Piero Santi (1912-1990)  è stato uno scrittore Volterrano, fiorentino d’adozione. Nei suoi racconti, perlopiù ambientati a Firenze, egli esprime le miserie e le contraddizioni dell’uomo comune.

I suoi primi romanzi veri e propri (che gli decretarono un discreto successo) sono Il sapore della menta (Firenze, Vallecchi, 1963) e Libertà condizionata (Firenze, Vallecchi, 1966). I personaggi di Santi sono gente comune, con le loro vite appiattite nel quotidiano, ma anche intrise di sogni di emancipazione, veri e propri aneliti di fuga da una realtà che tende sempre più a invischiarli nelle cose di tutti i giorni, nei problemi incancreniti della vita comune.

Avventure nel parco è una raccolta di racconti. Il “quasi” esordio letterario dell’autore. Secondo il catalogo delle biblioteche italiane sembrerebbe in unica edizione (Firenze, Rivoluzione, 1942). Trattasi della cosiddetta edizione originale stampata in 400 esemplari numerati, con un ritratto di Ottone Rosai.

Noto che in rete ci sono anche alcune copie con lo stesso titolo – la copertina è totalmente differente – che risulterebbero uscite nello stesso anno (1942) dalle Edizioni Il Fiore, sempre di Firenze – stesso numero di pagine.

Non è dato sapere quale sia la vera prima edizione.

Ultim’ora

Un amico (G. B. di Firenze) mi fa notare che in “Libri e riviste. Catalogo delle edizioni delle riviste letterarie italiane fra le due guerre (1919-1943)” di Gioia Sebastiani, a p. 110 sta scritto che quando Rivoluzione cessa le pubblicazioni i libri in deposito furono rilevati dalla casa editrice il Fiore, che li ricopertinò. Quindi, rispondendo alla domanda nel titolo, la prima edizione è quella di Rivoluzione.