"Sull'inutilità di certi libri sarebbe utile scrivere un libro"
Porta Portese  /  
14 Ottobre 2018

“Fratello P2 1816” Silvio Berlusconi e la P2 di Mario Guarino in bancarella

Fratello P2 1816 L’epopea piduista di Silvio Berlusconi, di Mario GUarino (Milano, Kaos, 2001)

ROMA PORTA PORTESE Domenica 14 Ottobre 2018 Se è vero che Berlusconi non è più all’attenzione dei media e che la sua immagine non campeggia da tempo sulle prime pagine dei giornali, tuttavia ci sono ancora dei libri che lo riguardano, che possono attirare l’interesse di alcuni collezionisti, soprattutto se si tratta di testi, la cui reperibilità va facendosi sempre più difficile. Tra questi si può citare il saggio del giornalista Mario Guarino: Fratello P2 1816 L’epopea piduista di Silvio Berlusconi, pubblicato in prima edizione da Kaos a Marzo 2001. Si evidenzia che questo libro contiene anche il testo integrale del  Piano di rinascita di Licio Gelli nonché l’elenco degli affiliati alla Loggia massonica, trovato nell’archivio di Castiglion Fibocchi. Una copia intonsa di questo libro è stata avvistata su una bancarella di Via Parboni a 5 € (E. P.)

Condividi:

Tag

Aste

sempre aggiornate

Tolkien

Harry Potter

stephen king

Dracula

R. R. Martin

Futurismo

BIBLIOFILIA

Occasioni

In Scadenza

Altri articoli sul Blog

In uscita “Norme per la redazione di un testo radiofonico” di Gadda

In uscita 2018 per Adelphi la ri-edizione di “Norme per la redazione di un testo radiofonico” di Carlo Emilio Gadda, fresco come se fosse stato scritto oggi e non nel 1953.

Condividi:

Dormire con il diavolo, di Robert Baer

Al mercatino del libro usato organizzato dalla Biblioteca degli Intronati di Siena avvistata una copia del libro “Dormire con il diavolo” di Robert Baer.

Condividi:

“Sputiamo su Hegel” l’opera scandalo di Carla Lonzi

Tra i libri degli anni ’70, sul tema sull’emancipazione della donna e sulla filosofia di vita al femminile, uno dei più importanti scritti femministi è “Sputiamo su Hegel” di Carla Lonzi (Scritti di Rivolta femminile, 1970). All’epoca fece scandalo la distinzione fra amore clitorideo e vaginale.

Condividi: