"Avete fatto caso che gli unici roghi della storia riguardano libri e streghe?"

 

ROMA BANCARELLA IN VIA ETTORE ROLLI ZONA MARCONI Sabato 1 Giugno 2024 [ma un po’ di tempo fa…]. Non c’è dubbio che Michail Bulgakov (1891-1940) sia oggi universalmente considerato uno dei maggiori scrittori del Ventesimo secolo e che Il Maestro e Margherita sia ritenuto il suo capolavoro.

Quest’opera venne pubblicata per la prima volta nel novembre 1966 a tanti anni dalla morte dell’Autore sulla rivista mensile Moskva, ma è noto come essa circolasse clandestinamente (a livello di samizdat) già da molti anni prima della presentazione al grande pubblico, anche se è altrettanto noto come Bulgakov fosse il commediografo preferito di Stalin.

Si tratta di un romanzo brillante e sovversivo, arguto e inquietante allo stesso tempo, che ha per protagonista il diavolo da una parte e l’immobile società sovietica dall’altro: furono queste convinzioni e la soddisfazione dello scrittore che provava nel farsi beffe dell’autorità, che gli valsero la censura da parte della leadership sovietica.

Anche in Italia in verità per alcuni anni non fu facile procurarsi e poter leggere un’edizione integrale de Il Maestro e Margherita, completa cioè di tutte quelle parti che nella prima pubblicazione, quella appunto, come si è detto, apparse sulla rivista Moskva erano state tagliate e soppresse.

Ebbene, una di queste prime edizioni è proprio quella avvistata, tempo fa, su una bancarella di Via Ettore Rolli a Roma in zona Marconi e pubblicata in prima edizione dalla Mondadori a marzo 1991 negli Oscar della collana Classici Moderni, con traduzione e note di Maria Serena Prina e postfazione di Igor Sibaldi.

Questa edizione inoltre si raccomanda particolarmente in quanto in Appendice riporta anche il racconto incompiuto All’amico segreto (1929) e la Lettera Al Governo dell’Urss, inviata dallo scrittore nel 1930 a Stalin.

La copia che si segnala, con in copertina la riproduzione di un quadro di Vasilij Kandinskij, costava, allo stato di nuovo, 3 € (E. P.)

 

Disponibilità del libro (sempre aggiornato)

 

 

Quale fra queste è la prima edizione italiana?

 

Il Maestro E Margherita, Michail Bulgakov; Traduttore-Vera Dridso; Prefazione-Vittorio Strada, Einaudi 1967

EUR 17,00 circa
Disponibile su ABEBOOKS
Compralo Subito per soli: EUR 17,00 circa
Compralo Subito

 

 

Questo sito web partecipa al Programma di affiliazione eBay e potrebbe percepire benefit fornendo collegamenti ai prodotti sui siti regionali di eBay.

Tag

Aste

sempre aggiornate

Tolkien

Harry Potter

stephen king

Dracula

R. R. Martin

Futurismo

BIBLIOFILIA

Occasioni

In Scadenza

Altri articoli sul Blog

Depero: dal futurismo alla casa d’arte (Milano, Charta, 1994)

Su eBay qualche copia sottoprezzo del ricercato Depero: dal futurismo alla casa d’arte (Milano, Charta, 1994). Catalogo della Mostra tenuta a Roma nel 1994-1995 al Palazzo delle Esposizioni.

Biblohaus Edizioni presenta il catalogo storico al prossimo Salone di Milano

Le Edizioni Biblohaus di Macerata saranno presenti al Salone della Cultura di Milano (19-20 Gennaio 2019) con il nuovo Catalogo Storico in una stupefacente edizione ottonata personalizzabile. Da sola vale il “prezzo del biglietto”.

Esce “L’Economia spiegata facile” [alle masse] di Costantino Rover

Esce un importante libro per conto delle Edizioni Gingko di Verona. Si tratta di “L’Economia spiegata facile”, di Costantino Rover (2019). Un manuale che è una vera e propria bussola per i tempi moderni. Capire spread, sovranismo, mercati finanziari, debito pubblico, tasse.

“Come una preda braccata” (2004) di Laura Maggi: la storia della tragedia mineraria di Ribolla del 1954

Bellissima e importante cronistoria della tragedia consumata nella miniera di Ribolla (GR) il 4 maggio 1954 dove persero la vita 43 minatori. Sullo stesso argomento è noto il saggio a quattro mani I minatori della Maremma di Carlo Cassola e Luciano Bianciardi (1956).

“Lavorare stanca” di Cesare Pavese alla Stazione di Posta

FIRENZE SCANDICCI Martedì 31 Luglio 2018 Studio Bibliografico “Stazione di Posta” avvistata la rarissima edizione “Lavorare stanca”, di Cesare Pavese (Firenze, Edizioni di Solaria, 1936).