"Ogni libro par che dorma, eppur sua è ogni orma"
Porta Portese  /  
25 Ottobre 2020

I “Misteri” di Knut Hamsun al mercatino di Porta Portese

ROMA PORTA PORTESE Domenica 25 Ottobre 2020 Su una bancarella di Via Parboni, quella gestita dai titolari a Roma della Libreria Simon Tanner in Via Lidia, è stato avvistato, tempo fa, un libro dello scrittore norvegese Knut Hamsun (1850-1952), vincitore del Premio Nobel per la letteratura nel 1920. Si tratta del libro: Misteri, uno dei suoi capolavori. Il romanzo venne pubblicato per la prima volta nel 1892. La prima edizione italiana è quella della Sonzogno del 1931. Quella che ora si segnala è la prima edizione pubblicata da Rizzoli a marzo 1979, nella pregevole collana Il ramo d’oro, con prefazione di Claudio Magris e traduzione di Attilio Veraldi. Il volume (472 pagine in formato poco più grande del sedicesimo) è rilegato in tela blu, con caratteri color oro al dorso e stemmino della casa editrice al piatto anteriore sempre color oro e sovraccoperta. Il libro, in condizioni perfette, costava 15 € (E. P.)

 

Disponibilità dei libri citati (sempre aggiornato)

 

Tag

Aste

sempre aggiornate

Tolkien

Harry Potter

stephen king

Dracula

R. R. Martin

Futurismo

BIBLIOFILIA

Occasioni

In Scadenza

Altri articoli sul Blog

Il Manuale del Kart (Marco Natoli) + Kart messa a punto (Facchinelli). Volumi rarissimi. Punti di riferimento per il kart

Libri pressoché introvabili; sono considerati dagli esperti e dagli appassionati ancora il punto di riferimento per il kart.

“Peccati” di gioventù: Dan Brown, Maurizio Costanzo e Wanna Marchi

Tre libri di esordio non esaltanti per tre persone di cui due hanno preso poi strade completamente diverse nella vita. E anche chi ha continuato a scrivere lo ha fatto cambiando un po’ le carte in tavola. Vero, Dan Brown?

Un pezzo raro di fantapolitica in asta per pochi euro: il famoso “5 anni di governo Togliatti” (1953)

Un raro opuscolo di fantapolitica degli anni ’50, dove l’anonimo autore ventila l’ipotesi (mai verificatasi) di un Governo Togliatti con conseguenze disastrose per l’Italia, con attentati politici, morti misteriose di figure di primo piano, fino allo scioglimento della Repubblica nel 1953 quando l’Italia entra nell’orbita sovietica.

Sessanta piccoli libri indiani

Il pittore orvietano Giuseppe Brocchi fu ‘sconfitto’ dagli inglesi in Africa (conflitto del 1935-1936), deportato a Yol in India (distretto di Kangra, nello stato federato dell’Himachal Pradesh), dove trascorse un lungo periodo nel campo n. 27. Da un quadernetto si è recuperata la lista di lettura, il progetto di una piccola biblioteca personale. Articolo di Aldo Lo Presti.