"Sull'inutilità di certi libri sarebbe utile scrivere un libro"
Focus | Speciali  /  
08 Marzo 2018

L’8 marzo e le “Fantasie sessuali femminili” di Nancy Friday

Fantasie sessuali femminili, di Nancy Friday (Roma, Limenetimena, 1977)

(Anche) le donne hanno fantasie sessuali

In tema di femminismo, uno dei libri più difficili da trovare – ringrazio R. G. per la segnalazione – è senza dubbio Fantasie sessuali femminili, di Nancy Friday (Roma, Limenetimena, 1977). E già il nome di questo editore è tutto un programma. Tìtolo originale: My secret garden, (London, Virago /Quartet, 1973). Chiaramente il luogo di stampa è fittizio, ma va riportato in quanto compare.

Il nome dell’autrice sembra il più scontato degli pseudonimi e invece è vero. Nancy Friday (scomparsa alla fine del 2017) è stata una scrittrice americana, attivista nella politica di emancipazione femminile.

Fantasie sessuali femminili è stato un bestseller in tutto il mondo, e ha reso famosa la Friday.

In Italia il libro fu portato dalla coraggiosa femminista Carmela Paloschi per Limenetimena (che già teneva una rubrica dallo stesso nome su Effe); in realtà la casa editrice era a Roma e stampava a nominalmente a Londra le sue pubblicazioni. Ai fini stretti di catalogazione e di bibliografia, risulta correttamente “[Roma]”. Forse bisognerebbe scrivere [Londra, ma Roma].

Nella galleria fotografica che segue ci sono altre parti del libro:

Il libro è stato ristampato da Mondadori nel 1992 e dal Club degli Editori (CDE) nel 1993.

Limenetimena (e sai che botte!!!)

Negli anni ’70 le femministe erano malviste, osteggiate e se possibile escluse dalla congrega sociale. Ci si può immaginare quante di queste pubblicazioni fossero praticamente alla macchia. Eppure le femministe si rivolgevano a tutto il genere femminile, cercando di coinvolgerlo in una vera e propria lotta di genere..

Scrive Federica Paoli in Pratiche di scrittura femminista (Milano, Fondazione Badaracco, Angeli, 2011):

[Le donne di Limetimena] non intendono, quindi, rivolgersi solo alle femministe: “ci rivolgiamo alle donne incazzate, alle proletarie, alle puttane, alle studentesse, lesbiche, drogate, casalinghe, alle vaginali e alle clitoridee”.

Mentre per Fantasie sessuali femminili al momento non sembra esserci speranza per una copia sul mercato di Internet, il discorso si fa diverso se spostiamo l’attenzione sugli altri titoli della casa editrice (che in tutto credo saranno stati una decina):

 

Disponibilità dei libri su ebay (sempre aggiornato)

 

Tag

Aste

sempre aggiornate

Tolkien

Harry Potter

stephen king

Dracula

R. R. Martin

Futurismo

BIBLIOFILIA

Occasioni

In Scadenza

Altri articoli sul Blog

“Il cadavere assassino” di George Meirs: da William “Sherlock” Tharps a… Guido Crepax”

Un “focus” su “Il cadavere assassino” di George (Giorgio) Meirs – due edizioni quasi introvabili (rispettivamente: 1914 e 1933) del clone di Sherlock Holmes – è anche il piacevole pretesto per scoprire le copertine Sonzogno anni ’60 disegnate dal grande Guido Crepax, l’indimenticabile creatore di Valentina. Articolo di Alessandro Zontini.

“Storia del libro”, di Frédéric Barbier alla Feltrinelli

ROMA LIBRERIA FELTRINELLI – Largo di Torre Argentina – Sabato 25 Aprile 2020. Si ricorda una passata acquisizione, quella di “Storia del libro – Dall’antichità al XX secolo”, di Frédéric Barbier (Edizioni Dedalo, 2004).

Giovanni Boccaccio: “La novella che non fu mai scritta”. Parola di Camilleri!

Guida Editori di Napoli ha inaugurato la collana “Falsi originali”, dove autori di oggi scrivono – con lo stile e la maniera di autori del passato – dei libri che quegli autori avrebbero (anche) potuto scrivere, se solo ci avessero pensato.

“Il mito dell’Arca” di John William Lake esce in lingua italiana!

Appare in libreria l’edizione italiana de “Il mito dell’arca” del reverendo inglese John William Lake (1823-1899) dove si sostiene che la storia del Diluvio Universale e dell’Arca di Noè sono delle leggende senza attinenze alla realtà. Non è però la prima edizione italiana…

Andy Warhol Ladies and Gentlemen (Luciano Anselmino, 1976) con l’ultimo scritto di Pasolini: rarissimo

Il rarissimo libro uscito a gennaio del 1976 che contiene l’ultimo scritto noto di Pier Palo Pasolini, ossia la prefazione datata “ottobre 1975” (egli fu trovato cadavere all’idroscalo di Ostia la mattina del 2 novembre 1975).