"Se un libro scompare, magari vuole solo essere lasciato in pace"

 

La triste storia di un famoso ladro (e un libro già scomparso…)

 

Valerio Viccei (1955-2000) era in semilibertà dal 10 ottobre 1996, su disposizione del tribunale di sorveglianza dell’Aquila, quando, il 19 aprile 2000, morì in circostanze non del tutto chiarite, coinvolto in uno scontro a fuoco durante un’operazione della polizia.

Chi era stato Valerio Viccei? Addirittura il cervello della rapina del secolo, perpetrata il 12 luglio del 1987 a Londra nel quartiere di Knigthsbridge, nel caveau del Safe Deposit Center e che fruttò, si dice, un bottino di 140 miliardi di lire solo parzialmente recuperato.

Personaggio iconico, conosciuto e temuto nel Regno Unito, da cui fu estradato in Italia per scontare gli ultimi anni della pena non senza uno strascico polemico, si dice che Viccei fosse a conoscenza di alcuni segreti di alto livello, proprio appresi dai documenti trafugati – assieme a ingenti somme in denaro – dal caveau londinese.

Questa circostanza, mai chiarita e su cui è rimasto un alone di leggenda, lo ha portato ad essere ritenuto depositario di scottanti dossier che avrebbero potuto essere devastanti sotto il profilo politico, se rivelati.

Nel novembre 1993, per esempio, The Mail on Sunday riporta alcune dichiarazioni attribuite a Valerio Viccei secondo cui tra le cassette del Knightsbridge svaligiate, ce ne sarebbe stata una che non conteneva denaro o gioielli, bensì non meglio precisati documenti appartenuti a Roberto Calvi, che egli avrebbe poi fatto sparire.

Ad ogni modo, tali rivelazioni saranno giudicate inattendibili dai magistrati,

Su di lui la John Blake Publishing negli anni ha stampato tre titoli che ne raccontano le ‘gesta’.

 

Knightsbridge: the Robbery of the Century, di Valerio Viccei (John Blake Publishing, 1993).

 

Too fast to live, di Valerio Viccei (Blake Publishing, 2000).

 

Live by the Gun Die by the Gun, di Valerio Viccei (John Blake Publishing, 2004).

 

L’unico libro in italiano fu stampato da Marcello Baraghini con la sua sigla diversi anni più tardi.

 

Lupo: la vera storia del bandito Valerio Viccei, di Teresa Valiani; Raffaella Viccei (Viterbo, Stampa Alternativa/Nuovi Equilibri, 2012).

 

 

Dalla scheda editoriale di Lupo:

“Una vita dentro a un grido, l’ultimo, che concentra in un istante migliaia di emozioni, tutte a tinte forti. Teresa Valiani e Raffaella Viccei raccontano l’uomo che hanno conosciuto in momenti diversi, la sua sfrontatezza, l’intolleranza alle regole vissuta, come in un paradosso, per tanti anni dietro le sbarre. Ma anche il suo volto inedito, di figlio, fratello, amico. Valerio Viccei andava avanti, solo avanti, troppo, per diventare “un bandito in pensione”. Così è il Lupo raccontato da chi lo ha visto vivere da capobranco e morire come chi brucia la candela da entrambe le parti. In primo piano l’attentato al ripetitore Rai, il coinvolgimento nel caso Calvi, la latitanza londinese e la colossale rapina di Knightsbridge, “la rapina del secolo”. Sullo sfondo la provincia marchigiana degli anni di piombo, lacerata tra le Br di Patrizio Peci e la banda nera di Gianni Nardi. La famiglia Viccei rompe il silenzio e racconta senza censure una vita “contro”, il viaggio all’inferno nei penitenziari di massima sicurezza italiani e inglesi e la profonda sofferenza di chi ha visto il proprio primogenito trasformarsi da un giorno all’altro nel pericolo pubblico numero uno. Fino alla rivelazione finale. Prefazione di Giancarlo Minicucci.”

 

 

Disponibilità dei libri (sempre aggiornato)

 

Tag

Aste

sempre aggiornate

Tolkien

Harry Potter

stephen king

Dracula

R. R. Martin

Futurismo

BIBLIOFILIA

Occasioni

In Scadenza

Altri articoli sul Blog

Mauro Corona – Il soffio del gallo forcello

https://www.ebay.it/itm/255024014069

Bibliofilia, edizioni numerate, plaquette & chicche editoriali

SEMPRE AGGIORNATO – Edizioni numerate, bibliofilia, editoria di pregio, libri da collezione, plaquette, “chicche” editoriali: sempre aggiornato con nuove segnalazioni.

In asta l’esemplare n. 1 della tiratura numerata della “Canzona di Bacco” di Lorenzo il Magnifico illustrata da Walter Piacesi (1977)

Edizione privatissima stampata con i tipi della Tipografia Niccolai di Pistoia – inverno 1977 – arricchita da due acqueforti di Walter Piacesi. Torello Bellandi ne ha curati e fatti stampare 65 esemplari. La cosiddetta Canzona di Bacco è un componimento poetico scritto presumibilmente nel 1490.

Settembre 2019: novità in casa Henry Beyle e Gingko Edizioni

In uscita “La crusca allo stadio”, di Achille Campanile (Henry Beyle, 2019) e di “The Only Man Dressing for Dinner”, di Giuseppe Salvago Raggi (Gingko Edizioni, 2019).