"Avete fatto caso che gli unici roghi della storia riguardano libri e streghe?"

Hercólubus o Pianeta Rosso, di V. M. Rabolú (Varese, Coradi, 1999)

ROMA PORTA PORTESE Domenica 5 Luglio 2020 Hercólubus o Pianeta Rosso, di V. M. Rabolú (Varese, Coradi, 1999). Su una bancarella di Via Portuense venne avvistato tempo fa questo singolare libretto (appena 54 pagine di 12,5 x 17,5 cm.) del genere cosiddetto catastrofico. Autore lo scrittore colombiano Joaquín Enrique Amórtegui Valbuena (V. M. Rabolú). L’esemplare che si segnala, tradotto dallo spagnolo, risulta stampato in Italia dal Consorzio Artigiano L. V. G., per conto della Casa Editrice Coradi di Varese. Per dare un’idea del contenuto del saggio, basta leggere l’introduzione dell’autore:

“Ho scritto questo libro con grande sacrificio, costretto in un letto senza potermi alzare né sedere; tuttavia, considerando la necessità impellente di avvisare l’umanità sul cataclisma che si avvicina, ho fatto questo grande sforzo. Questo messaggio lo dedico all’umanità come ultima risorsa perché non c’è più niente da fare”.

La copia avvistata è una seconda edizione dell’anno 2000 (la prima è dell’anno precedente); tuttavia, pur di assicurarsi soltanto a 50 centesimi, tanto era prezzato il libro, una stranezza del genere, tra l’altro in condizioni di nuovo, si può anche sorvolare. (E. P.)

Come è nata la leggenda (fake) del pianeta rosso Hercólubus.

il medium e avvocato brasiliano Hercilio Maes (1913-1993) – che presumibilmente contattò l’alieno Ramatís con mezzi psicografici – nominò per primo Hercólubus nella sua opera Mensajes del astral (1956), profetizzando che gli effetti più catastrofici sulla Terra sarebbero stati notati nel 1999. Superfluo ricordare che la comunità scientifica nega categoricamente l’esistenza di un pianeta gigante nel nostro sistema solare (al di là di quelli già noti), tra l’altro invisibile.

Una copia del libro in vendita su IBS

Questo sito web partecipa al Programma di affiliazione eBay e potrebbe percepire benefit fornendo collegamenti ai prodotti sui siti regionali di eBay.

Tag

Aste

sempre aggiornate

Tolkien

Harry Potter

stephen king

Dracula

R. R. Martin

Futurismo

BIBLIOFILIA

Occasioni

In Scadenza

Altri articoli sul Blog

“Albero e foglia”, di J. R. R. Tolkien avvistato al mercatino

ROMA PORTA PORTESE Domenica 4 Settembre 2022 Su una bancarella è stato avvistato un libro imperdibile per gli amanti delle opere del grande J. R. R.Tolkien, “Albero e Foglia”, nella sua prima edizione pubblicata in Italia da Rusconi nel settembre 1976.

“Porti di mare” di Gabriele Basilico (Art &, 1990): una della maggiori opere di arte fotografica del ‘900

Citato da Martin Parr e Gerry BadgeIl nel loro prestigioso catalogo, questo libro viene unanimemente considerato una delle opere fotografiche più importanti della seconda metà del ‘900. Paesaggio contemporaneo e arte che si fondono. Un’ambita copia in asta sottoprezzo su Catawiki.

La prima edizione olandese de “Lo Hobbit” di J. R. R. Tolkien (Het Spectrum, 1960)

Ricercata e rara prima edizione olandese de Lo Hobbit di J. R. R. Tolkien, nella sua iconica copertina che alcuni collezionisti locali chiamano “dei 9 nani’.

“In asta il leporello d’artista “Il sacro animale” di Riccardo Manzi (Il Cavallino, 1966)

Libro d’artista – Libro oggetto, in edizione limitata. Copertina in tela editoriale multicolore con fascetta avvolgente in cartone illustrata. L’aspetto è quello di un album con apertura a fisarmonica di 20 fogli uniti insieme (leporello) e stampati su carta ad alta grammatura. Il titolo è un’edizione numerata di 400 esemplari stampata a cura dello stesso artista. L’esecutore sono le Serigrafiche Ferappi di Vicenza nel maggio 1966. Il libro non sembra presente nel Sistema Bibliotecario Nazionale.

Questo libro spiega dove sono finite le carte di Moro e perché Walter Tobagi non fu salvato

“Le Carte di Moro Perché Tobagi” di Roberto Arlati e Renzo Magosso (Franco Angeli, 2003) per anni è stato un libro assolutamente introvabile – siamo adesso in una fase di relativa trovabilità e converrebbe approfittarne.