicato nel 2007 da Adelphi a Milano.
– A cura di Mario Materassi.

10. “Mentre morivo” di William Faulkner
– Pubblicato nel 2020 da Adelphi a Milano.
– A cura di Mario Materassi.

 

 

Disponibilità del libro (sempre aggiornato)

 

 

Questo sito web partecipa al Programma di affiliazione eBay e potrebbe percepire benefit fornendo collegamenti ai prodotti sui siti regionali di eBay.

Tag

Aste

sempre aggiornate

Tolkien

Harry Potter

stephen king

Dracula

R. R. Martin

Futurismo

BIBLIOFILIA

Occasioni

In Scadenza

Altri articoli sul Blog

“La scimmia vestita”: uno dei libri più introvabili di psichiatria sul caso dei bambini adottati da animali in natura

Quasi introvabile saggio sul delicato tema dei bambini allevati dagli animali. Si ripercorre la storia di 47 differenti casi autentici di bambini e ragazzi allevati da animali selvatici.. Lavoro di psichiatria imprescindibile.

“Il caso Olivo” (1905) di Cesare Lombroso: in cerca dell’unico libro su un processo che fece epoca

Nel cuore della vibrante Milano dei primi del ‘900, montò una storia macabra e intrigante che catturò l’attenzione dell’opinione pubblica: il caso di Alberto Olivo. Figura apparentemente insignificante, Olivo diventò l’epicentro di un mistero criminale che suscitò ampia risonanza mediatica.

Scade il 26 Marzo 2020 lo sconto del 15% per “Manuale del cacciatore di libri” di Simone Berni

Ancora 2 giorni di tempo per prendere una copia del “Manuale del cacciatore di libri” nella nuova edizione con il 15% di sconto. Dopo il 26 Marzo sarà disponibile al prezzo intero di 40 €.

Uno dei libri di fotografia più sensazionali del ‘900: “Paris: 80 photographies” di Moi Ver (prima edizione del 1931)

Uno dei libri fotografici più importanti (e più rari) nella storia di quest’arte, “Moi Ver: Paris: 80 photographies”, pubblicato per la prima volta nel 1931 da Éditions Jeanne Walter, era già proiettato nel futuro con i suoi fotomontaggi d’avanguardia, nelle foto sovrapposte delle strade e delle industrie della città, per non parlare della sua grafica avveniristica. Ma una sorte infausta lo attendeva…