"Se un libro scompare, magari vuole solo essere lasciato in pace"

 

Un regalo di Bompiani assai gradito

Vi ricordate il 13 maggio scorso? Anno 2020, naturalmente. La Bompiani diffonde presso le librerie Giunti al Punto le copie di un libricino – una decina di pagine – che è un inedito di Albert Camus, si intitola Esortazione ai medici della peste. L’articolo, in originale, era stato scritto negli anni ’40 dal grande scrittore francese, probabilmente durante il lavoro preparatorio del suo romanzo d’eccellenza, La peste, poi uscito nel 1947 (vedi la diatriba col nostro De Angelis). Ma non era mai stato tradotto in italiano.

La Bompiani, ottenuti i diritti per la stampa, l’ha così diffuso, come omaggio ai lettori più affezionati. Stampato in 5.000 esemplari. Il libro è un’esortazione, sì, ed anche un insieme di norme igieniche, pratiche e filosofiche sul trattamento dei malati, sulle precauzioni da adottare per avvicinare gli ammorbati e soprattutto su come raggiungere e mantenere una serenità d’animo cristallina, nonostante la situazione.

E l’argomento peste – in epoca Covid-19, non può certo definirsi fuori posto o anacronistico.

Ci credereste? Il libricino – copertina gialla, marchio Bompiani, grafica inappuntabile – è già sparito. Non solo: viene chiesto, ricercato, bramato. Qualcuno ha capito, un po’ troppo tardi, forse, che stava diventando un pezzo raro. Uno di quei libri che potrebbero essere ricordati come “ai tempi del Coronavirus”.

 

 

Disponibilità del libro (sempre aggiornato)

 

 

 

E poi c’è il caso di “Moduli”

 

I moduli per l’autocertificazione come non li avete mai visti

Stampata per la prima volta una “edizione sincrona”: SO & Babbomorto

 

 

[Si ringrazia Antonio Giannitti per la prima segnalazione]

 

 

 

Tag

Aste

sempre aggiornate

Tolkien

Harry Potter

stephen king

Dracula

R. R. Martin

Futurismo

BIBLIOFILIA

Occasioni

In Scadenza

Altri articoli sul Blog

“Tre cavalli” con autografo di Erri De Luca al mercatino

ROMA PORTA PORTESE Domenica 20 Ottobre 2019. Avvistato “Tre cavalli” di Erri De Luca (Feltrinelli, 1999) in prima edizione; il libro è impreziosito da una dedica autografa dell’autore.

Berlusconi? Ve lo avevo detto, io! Parola di Indro Montanelli

ROMA (QUANDO SI POTEVA ANDARE PER MERCATINI) MERCATINO DELLA GARBATELLA Martedì 24 Novembre 2020. Avvistato: “Ve lo avevo detto: Berlusconi visto da chi lo conosceva bene”, di Indro Montanelli (Rizzoli, 2011).

“L’inferno del Bibliofilo” di Charles Asselineau: tre edizioni per un classico della bibliofilia

ROMA BANCARELLA IN VIA ARENULA Martedì 22 Dicembre 2020 Avvistato “L’inferno del bibliofilo” di Charles Asselineau (Roma, Biblioteca del Vascello, 1993).

Per tutti quelli che vogliono arrivare al successo nella vita basta leggere il libro di Licio Gelli!

Un libro che colse alla sprovvista i molti detrattori e perfino i pochi simpatizzanti di Licio Gelli fu “Come arrivare al successo” (Modena, APS Divisione Editoriale, 1990), una sorta di manuale di bon ton, di conversazione e di comportamento per chi frequenta personaggi altolocati. Indica anche come gestire i pensieri negativi, come comportarsi nei viaggi, nei ricevimenti, alle feste, come proporre o accettare inviti.

Una discreta copia de “Il Dottor Zivago” di Boris Pasternak (prima edizione 1957) in asta a un prezzo interessante

Questo libro fu un clamoroso caso editoriale dell’epoca. Prima edizione italiana e prima edizione mondiale. Fu infatti stampato da Feltrinelli il 15 novembre 1957, battendo la concorrenza di prestigiosi editori stranieri. Il successo fu strepitoso: solo in un anno ci saranno 31 edizioni. Una copia con qualche difetto a un prezzo però molto vantaggioso in asta su Catawiki.