"Ogni libro par che dorma, eppur sua è ogni orma"
mercatini di Roma  /  
11 Novembre 2020

“Moro rapito”, di Ivo Mej: il caso Moro e i media

A spasso tra i (tanti) misteri del caso Moro

di Enrico Pofi

 

ROMA MERCATINO A VIA ROITI IN ZONA MARCONI Mercoledì 11 Novembre 2020 Tempo fa, presso il mercatino dell’usato in oggetto indicato, è stato avvistato un interessante libro su “Il Caso Moro“. Lo ha scritto il giornalista, saggista e conduttore televisivo Ivo Mej (classe 1961) e s’intitola: Moro rapito: personaggi, testimonianze, fatti, pubblicato in prima edizione dall’editore Barbera di Siena a febbraio 2008, nella collana “Planet“.

Il saggio si propone di esaminare, in modo particolare, quello che fu il comportamento dei media durante il rapimento dello statista e come dal fatidico e tragico giorno del suo rapimento (16 marzo 1978) sia cambiato definitivamente il modo di fare informazione nel nostro paese. La prefazione è di Francesco Cossiga (all’epoca Ministro dell’Interno) e un stralcio della stessa viene riprodotto in copertina del libro stesso:

“Una analisi più completa del fenomeno terrorismo e del punto più alto di esso: il rapimento e l’uccisione di Aldo Moro, non vi è ancora stata. Questo libro potrebbe fornire un contributo ad essa”.

La postfazione è di Mario Morcellini (che fu Presidente Emerito della Facoltà di Scienze della Comunicazione all’Università di Roma) secondo il quale: “il rapimento di Moro e la sua rappresentazione sono stati per chi li ha vissuti un gigantesco e angoscioso psicodramma collettivo“.

Lo studio è inoltre arricchito dalle testimonianze di tanti personaggi che vissero in prima persona quel giorno carico di angoscia e preoccupazione. Abbiamo così le testimonianze di Giulio Andreotti (allora Presidente del Consiglio), di Giovanni Moro (figlio di Aldo), Franco Alfano (all’epoca Direttore di GBR News, l’emittente che per prima diede la ferale notizia), ma anche di persone come Corrado Augias, Eugenio Scalfari, Gustavo Selva, Bruno Vespa, Pupi Avati, Giuliano Ferrara, Dario Fo, Oliviero Toscani e tanti altri ancora. Il libro, un brossurato di 141 pagine, era prezzato euro 2,75.

 

Disponibilità del libro (sempre aggiornato)

 

Moro rapito! Personaggi, testimonianze, fatti – Ivo Mej

EUR 15,50
Disponibile su IBS
Compralo Subito per soli: EUR 15,00
Compralo Subito

Tag

Aste

sempre aggiornate

Tolkien

Harry Potter

stephen king

Dracula

R. R. Martin

Futurismo

BIBLIOFILIA

Occasioni

In Scadenza

Altri articoli sul Blog

“UFO: Il dizionario enciclopedico”, di Roberto Malini e Margherita Campaniolo

FIUMICINO (ROMA) LIBRERIA MONDADORI CENTRO COMMERCIALE PARCO LEONARDO Giovedì 14 Maggio 2020 “UFO: Il dizionario enciclopedico”, di Roberto Malini e Margherita Campaniolo – ritrovamenti passati alla Libreria Mondadori di Fiumicino.

“Banksy Captured”, di Steve Lazarides: l’edizione Deluxe Black con cofanetto in asta

“Banksy Captured”, di Steve Lazarides: l’edizione Deluxe Black 2020 con cofanetto in asta.

“Dissertazioni sopra le apparizioni de’ spiriti e vampiri” di Augustin Calmet in bancarella

MILANO FIERA DI SINIGAGLIA Sabato 6 Ottobre 2018 Avvistata una copia (anastatica del 1969) dell’opera “Dissertazioni sopra le apparizioni de’ spiriti, e sopra i vampiri” di Augustin Calmet (Milano, Ancient Libri d’Altri tempi, 1969).

Esce “L’amore dei libri” di Jules Janin – prima edizione in italiano di un classico riscoperto della bibliofilia francese

Prima edizione con traduzione italiana dell’opera del critico francese Jules Janin (1804-1874); pubblicata precedentemente su rivista ed opuscolo (seconda metà dell’Ottocento); il saggio è in forma di lettera ad un giovane amico, a cui fornisce consigli per allestire la propria biblioteca, ed è quindi dedicata alla “passione per i libri”.

Sherlock Holmes e lo strano caso: quando Roland Topor e la Renault uniscono le forze

“Sherlock Holmes e lo strano caso” di Roland Topor (Renault Italia, 1982) è un rompicapo psicologico, perché il giocatore, dalla disposizione che darà alle figure sul piano, potrà ricavare un ritratto del proprio io davvero sorprendente. La cosa divertente (e alienante) è che ogni giocatore può giocare una sola volta nella vita. Articolo di Alessandro Brunetti.