"Avete fatto caso che gli unici roghi della storia riguardano libri e streghe?"

 

Segnalazione Flash

Raro e conteso titolo sulla 132ª Divisione corazzata “Ariete”

C’è un libro, mai ristampato, che le poche volte che capita sui mercati spunta sempre valutazioni molto alte, tali da o scoraggiare gli acquirenti o costringerli a uno sforzo economico non preventivato.

Molti cedono, per la sua importanza, per essere uno dei pochi libri sulla Guerra d’Africa. Basti pensare alla Battaglia di El Alamein per capire l’importanza del libro.

Il titolo in questione è Buche e croci nel deserto: apoteosi della divisione cr. Ariete, di Giuseppe Rizzo (Verona, Tipografia Editrice Aurora, 1969).

 

Da un giornale dell’ottobre 1942

“In diretta da El Alamein, 23 ottobre 1942 – A pochi mesi dall’ultimo scontro sfociato in una situazione di stallo, ritorniamo di nuovo nel cuore pulsante del teatro bellico del Nord Africa. La seconda battaglia di El Alamein è iniziata.

Sul campo, una tensione palpabile: da un lato le forze dell’Asse, guidate dal feldmaresciallo Erwin Rommel, dall’altro l’8ª Armata britannica, comandata dal generale Bernard Law Montgomery. Si tratta di un incontro titanico tra due strategie belliche, due visioni di comando diametralmente opposte.

L’apertura delle ostilità ha avuto luogo con la massiccia offensiva britannica – nome in codice: Operation Lightfoot. I primi giorni sono caratterizzati da intensi combattimenti e pesanti perdite da entrambe le parti. Le forze di Rommel, tuttavia, sono costrette a fare un passo indietro di fronte alla netta superiorità numerica e materiale britannica.

Osservando il campo di battaglia, è evidente la disperazione degli interi reparti dell’Asse, in particolar modo per gli italiani, senza veicoli a disposizione e forzati alla resa. Un contesto ulteriormente esacerbato dagli ordini di Adolf Hitler, ben noti per la loro imperatività: resistenza estrema sul posto, anche contro il parere di Rommel.

Nonostante tale complesso scenario, si deve sottolineare la resistenza degli italiani, difendendo la posizione fino all’ultimo. Intanto, i tedeschi iniziano a ritirarsi. Il 5 novembre giunge la notizia: la battaglia è conclusa, con una vittoria britannica. La seconda battaglia di El Alamein si conferma, quindi, momento di svolta decisivo nella campagna del Nord Africa.

Il ripercussioni di questa vittoria risuonano ancora oggi. Questo scontro ha infatti aperto la strada alla resa definitiva delle forze dell’Asse in Tunisia, nel maggio 1943, segnando così la fine della campagna del Nord Africa.”

 

 

Disponibilità del libro (sempre aggiornato)

 

 

Questo sito web partecipa al Programma di affiliazione eBay e potrebbe percepire benefit fornendo collegamenti ai prodotti sui siti regionali di eBay.

Tag

Aste

sempre aggiornate

Tolkien

Harry Potter

stephen king

Dracula

R. R. Martin

Futurismo

BIBLIOFILIA

Occasioni

In Scadenza

Altri articoli sul Blog

Sherlock Holmes e lo strano caso: quando Roland Topor e la Renault uniscono le forze

“Sherlock Holmes e lo strano caso” di Roland Topor (Renault Italia, 1982) è un rompicapo psicologico, perché il giocatore, dalla disposizione che darà alle figure sul piano, potrà ricavare un ritratto del proprio io davvero sorprendente. La cosa divertente (e alienante) è che ogni giocatore può giocare una sola volta nella vita. Articolo di Alessandro Brunetti.

“La ferrovia per lo Stato della Città del Vaticano” (1934): rara pubblicazione in asta

In asta una rara pubblicazione (1934) sulla costruzione della ferrovia della Città del vaticano con la descrizione dei lavori da effettuare con foto, tavole e disegni dei particolari costruttivi.

In cerca del rarissimo “Balillino in Africa orientale” (1936): la propaganda fascista applicata ai bambini

Di “Balillino in Africa orientale”, rarissimo, risulta solo una copia nel Sistema Bibliotecario Nazionale; fu il numero 17 della collana “Libriccini belli” della Bemporad di Firenze, volumetti illustrati per bambini usciti tra il 1936 e il 1952.

Angelo Paratico vince il premio letterario Milano International!

Angelo Paratico, di cui già a Maggio 2019 avevamo dato notizia dell’uscita in lingua italiana del suo romanzo controverso “La settima fata” (Edizioni Gingko), vince il premio letterario Milano International.

Libri di macchinine da corsa a Porta Portese e in libreria: che passione!

ROMA PORTA PORTESE Domenica 28 Giugno 2020 Oggi si parla di modellini di auto in scala, sia ricordando ritrovamenti fortunati a Porta Portese, che in varie librerie della Capitale, per quella che è una “passione senza età e senza tempo”.