"Se un libro scompare, magari vuole solo essere lasciato in pace"

Egregio signore, siamo spiacenti di… di Dino Buzzati e Siné (Milano, Federico Elmo Editore, 1960).

BORGOMANERO (NO) MERCATINO Domenica 28 Luglio 2019 Avvistato Egregio signore, siamo spiacenti di… di Dino Buzzati e Siné (Milano, Federico Elmo Editore, 1960). In 16°, pp. 302, con illustrazioni di Siné nel testo, con un’appendice di pp. 7 di soli disegni. Il libro era stato posto in vendita ad 1 €.
Prima edizione di questo libro di Dino Buzzati con i disegni di Siné (Maurice Sinet, 1928-2016). Dal risvolto della prima di copertina:

“Egregio signore, siamo spiacenti di… doverle comunicare che la vita, il mondo, gli uomini sono un tranello in cui, senza saperlo, cadiamo ogni giorno. E mentre cadiamo, proprio nello stesso istante, ci sembra di innalzarci, di aver raggiunto qualcosa o di stare per raggiungerla… Senonché, subito dopo, veniamo ad apprendere che i nostri sforzi non servono a nulla e che valiamo meno di zero.”

“Pessimismo, amare verità, nei racconti; una verità che Dino Buzzati e Siné hanno voluto presentarci sotto diversi punti di vista, i disegni di Siné e l’humour di Buzzati ci trasportano in situazioni ed ambienti dove non è possibile non pensare a noi stessi, “

… Se questo libro potrà servire sia in mima parte a rendere più buona e comprensiva l’umanità, noi saremo lieti di…averlo coraggiosamente pubblicato.”

Nel 1975 Mondadori ripubblica il libro con il titolo di Siamo spiacenti di… e senza i disegni di Sinè. (Carlo Ottone)

Tag

Aste

sempre aggiornate

Tolkien

Harry Potter

stephen king

Dracula

R. R. Martin

Futurismo

BIBLIOFILIA

Occasioni

In Scadenza

Altri articoli sul Blog

“Vetrine negozi italiani” di Bruno Munari (L’Ufficio Moderno, 1961): splendido e raro in asta

Grafica e design degli allestimenti di vetrine e negozi negli anni ’60 a cura di Bruno Munari ed Emilio Bertonati, edito da L’ufficio moderno di Milano. Raro, ricercato e generalmente ben quotato. In asta su Catawiki.

Quando un libro lo si acquista anche solo per la fascetta editoriale…

Talvolta ci si può innamorare di una semplice (ma meravigliosa) fascetta editoriale – soprattutto quando è deliziosa come quella di questa edizione di “Per chi suona la campana” di Ernest Hemingway.

Volete un vero libro sul Natale? C’è “Un presepio con molte sorprese” di Chiara Frugoni (Mauvais Livres, 2020)

Ha un anno ma non lo dimostra Il nuovo nato delle piccole edizioni Mauvais Livres, “Un presepio con molte sorprese” di Chiara Frugoni è l’occasione per una rivisitazione della tradizione del presepio e per incontrare un San Francesco su cui non mancano zone d’ombra e lacune storiche.

“Il diario di Sintra”: una prima mondiale assoluta targata Barbès di Firenze

Il libro è ormai “sparito dai radar” da tempo, essendo fuori catalogo, con la casa editrice non più operante e il titolo in sé ricercato da chi ne capisce il valore. Il connubio di tre grandi autori: Christopher Isherwood, Wystan Hugh Auden e Stephen Spender.

Ecco un bel regalo di Natale: Henry Moore 50 tavole a colori (1983): l’asta scade proprio alla vigilia!

L’opera contiene 50 tavole a colori firmate su lastra – le carte speciali delle tavole e dei testi sono appositamente fabbricati dalla Cartiere Miliani di Fabriano; la collana di opere d’arte della Seat era diretta e curata da Carmine Benincasa.