"Ogni libro par che dorma, eppur sua è ogni orma"
Collezioni  /  
02 Giugno 2020

“I racconti misteriosi” Sonzogno (1919-1924): una collezione di cent’anni fa

“I racconti misteriosi” Sonzogno / collane “fantastiche”

Quando la fantascienza non esisteva ancora e l’Horror non si chiamava così

“I racconti misteriosi” Sonzogno. Epoca: dal 1919 al 1924. Numero dei volumi: 22. Conosciuti dal grande pubblico principalmente perché fra di loro apparve la prima edizione italiana (non integrale) di Dracula di Bram Stoker. Il libricino in questione è per la precisione il n. 12 della serie (anno 1922). La collana oggetto di questa segnalazione è da considerarsi un po’ la capostipite del genere Fantastico in Italia (o comunque una delle più autorevoli), dove nel termine si comprende la cosiddetta fantascienza, l’horror e il thriller che contiene elementi surreali e soprannaturali. La definizione è tutt’altro che precisa e scientifica. Pensate che Pinocchio o Cappuccetto Rosso, ragionando in questi termini, farebbero parte del filone. Ma i libri de I racconti misteriosi sono tutt’altra cosa che fiabe. La scelta degli autori per la collana fa riferimento alla produzione d’oltralpe dell’editore Albert Méricant e della sua collana Les Récits mystérieux; si presume per accordi commerciali con lo stesso editore. La stessa copertina di Dracula, e molte altre della serie, sono praticamente identiche a quelle delle edizioni francesi di due (o più) anni precedenti.

Una fantastica carrellata di copertine illustrate a colori che evocano tutte le aspettative del pubblico di quei tempi. Atmosfere terrorizzanti, misteri inestricabili e “neri”, allucinazioni dell’aldilà che sconfinano nel nostro mondo. Il pubblico doveva essere impressionato, sconvolto, nulla era lasciato al caso. Parole chiave: mistero, sangue, fantasma, morto, suicidio, mostro…

Le uscite, una per una, e qualche aneddoto

Ecco tutte le uscite della collana I racconti misteriosi, in ordine cronologico:

Anno 1919

1. Il pozzo del Moro, di Paul D’Ivoi (Sonzogno, 1919).

2. L’obice di cristallo, di Paul D’Ivoi (Sonzogno, 1919).

3. Il Nilo insanguinato, di Paul D’Ivoi (Sonzogno, 1919). Paul d’Ivoi, vero nome Paul Charles Philippe Eric Deleutre  (1856-1915), è un romanziere francese proveniente da una famiglia di scrittori i quali, come soprannome, o nickname, avevano tutti adottato l’appellativo di d’Ivoi. Sulla scia dei famosi Voyages extraordinaires di Jules Verne, egli scrive i Voyages excentriquesNon ebbe comunque molto successo. In Italia furono tradotti tre suoi “racconti misteriosi” dalla casa editrice Sonzogno. Oltre che in Francia e in Italia, alcuni suoi libri sono usciti in Svizzera.

Anno 1920

4. 1+1=1, di F. C. Rosensteel (Sonzogno, 1920). L’autore è inglese ma pressoché sconosciuto anche in patria. “.. è un romanzo straordinario che costringe il lettore, incuriosito sorpreso soggiogato, a leggere il libro fino alla soluzione, sempre imprevista, ma di una verità matematica“.

5. L’attimo terrificante di Giorgio Meirs (Sonzogno, 1920). Giorgio Meirs è lo pseudonimo usato dallo scrittore Adrien Jean-Rémy Machaux o Machoux, alias ​​André Meria, illustratore francese (1878 – 1962); da notare che “Meirs” è l’anagramma della città natale, Reims. Ha inventato il detective inglese William Tharps, un personaggio che ha molto in comune con il ben noto Sherlock Holmes.

6. L’uovo di vetro, di Jean De Quirielle (Sonzogno, 1920). Jean De Quirielle (1880-1964) fu un poeta, scrittore e drammaturgo francese. Autore di Deux Romans d’Angoisse, del 1912, con i racconti: L’Homme qui fit parler les Bêtes e L’Homme qui ne pouvait pas Mourir, assai quotato dai librai antiquari francesi.

7. La città stregata, di Leon Groc (Sonzogno, 1920). Joseph Paul Groc (1882-1956) fu un giornalista e scrittore francese. Noto anche con gli pseudonimi di Marco Croccito, L.-M. Groc, Mauléon, Joseph Mongis, Paul Carillon, Léon Florentin ed altri. Grande giornalista e narratore, pubblica una grande quantità di racconti sui giornali dell’epoca, soprattutto polizieschi e fantascienza.

8. L’orma allucinante, di Fernando Aubier (Sonzogno, 1920). Fernand Aubier (1876-1961), romanziere, noto come il fondatore delle Éditions Aubier-Montaigne nel 1924, poi assorbite da Flammarion nel 1975.

9. Il segreto della camera d’ebano, di Pierre Zaccone (Sonzogno, 1920). Pierre Zaccone (1817 – 1895) fu un famoso romanziere francese. Possedeva un castello che ora prende il suo nome a Locquirec, una piccola località balneare in Bretagna. Ha scritto romanzi serializzati, tra cui diversi polizieschi . Dopo il 1870, il suo editore di riferimento fu Édouard Dentu.

Anno 1921

10. Il violino fantasma, di Pietro Giffard (Sonzogno, 1921). Pierre Giffard (1853-1922) fu un giornalista politico, con una grande passione per lo sport (fu il creatore della gara ciclistica su strada Paris-Brest, oggi riservata ai dilettanti). Descrisse una guerra mondiale, anni prima che accadesse, descrivendo un attacco a Londra da parte dei tedeschi e una guerra tra Giappone e Stati Uniti (La guerre infernale, 1907-1908), illustrata da Albert Robida.

Anno 1922

11. Joc, il vendicatore del bagno, di Edmondo Char (Sonzogno, 1922). Titolo tutt’altro che “pauroso”, anzi vagamente ridicolo. Se non fosse che per per “bagne” si intende “colonia penale”. Sull’autore – Edmond Char – non ci sono notizie, neppure sui siti francesi di bibliografia specifica.

12. Dracula L’uomo della notte, di Bram Stoker (Sonzogno, 1922). Ampiamente noto che il nome di battesimo dell’autore è scritto in maniera sbagliata: Brahm. Il libro fu tradotto (sia pur non integralmente) da  Angelo Nessi. Non si tratta dell’edizione integrale. La copertina è praticamente la stessa dell’edizione francese di due anni prima. Va rilevato come una buona parte della critica sottovaluta questa edizione e non la consideri la vera prima edizione in virtù della sua non integralità. Tuttavia il libro riveste un valore collezionistico eccezionale. Precede di ventitré anni la prima uscita integrale (F.lli Bocca, 1945).

13. Il morto che vola, di Jules Hoche (Sonzogno, 1922). Albert Jules Hoche (1858- 1926) è stato un romanziere, sceneggiatore, giornalista e traduttore francese. Perlopiù noto per romanzi storici e sentimentali.

14. Gli uomini dell’ombra, di Cesare Sacchetti (Sonzogno, 1922). L’autore (soprannome: Scalabrino), autore perlopiù di libretti d’opera e romanzi popolari, è anche il traduttore dal francese di vari altri racconti pubblicati nella collana. Di quest’opera esiste una pressoché introvabile edizione lituana del 1928 con una straordinaria copertina futurista (avant-garde sovietica), dal titolo šešėlių žmonės.

15. WO2, di Maurizio Drake (Sonzogno, 1922). Frederick Morris Drake (1875-1923), meglio conosciuto come Maurice Drake. Era un romanziere Inglese/canadese, artista di vetrate. Docente sull’argomento sia in America che in Inghilterra. Con il suo romanzo The Salving of a Derelict, ha vinto il Premio Daily Mail come miglior esordiente; il libro è stato stampato a Londra da T. Werner Laurie nel 1910.

Anno 1923

16. Intorno a un mistero, di Léonce De Larmandie (Sonzogno, 1923). Léonce De Larmandie (1851-1921) fu poeta, romanziere e drammaturgo; segretario generale della Société des Gens de Lettres, era anche professore di matematica e collaboratore del chimico Georges Ville. Fu fondatore dell’estetica Rosacrociana con Péladan.

17. Il segreto dei Paterson, di Jules Hoche (Sonzogno, 1923).

18. Sotto l’artiglio del mostro, di William Le Queux (Sonzogno, 1923). William Tufnell Le Queux (1864 – 1927) è stato un giornalista e scrittore anglo-francese. Era anche un diplomatico e un instancabile viaggiatore (in Europa, nei Balcani e nel Nord Africa), un appassionato di volo e un pioniere nelle trasmissioni radio.

19. La Gioconda rediviva, di Jean De Quirielle (Sonzogno, 1923).

Anno 1924

20. Il collo bianco, di Gustavo Guesvillers (Sonzogno, 1924). Gustave Guesvillers ha pubblicato in Francia principalmente per Calmann Levy e Bernard Grasset.

21. La città dei suicidi, di José Munos [Muñoz] Escamez (Sonzogno, 1924). José Muñoz Escámez (scomparso nel 1937) è stato uno scrittore e giornalista spagnolo. Redattore di El Movimiento Católico e de La Correspondencia de España. Visse a lungo in Francia.

22. Ombre nelle nubi, di Luigi D’Hée (Sonzogno, 1924). Louis D’Hée fu uno pseudonimo usato da Oscar Louis Chevalier (1885-1952) scrittore, sceneggiatore e regista francese.

 

Trovabilità dei volumi della collana “I racconti misteriosi” di Sonzogno

Al momento della pubblicazione del presente articolo i 22 titoli della collana erano tutti pressoché introvabili sui canali tradizionali e perfino su quelli secondari. Concepire di poter iniziare e portare a termine la collezione della collana al giorno d’oggi, partendo da zero, appare in tutto e per tutto un’impresa disperata.

Ciononostante, ci sono libri interessanti che possono essere rintracciati, per affinità di argomento o perché rappresentano spigolature, particolarità editoriali e curiosità – la curiosità è la molla di tutto, sappiatelo! Ma se seguite il blog lo sapete senz’altro!

L’opale tragico, di Giorgio Meirs (Milano, Sonzogno, 1969)

Il segreto della mummia, di Giorgio Meirs (Milano, Sonzogno, 1969)

L’enigma del treno n. 13, di Giorgio Meirs (Sonzogno, 1916). Della serie “Le avventure di William Tharps” il celebre poliziotto inglese – l’emulo di Sherlock Holmes.

Il delitto di Essen, di Cesare Sacchetti (Milano, Sonzogno, 1941).

L’inferno, di Enrico Barbusse (Milano, Sonzogno, 1918).

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

[Si ringrazia Bruno Baronchelli per aver messo a disposizione la sua collezione]

IMPORTANTE – Nelle segnalazioni di vendite ed aste si privilegia sempre quel materiale che dalle foto e dalle schede di vendita appare in ottime condizioni (oppure nelle migliori condizioni possibili data la rarità); ad ogni modo, si raccomanda vivamente di chiedere sempre al venditore ogni informazione rilevante (inclusa soprattutto l’edizione e la garanzia della forma “cartacea”) prima di impegnarsi all’acquisto. Nel segnalare materiale di venditori stranieri si dà la precedenza a quei paesi più vicini e con un carico di spese potali più basso.

Tag

Aste

sempre aggiornate

Tolkien

Harry Potter

stephen king

Dracula

R. R. Martin

Futurismo

BIBLIOFILIA

Occasioni

In Scadenza

Altri articoli sul Blog

La Chiesa e la Guerra (e i dischi volanti?) delle Edizioni Civitas gentium

Ufficialmente sembra trattarsi di un’opera importante per descrivere l’Ufficio Informazioni Vaticano, ma secondo alcuni autori potrebbe essere la chiave per decifrarne i veri scopi. Un ponte verso civiltà aliene?

“I volti di Tiziano”: Sclavi, naturalmente!

ROMA PORTA PORTESE Domenica 5 Aprile 2020. Con Porta Portese chiusa per emergenza sanitaria, si ricordano vecchi e fortunati incontri – come quello con “I volti di Tiziano”.

A CACCIA DI LIBRI PROIBITI, di Simone Berni

Nuova edizione che riunisce (in tomo unico) I Nazi-Fascisti e le Scienze del Terrore e Dischi Volanti e Mondi Perduti uscita Marzo 2019 Prezzo: € 42.00 Acquista il libro

Licio Gelli e il suo manuale per arrivare al “successo”

“Come arrivare al successo” di Licio Gelli: ognuno può leggere questo libro col suo personalissimo metro di giudizio. C’è chi vi ravviserà ipocrisia e malafede, chi invece sarà colpito dalla raffinatezza del suo autore e dalla disciplina interiore. A tutti la libertà di scegliere l’approccio e l’analisi.

Franco Simongini e l’edizione speciale “Guelfo, Roma e la torre dell’orologio”

Si segnala brevemente un’edizione fin qui non catalogata nel sistema bibliotecario, de “La torre dell’orologio” di Franco Simongini (Rizzoli, 1979), con una variante nel titolo e nella veste grafica della copertina.