"Sull'inutilità di certi libri sarebbe utile scrivere un libro"
Porta Portese  /  
05 Luglio 2020

“Hercólubus o Pianeta Rosso” di V. M. Rabolú al mercatino

Hercólubus o Pianeta Rosso, di V. M. Rabolú (Varese, Coradi, 1999)

ROMA PORTA PORTESE Domenica 5 Luglio 2020 Hercólubus o Pianeta Rosso, di V. M. Rabolú (Varese, Coradi, 1999). Su una bancarella di Via Portuense venne avvistato tempo fa questo singolare libretto (appena 54 pagine di 12,5 x 17,5 cm.) del genere cosiddetto catastrofico. Autore lo scrittore colombiano Joaquín Enrique Amórtegui Valbuena (V. M. Rabolú). L’esemplare che si segnala, tradotto dallo spagnolo, risulta stampato in Italia dal Consorzio Artigiano L. V. G., per conto della Casa Editrice Coradi di Varese. Per dare un’idea del contenuto del saggio, basta leggere l’introduzione dell’autore:

“Ho scritto questo libro con grande sacrificio, costretto in un letto senza potermi alzare né sedere; tuttavia, considerando la necessità impellente di avvisare l’umanità sul cataclisma che si avvicina, ho fatto questo grande sforzo. Questo messaggio lo dedico all’umanità come ultima risorsa perché non c’è più niente da fare”.

La copia avvistata è una seconda edizione dell’anno 2000 (la prima è dell’anno precedente); tuttavia, pur di assicurarsi soltanto a 50 centesimi, tanto era prezzato il libro, una stranezza del genere, tra l’altro in condizioni di nuovo, si può anche sorvolare. (E. P.)

Come è nata la leggenda (fake) del pianeta rosso Hercólubus.

il medium e avvocato brasiliano Hercilio Maes (1913-1993) – che presumibilmente contattò l’alieno Ramatís con mezzi psicografici – nominò per primo Hercólubus nella sua opera Mensajes del astral (1956), profetizzando che gli effetti più catastrofici sulla Terra sarebbero stati notati nel 1999. Superfluo ricordare che la comunità scientifica nega categoricamente l’esistenza di un pianeta gigante nel nostro sistema solare (al di là di quelli già noti), tra l’altro invisibile.

Una copia del libro in vendita su IBS

Condividi:

Tag

Aste

sempre aggiornate

Tolkien

Harry Potter

stephen king

Dracula

R. R. Martin

Futurismo

BIBLIOFILIA

Occasioni

In Scadenza

Altri articoli sul Blog

“Nome in codice Ulisse” di Fulvio Martini in bancarella

MILANO FIERA DI SINIGAGLIA Sabato 20 Ottobre 2018 Avvistato “Nome in codice Ulisse” di Fulvio Martini (Rizzoli, 1999).

Condividi:

“Nudo con filo spinato”, la fotografia sovversiva di Pëtr Pavlenskij

ROMA LIBRERIA FELTRINELLI – Viale Marconi – Lunedì 18 Novembre 2019 Avvistato “Nudo con filo spinato”, del fotografo ed artista sovversivo Petr Pavlenskij (Il Saggiatore).

Condividi:

“D’Annunzio intimo” di F. T. Marinetti: la sfida infinita di due giganti in un libro finalmente in italiano

Esce “D’Annunzio intimo” di F. T. Marinetti (Aspis, 2020), tradotto da Camilla Scarpa e curato da Guido Andrea Pautasso: prima edizione italiana. Un’opera che sublima la rivalità, il rapporto odio/amore e la sfida infinita tra i due maggiori intellettuali del primo Novecento italiano.

Condividi:

“Avventure nel parco” di Piero Santi: qual è la prima edizione?

“Avventure nel parco” di Piero Santi: Firenze, Rivoluzione 1942 o Firenze, Edizioni Il Fiore 1942; qual è la vera prima edizione?

Condividi:

Su un romanzo di Nino Molinari dal titolo “Coronavirus” uscito nel 2015…

Si segnala il romanzo “Coronavirus” di Nino Molinari (CreateSpace), uscito nel 2015 e che riguarderebbe un virus mortale in mano a terroristi islamici che ne detengono anche il vaccino; interessanti sia la figura dell’autore e i tempi di uscita del volume.

Condividi: