"Avete fatto caso che gli unici roghi della storia riguardano libri e streghe?"

Una copia del sempre ricercato Il ritorno delle fate di Arthur Conan Doyle (Carnago, Sugarco, 1992) è sempre un titolo interessante da mettere in collezione, se si segue la produzione di Arthur Conan Doyle, il celebre creatore di Sherlock Holmes, il quale, in età avanzata, cominciò ad avere un debole per lo spiritismo (molto in voga all’epoca) e manifestò una certa curiosità intellettuale verso il mondo delle fate e dei folletti, nella più genuina tradizione anglosassone.

Il ritorno delle fate in prima edizione è un must per i collezionisti e i fan di Conan Doyle, e ci sono rimaste poche copie sul mercato e sui vari siti internet; tra l’altro, non sempre si tratta della prima edizione del 1992; si ricorda al lettore che di questo libro lo stesso editore fece una ristampa nel 2009 ma con una copertina differente.

 

 

Disponibilità del libro (sempre aggiornato)

 

Questo sito web partecipa al Programma di affiliazione eBay e potrebbe percepire benefit fornendo collegamenti ai prodotti sui siti regionali di eBay.

Tag

Aste

sempre aggiornate

Tolkien

Harry Potter

stephen king

Dracula

R. R. Martin

Futurismo

BIBLIOFILIA

Occasioni

In Scadenza

Altri articoli sul Blog

I due introvabili volumi di “Casa Savoia” di Paolo Schicchi

“Casa Savoia” dell’anarchico antifascista Paolo Schicchi è una vera e propria requisitoria della famiglia reale – la genesi dei due volumi è legata alle vicissitudini del suo autore esiliato e condannato dall’Italia fascista.

Protetto: Il Kamasutra: tra pop-up e “libri da comodino” [password: kamasutra]

Non è disponibile alcun riassunto in quanto si tratta di un articolo protetto.

Una copertina sconosciuta per “L’orsacchiotto Ninni Puf” di A. A. Milne

Viene segnalata una copertina sconosciuta della prima edizione di “L’orsacchiotto Ninni Puf” (Winnie the Pooh) di Alan A. Milne (Milano, Genio, 1936). Potrebbe trattarsi di una ricopertinatura non annunciata dall’editore o di una edizione pirata.

“La polvere sull’erba” di Alberto Bevilacqua nell’edizione del 1955: e dicevano che non era mai uscita…

“La polvere sull’erba” di Alberto Bevilacqua (1955) si pensava non fosse mai stato stampato per una autocensura di Salvatore Sciascia.

“Storie del mio bazar” di Alberto Pirajno (Alpes, 1929): un libro di un autore italiano quasi sconosciuto che David Bowie leggeva

La storia appassionante di Alberto Pirajno (1886-1968), uno scrittore oggi dimenticato, figlio di due culture (italiana e inglese), autore forse incompreso ma con lettori interessati fino ai giorni nostri, non ultimo David Bowie. Articolo di Alessandro Zontini.