"Avete fatto caso che gli unici roghi della storia riguardano libri e streghe?"

ROMA PORTA PORTESE Domenica 30 Agosto 2020 Su una bancarella di Via Ippolito Nievo a Porta Portese, era apparsa tempo fa una pubblicazione che può a ben ragione essere definita una rarità sia per studiosi che per amatori. Si tratta di un libro (23,5 x 22 cm) rilegato in tela rossa e con titolo in oro al dorso e al piatto anteriore, intitolato: Largo di Palazzo. Dalla memoria al progetto (1650-2000), edito in prima e unica edizione nell’anno 2000 dalla strana casa editrice Valerio Maioli Impianti di Ravenna e stampato in 3000 copie non venali su carta avoriata opaca e rilegato con filo refe cucito a mano. La pubblicazione tratta dell’avvenuto recupero urbanistico di una vasta area della città di Napoli, limitrofa alla storica famosa Piazza del Plebiscito, ad uso parcheggio e fatta tornare, dopo complessi lavori di ristrutturazione, al suo antico splendore. Il libro, con prefazione di Antonio Bassolino e cura dei testi di Ermanno Bellucci e Ornella Scognamiglio, è altresì corredato da splendide illustrazioni tratte da stampe d’epoca e fotografie a colori. Il libro costava, come nuovo, 5 € (E. P.)

Disponibilità del libro (sempre aggiornato)

Questo sito web partecipa al Programma di affiliazione eBay e potrebbe percepire benefit fornendo collegamenti ai prodotti sui siti regionali di eBay.

Tag

Aste

sempre aggiornate

Tolkien

Harry Potter

stephen king

Dracula

R. R. Martin

Futurismo

BIBLIOFILIA

Occasioni

In Scadenza

Altri articoli sul Blog

Il libro più raro, controverso e inquietante su Rasputin: “Rasputin e gli ebrei” (1921), scritto dal suo segretario

Sconosciuto alla stessa Biblioteca di Stato russa e alla Nazionale di Mosca, “Rasputin i yevrei” di Aron Simanovich, una specie di sogno proibito del bibliofilo e collezionista russo medio.

“Avene selvatiche” di Alessandro Preiser, ancora un libro cult?

Un libro già molto difficile da trovare a un prezzo accettabile, che rappresenta un piccolo oggetto di culto perché mitizza il mondo delle giovani leve di destra nei caldi anni ’70; il suo autore è un ex militante durante gli anni di piombo.

“Lo squalo” di Peter Benchley, il primo morso non si scorda mai

Il romanzo dello scrittore americano fu d’ispirazione a Steven Spielberg per il suo capolavoro, un film che ha segnato un’epoca e una generazione. La prima edizione di Mondadori del 1974 presenta una copertina che ancora oggi stupisce.

“Vivere con il terremoto”: un libro che fa riflettere sul dramma sociale del terremoto dell’Irpinia nel 1980

“Vivere con il terremoto” è un libricino pubblicato nel 1981, curato dal Centro studi libertari di Napoli e contiene appunti del Comitato campano antinucleare. Offre una visione approfondita delle condizioni economiche e sociali delle zone terremotate dell’Italia meridionale, in particolare riferendosi ai terremoti che hanno colpito la regione nel 1980.