"Avete fatto caso che gli unici roghi della storia riguardano libri e streghe?"

 

James Dean non è morto

James Dean non è morto: la vita del grande attore in un appassionante racconto (Roma, Novissima, [dopo il 1955!]). Tutto quello che si sa è che si tratta di un fascicolo alto 28 cm, di appena 63 pagine (di autore ignoto) e che risulterebbe posseduto da quattro biblioteche.

L’attore e icona del ‘900 James Dean (1931-1955) era morto da pochi giorni (il 30 Settembre) e in Italia già cominciavano gli instant book e le prime celebrazioni post mortem. Questo della Novissima potrebbe essere stato il primo ad uscire. I bibliotecari dell’OPAC SBN scrivono prudentemente: dopo il 1955.

Ed ecco la galleria fotografica:

 

Un altro libro-celebrazione

James Dean o il tormento di vivere, di Yves Salgues (Milano, Mursia & C. 1957)

James Dean o il tormento di vivere, di Yves Salgues (Milano, Mursia & C. 1957) è il più noto dei libri celebrativi su James Dean. Si tratta della prima traduzione italiana (il libro era uscito in Francia sempre nel 1957). Il libro si può ancora trovare.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Disponibilità del libro (sempre aggiornato)

 

 

 

[Si ringrazia R. G. per la segnalazione]

Questo sito web partecipa al Programma di affiliazione eBay e potrebbe percepire benefit fornendo collegamenti ai prodotti sui siti regionali di eBay.

Tag

Aste

sempre aggiornate

Tolkien

Harry Potter

stephen king

Dracula

R. R. Martin

Futurismo

BIBLIOFILIA

Occasioni

In Scadenza

Altri articoli sul Blog

Tre stupende edizioni numerate di Franz Kafka (Editions NRF/Gallimard, 1946/1947) in scadenza d’asta

Tre splendidi volumi (anni 1946-1947) in edizioni numerate delle Editions NRF / Gallimard di Parigi: Le Procès / Le Château / L’Amérique, di Franz Kafka: un connubio tra letteratura, grafica e bibliofilia. In asta su Catawiki.

Barlocco, Il Delatore & alcune storie curiose tra Genova, Kafka e i “gaspi”

La straripante personalità dello scrittore genovese Marcello Barlocco tra premi letterari, paragoni scomodi con Kafka e Poe, riviste d’avanguardia e un libro che dagli anni ’50 in poi si stampa ancora oggi. Articolo di Carlo Ottone.

Il problema numero uno? Le persone non leggono più!

Notiamo che gli scaffali delle librerie sono costellati da libri messi lì da un’industria sempre più incerta sul da farsi. Ma, perché stiamo leggendo sempre meno libri cartacei, e di conseguenza non li compriamo a sufficienza, in particolare in Italia?

Una sorprendente edizione di Dracula in dialetto milanese: da leggere & collezionare

Una sensazionale edizione di “Dracula” di Bram Stoker tradotta in milanese (anzi, “milanes”) da Lorenzo Banf. L’edizione, di oltre dieci anni fa, ormai piuttosto rara, è una delle più curiose mai realizzate dell’immortale romanzo della letteratura mondiale.