"Se un libro scompare, magari vuole solo essere lasciato in pace"

Un editore come De Luca, di autori vari (Roma, Edizioni della cometa, 1988)

ROMA PORTA PORTESE Domenica 23 Settembre 2018. Su una bancarella di Via Parboni è stata avvistata una “chicca” per bibliofili: un volumetto di 94 pagine formato 9 cm. x 12 cm., dal titolo Un editore come De Luca, pubblicato dalle Edizioni della Cometa il 30 aprile 1988 in mille copie numerate. Luigi De Luca (1907-1960) fu un editore di letteratura, poesia e critica d’arte. Iniziò l’attività come tipografo negli anni ’30 del secolo scorso e nel dopo-guerra fu a Roma una figura di riferimento per il mondo culturale. Morì prematuramente in modo tragico a seguito di un incidente automobilistico nei pressi della Capitale. Il libretto in oggetto, ricco di foto d’epoca,comprende scritti di Toti Scialoja, Giorgio Caproni, Elena Croce e altri. L’esemplare in oggetto porta il n° 403 e, con tanto di fascetta editoriale, viene offerto, come nuovo, a 10 € (E. P.)

Tag

Aste

sempre aggiornate

Tolkien

Harry Potter

stephen king

Dracula

R. R. Martin

Futurismo

BIBLIOFILIA

Occasioni

In Scadenza

Altri articoli sul Blog

Libri sulle automobiline? Sì, ma in stile prussiano

Alba, editore tedesco specializzato in riviste dedicate al modellismo ferroviario, alla fine degli anni ’80 pubblicò una serie di agili volumi anche per gli appassionati delle automobiline in varie scale. Articolo di Alessandro Brunetti.

“Il campo dei Santi” di Jean Raspail sta andando a ruba in queste ore…

Dopo la scomparsa del suo autore, “Il campo dei Santi” di Jean Raspail (Padova, Edizioni Libreria AR Il Cavallo Alato, 1998) sta prendendo il volo. Un romanzo visionario che ha previsto in largo anticipo l’emergenza immigrazione di questi anni.

E se fosse davvero una dedica di Goffredo Parise a Italo Calvino? I mille dubbi degli autografi d’autore

Ci sono sempre mille interrogativi – tutti leciti – quando si vede in vendita a 15 € un libro di Goffredo Parise con dedica autografa ‘al mio Italo’. Molto probabilmente Italo Calvino. E se, per una volta, fosse autentico?