"Sull'inutilità di certi libri sarebbe utile scrivere un libro"
Focus | Speciali  /  
08 Marzo 2018

L’8 marzo e le “Fantasie sessuali femminili” di Nancy Friday

Fantasie sessuali femminili, di Nancy Friday (Roma, Limenetimena, 1977)

(Anche) le donne hanno fantasie sessuali

In tema di femminismo, uno dei libri più difficili da trovare – ringrazio R. G. per la segnalazione – è senza dubbio Fantasie sessuali femminili, di Nancy Friday (Roma, Limenetimena, 1977). E già il nome di questo editore è tutto un programma. Tìtolo originale: My secret garden, (London, Virago /Quartet, 1973). Chiaramente il luogo di stampa è fittizio, ma va riportato in quanto compare.

Il nome dell’autrice sembra il più scontato degli pseudonimi e invece è vero. Nancy Friday (scomparsa alla fine del 2017) è stata una scrittrice americana, attivista nella politica di emancipazione femminile.

Fantasie sessuali femminili è stato un bestseller in tutto il mondo, e ha reso famosa la Friday.

In Italia il libro fu portato dalla coraggiosa femminista Carmela Paloschi per Limenetimena (che già teneva una rubrica dallo stesso nome su Effe); in realtà la casa editrice era a Roma e stampava a nominalmente a Londra le sue pubblicazioni. Ai fini stretti di catalogazione e di bibliografia, risulta correttamente “[Roma]”. Forse bisognerebbe scrivere [Londra, ma Roma].

Nella galleria fotografica che segue ci sono altre parti del libro:

Il libro è stato ristampato da Mondadori nel 1992 e dal Club degli Editori (CDE) nel 1993.

Limenetimena (e sai che botte!!!)

Negli anni ’70 le femministe erano malviste, osteggiate e se possibile escluse dalla congrega sociale. Ci si può immaginare quante di queste pubblicazioni fossero praticamente alla macchia. Eppure le femministe si rivolgevano a tutto il genere femminile, cercando di coinvolgerlo in una vera e propria lotta di genere..

Scrive Federica Paoli in Pratiche di scrittura femminista (Milano, Fondazione Badaracco, Angeli, 2011):

[Le donne di Limetimena] non intendono, quindi, rivolgersi solo alle femministe: “ci rivolgiamo alle donne incazzate, alle proletarie, alle puttane, alle studentesse, lesbiche, drogate, casalinghe, alle vaginali e alle clitoridee”.

Mentre per Fantasie sessuali femminili al momento non sembra esserci speranza per una copia sul mercato di Internet, il discorso si fa diverso se spostiamo l’attenzione sugli altri titoli della casa editrice (che in tutto credo saranno stati una decina):

 

Disponibilità dei libri su ebay (sempre aggiornato)

 

Condividi:

Tag

Aste

sempre aggiornate

Tolkien

Harry Potter

stephen king

Dracula

R. R. Martin

Futurismo

BIBLIOFILIA

Occasioni

In Scadenza

Altri articoli sul Blog

Attenzione alle copie pirata – Elena Ferrante e Primo Levi: due casi recenti!

In questo inizio di 2020 fioccano le segnalazioni di copie pirata, contraffatte e comunque non originali di vari libri “che vanno per la maggiore” e che sono in commercio, come “La vita bugiarda degli adulti” di Elena Ferrante e “Se questo è un uomo” di Primo Levi. Un fenomeno che si riaffaccia?

Condividi:

Tragedia: allagati preziosi manoscritti di J. R. R. Tolkien e Stephen King

Per chi ama i libri è l'eterna ossessione e di certo nessun vorrebbe trovarsi nei panni dello statunitense Gerald Winters. Un danno che colpisce soprattutto gli appassionati di J.R.R. Tolkien e Stephen King. Circa un anno e mezzo fa, l'americano Gerald Winters lasciò...

Esce “Abisso” di Dean Koontz: in italiano il thriller con la profezia del Coronavirus

Dopo il clamore mediatico in tutto il mondo, anche in Italia esce “Abisso” di Dean Koontz, il romanzo-profezia sul Coronavirus. La data fissata è il 13 Marzo 2020.

Condividi:

“Stan the man. Stan Lee un nuovo immaginario tra fumetti e media” in libreria

ROMA LIBRERIA FELTRINELLI Viale Marconi – Martedì 12 Novembre 2019 – Esattamente un anno fa ci lasciava Stan Lee (era nato nel 1922), come noto, il presidente e direttore editoriale della grande casa editrice di fumetti Marvel. In libreria un grande libro sulla sua vita e sulla sua produzione.

Condividi:

Due libri cult di cinofilia: “A tu per tu con il cane” e “Il cane preso sul serio” di Eberhard Trumler

I due libri sui cani dell’etologo austriaco Eberhard Trumler, che uscirono negli anni ’70, sono diventati nel tempo dei “cult” assoluti: ricercati, rastrellati dal mercato, gelosamente custoditi; i venditori se li fanno pagare bene, ma è innegabile che rappresentano una fetta della nostra storia, del costume di quell’epoca.

Condividi: