"Sull'inutilità di certi libri sarebbe utile scrivere un libro"
avventure di un bibliofilo  /  
23 Settembre 2020

Un romanziere spagnolo che non ebbe fortuna in Italia: José Francés

Poliedrico spagnolo, amante del racconto breve e “voce narrante” di Sherlock Holmes

José Francés y Sánchez-Heredero (1883-1964) già noto con lo pseudonimo di Silvio Lago (con cui recensiva in campo artistico) è stato giornalista, critico d’arte, traduttore e romanziere spagnolo.  Come narratore si distinse particolarmente nel racconto breve, genere in cui vinse importanti premi e da lui preferito, poiché ne scrisse più di quattrocento, riuniti in varie raccolte.

I suoi romanzi, una ventina, sono inferiori alle sue storie brevi ma gli hanno comunque conferito premi in patria. Tra questi, il tema più frequente che affronta è quello erotico, e vale la pena citare El alma viajera (1908) e La mujer de Nadie (1915), quest’ultimo fu il suo più grande successo popolare.

Si è fatto apprezzare come traduttore dall’inglese dei racconti polizieschi di Arthur Conan Doyle e Edgar Allan Poe. In particolare le storie che vedono protagonista Sherlock Holmes e tradotte da Francés fin dall’inizio del 1900, vengono stampate anche ai nostri giorni. Per esempio dalla Editorial Aldevara di Madrid, di cui si trovano in rete edizioni fino al 2009.

Il figlio della notte, di José Francés (Firenze, Cianferoni, 1945)

In Italia sembrerebbero usciti solamente tre libri, con la firma semplificata in José Francés. Tutti oggi estremamente rari. Essi sono: I due Galli (Sarno, Tipografia Fischetti, 1914); L’anima errante (Roma, Casa Editrice M. Carrà, 1922); Il figlio della notte (Firenze, Cianferoni, 1945). Oltre a una moltitudine di racconti sparsi su riviste e periodici.

 

 

 

 

 

 

 

Disponibilità dei libri (sempre aggiornato)

 

 

 

 

 

Condividi:

Tag

Aste

sempre aggiornate

Tolkien

Harry Potter

stephen king

Dracula

R. R. Martin

Futurismo

BIBLIOFILIA

Occasioni

In Scadenza

Altri articoli sul Blog

È uscito “Nuovi casi per il cacciatore di libri”: il nuovo libro di Simone Berni

A grande richiesta – esce il mio nuovo libro, otto (quasi nove) anni dopo il “Manuale”. Si intitola “Nuovi casi per il cacciatore di libri”. Conta 562 pagine, descrive oltre cinquecento nuovi libri e si presenta in uno stupefacente formato gigante a lettura agevolata.

Condividi:

Lega Nord, Umberto Bossi e la satira graffiante nei libri degli anni ’90

I libri contro Umberto Bossi e il fenomeno Lega Nord degli anni ’90, quando il movimento leghista era una novità nel contesto politico e Bossi l’uomo nuovo che tutti imparavano a conoscere, sono poco considerati. Ne citerò sette per comprendere un fenomeno di fine secolo ben preciso. Lo spunto per una collezione.

Condividi:

I libri introvabili sul “caso Jacques Fesch”, il ghigliottinato in odor di Santità

Molto rari, ricercati e dalle valutazioni spesso assurde (oltre mille euro) i libri sul caso di Jacques Fesch, il giovane omicida francese ghigliottinato all’età di 27 anni nel 1957 – da tempo in odor si santità per una stupefacente conversione durante gli anni del carcere, quando era in attesa dell’esecuzione della pena capitale.

Condividi:

“In nome di Dio” di David Yallop al mercatino

ROMA PORTA PORTESE Domenica 17 Giugno 2018 Avvistata una copia di “In nome di Dio – La morte di Papa Luciani”, di David Yallop (Tullio Pironti, 1987).

Condividi:

“Umori e amori” di Milena Milani al mercatino

ROMA MERCATINO DI VIA ROITI, TRAVERSA DI VIALE MARCONI Mercoledì 8 Luglio 2020 avvistato “Umori e amori” di Milena Milani (Rusconi, 1982).

Condividi: