"Avete fatto caso che gli unici roghi della storia riguardano libri e streghe?"

Salone della Cultura di Milano

Limitata quantità di copie del nuovo libro del cacciatore

MILANO SALONE DELLA CULTURA (Via Tortona, 27) – Si segnala che Sabato 19 Gennaio e Domenica 20 Gennaio 2019, presso il tavolo dell’Editore Biblohaus (tavoli H 10 e H 11), sarà in vendita una tiratura limitata di Nuovi casi per il cacciatore di libri, di Simone Berni (Edizioni SimOn & Biblohaus), al costo promozionale e non replicabile di 32 € per l’edizione standard. Fino ad esaurimento delle copie presenti in loco.

In omaggio – sempre fino ad esaurimento – un libro origami dell’artista Mayumi Tatara.

Nota importante

Questa edizione di Nuovi casi per il cacciatore di libri è un’edizione stampata in formato grande (22,9 x 15,2 cm), con un font per i caratteri corpo 14, credo si legga con incredibile facilità; il volume conta ben 562 pagine ed è rilegato (quindi non una brossura incollata); inoltre è dotato di una sovraccoperta gialla lucida. Può sembrare quasi strano al mondo d’oggi, ma questo libro è stato pensato per essere letto. Pertanto la carta è docile al tatto, patinata. Il libro stesso, appoggiato sul tavolo e aperto, resta alla pagina voluta senza bisogno di essere tenuto in mano. Sembrano requisiti ovvi e scontati, ma la maggior parte dei libri in commercio non li soddisfa. Tutto qui. Un saluto.

Dove si può comprare

Esaurita la scorta presso il Salone della Cultura di Milano, Nuovi casi per il cacciatore di libri potrà essere acquistato solamente online su: Amazon, eBay, Lulu.com, Barnes & Noble, Abebooks e Book Depository.

Questo sito web partecipa al Programma di affiliazione eBay e potrebbe percepire benefit fornendo collegamenti ai prodotti sui siti regionali di eBay.

Tag

Aste

sempre aggiornate

Tolkien

Harry Potter

stephen king

Dracula

R. R. Martin

Futurismo

BIBLIOFILIA

Occasioni

In Scadenza

Altri articoli sul Blog

“Pionieri del calcio romano” (2003) di Marco Impiglia: l’introvabile libro sulle origini del calcio nella Capitale

Rarissimo studio storico e statistico sui primordi del gioco del calcio a Roma e nel territorio della Capitale. Il libro non è mai stato ristampato, finendo assai presto fuori dai radar degli appassionati.

Scopriamo se “Gli Scomunicati” (1964) di Costas Socratous fu davvero plagiato da Umberto Eco per scrivere “Il nome della rosa”

The excommunicated” è un romanzo scritto da un autore poco noto, ma apprezzato da una cerchia di lettori di lingua greca. Sostenendo di essere stato plagiato, l’autore ha svelato una serie di similitudini tra la sua opera e il celebre best-seller di Eco.

Mi ricordo di quando conobbi Dante Corneli: lo scrittore di Tivoli esule in Russia

Dai ricordi di Fabrizio Mugnaini: “In tutta sincerità non ricordo l’attimo in cui ho incontrato Dante Corneli. So soltanto che un giorno gli scrissi una lettera indirizzandola: Dante Corneli – Tivoli. Dopo poco tempo ricevetti una busta con una missiva e due libri; da quel giorno ci siamo scritti assiduamente parlando di diverse cose sempre con la reciproca stima. Conservo ancora tutta la corrispondenza e tanti suoi libretti perlopiù pubblicati in proprio.”

“Il libro per tutti”: alla ricerca di una collana di cent’anni fa poco conosciuta ma con grandi nomi (e qualche prima edizione italiana)

Grandi nomi di autori, curatori e traduttori ruotano attorno alla collana “Il libro per tutti” della Società anonima editrice La Voce di Giuseppe Prezzolini: da Tolstoj, Clemente Rebora, Robert Louis Stevenson, Carlo Linati, fino a Paul Claudel, Piero Jahier, Piero Gobetti e Anton Checov. Ciò ne ha determinato l’interesse vario degli studiosi e dei collezionisti, ognuno nella sua branca di competenza, e alcuni titoli si sono fatti di conseguenza rari o poco reperibili.

Più libri più liberi 2022: e se il libro più venduto della Fiera fosse…

ROMA PIÙ LIBRI PIÙ LIBERI (Fiera della piccola e media editoria) Sabato 10 Dicembre 2022 (pomeriggio).  La quarta giornata della fiera di settore più importante avrà probabilmente oggi il massimo accesso dei visitatori, essendo il giorno più propizio della settimana.