Il copista come autore, di Luciano Canfora (Palermo, Sellerio, 2019) / nuova edizione accresciuta

ROMA LIBRERIA FELTRINELLI Mercoledì 28 Agosto 2019 Largo di Torre Argentina Di recente la casa editrice di Palermo Sellerio ha ripubblicato, nella collana Il divano, un saggio dello studioso di letterature antiche Luciano Canfora (nato a Bari nel 1942): Il copista come autore, che aveva edito nel 2002 nella collana La memoria. Questo è uno di quei casi in cui è preferibile, di tale testo, la presente edizione, in quanto l’autore, nel riprendere in esame la materia, ne ha fatto un libro nuovo, accresciuto di un intero importante capitolo. Si tratta di un libro (sui libri antichi) in cui lo storico insegna che il vero artefice dei testi sopravvissuti è colui che materialmente ha scritto ciò che oggi leggiamo: ovvero il copista. Ebbene, l’avvincente nuovo capitolo del libro s’intitola: Il falsario come autore, figura quest’ultima insidiosa, che soppianta il creatore originale e il cui campo d’azione è inquietante. Canfora, nel parlare della categoria, ne sceglie uno temutissimo: il greco Costantino Simonidis (1820-1890 circa) autore, tra l’altro, dello pseudo-Artemidoro. Il libretto (153 pagg.10 x 15 cm) costa 12 € (E. P.)