"Sull'inutilità di certi libri sarebbe utile scrivere un libro"
avventure di un libronauta | Collezioni  /  
10 Agosto 2020

Il caso dei falsi “Harry Potter” cinesi e alcune rarità per il collezionista

«Era il 2005, già importavo Harry Potter clamorosamente falsi…»

Per esclusivi motivi di studio, Chan Lee mi faceva avere la mia “droga” preferita. Dalle prime edizioni di Harry Potter siamo in breve passati agli stessi libri, ma in edizioni pirata che erano vendute per le strade di Shanghai e altrove per pochi yuan. Chan Lee mi ha anche insegnato a riconoscerle, e vi assicuro che non è necessario sapere il cinese per questo. Poi siamo passati ai cosiddetti falsi ideologici, cioè a tutti quei libri con protagonista il maghetto Harry Potter della signora Rowling, ma da lei mai neppure pensati (neanche in sogno, credo). E che pure circolano per la Cina, trasportando il povero studente di Hogwarts a spasso per le città imperiali, a cavallo di dragoni sputa fuoco o sulle rive del fiume giallo. Non vi posso intrattenere con le trame di questi romanzi, a me sconosciute. Ma vi rendo partecipi del fatto che queste storie sono in Cina assai più gradite degli originali, e che c’è tutto un mondo di estimatori, soprattutto giovani e giovanissimi fan che ne fanno un grande uso. Saranno la letteratura del domani? Il domani sarà un falso letterario? Domande senza risposta.

Ma parliamo di falsi

NOTA IMPORTANTE

Nelle schede editoriali che seguono si riporta (in quanto così indicato nei volumi) il nome di J. K. Rowling nel posto solitamente occupato dall’autore. In realtà nessuno dei volumi che seguono in questa rassegna deve essere considerato come frutto del lavoro della creatrice di Harry Potter. Tutti i titoli in elenco sono dei falsi editoriali e violano pertanto i diritti internazionali sul personaggio di Harry Potter. Il presente articolo e la presentazione di queste opere hanno solo scopo di documentazione. In calce all’articolo vengono indicati alcuni esemplari delle opere contraffate in vendita sul sito d’aste eBay perché rivestono interesse collezionistico in tema di stranezze, falsi ed edizioni non autorizzate. Non è scopo di questo articolo promuovere la vendita di opere contraffate. Si segnalano questi esemplari in particolare a quegli studiosi, autori e giornalisti che li valuteranno come documenti da studiare per meglio comprendere un fenomeno, quello della pirateria e del falso, per combatterlo ed estirparlo.

 

I primi quattro

Sono i primi quattro Harry Potter “fake” (ossia falsi) in ordine cronologico, riferibili al 2002. Ma ne saltano sempre fuori di nuovi. Il primo – Harry Potter and the Leopard-Walk-Up-To-Dragon – è un assurdo mix tra il mondo del maghetto con gli occhiali e l’immaginario di J. R. R. Tolkien; il racconto narra di un’alleanza tra Harry Potter e Gandalf per combattere un’oscura minaccia. Nell’universo dei fake di Harry Potter non mancano “contaminazioni” anche con il mondo di Peter Pan, di James Matthew Barrie.

  • J. K. RowlingHarry Potter and the Leopard-Walk-Up-To-Dragon – ISBN 7-204-05869-0/I.1318 ([Beijing, People’s Literature Publishing House], IV-2002).
  • J. K. RowlingHarry Potter and the Big Funnel (Harry Potter and the Filler of Big) – ISBN 7-5327-2786-6/I.1681 (Shanghai, Shanghai Translation Publishing House, VII-2002).
  • J. K. RowlingHarry Potter and the Avoid-Water-Bead – ISBN 7-02-003345-X/I.2555 ([Beijing, People’s Literature Publishing House], VII-2002).
  • J. K. RowlingHarry Potter and the Gold Armour – ISBN 7-02-003344-X/I.2555 ([Beijing, People’s Literature Publishing House], VII-2002).

 

La Cina, veramente un “mondo a parte”

Poco posso raccontare della trama di ognuna di queste opere. Mi dicono essere scritte in maniera piacevole. Di certo la signora Rowling si sarà rosa il fegato in più di una circostanza, d’altra parte il fenomeno dei fake (cioè dei falsi) in Cina è difficilmente arginabile, almeno con le normative internazionali vigenti in materia e con il principale paese coinvolto che è ben lungi dal recepire il problema. Certo, sarà difficile operare in Cina per noi cacciatori di libri “occidentali”. Però io sarei propenso a non sottovalutare la portata delle edizioni pirata e false cinesi anche per i collezionisti del vecchio mondo. Credo che la rassegna che io presento in questo articolo, e che tante ore di ricerca mi ha portato via, alla fine non sia stato tempo perso. Molti che non sapevano ora sanno. Molti che sapevano qualcosa, adesso sanno di più. Le grandi cose nascono dalle piccole.

  • J. K. RowlingHarry Potter and the Black Koradji – ISBN 7-02-004327-5/I.3289 ([Beijing, People’s Literature Publishing House], IX-2004).
  • J. K. RowlingHarry Potter and the City of Dream – ISBN 7-02-004327-5/I.3289 ([Beijing, People’s Literature Publishing House], II-2005).
  • J. K. RowlingHarry Potter and the Cotton Candy – ISBN 7-5043-4475-3/I.583 ([Beijing, People’s Literature Publishing House], IV-2005).
  • J. K. RowlingHarry Potter and the Fairy Pot – ISBN 7-81036-910-5/I.136 ([Beijing, People’s Literature Publishing House], IV-2005).

 

Una parodia

Aggiungo a questo affascinante tema una parodia di Harry Potter, ossia un falso ideologicamente meno grave, se così si può dire:

Autore non riportatoHarry Potter e la bambola di porcellana – ISBN 7-5002-1746-3 (Beijing, China Braille Press, XI-2002).

Noterete che questo porta il nome di una vera casa editrice, la China Braille Press. Non riporta il nome della Rowling come autrice, sebbene come parodia possa circolare liberamente, al contrario dei falsi fin qui presentati che invece sono chiaramente illegali.

 

 

 

 

Disponibilità dei libri (sempre aggiornato)

NOTA IMPORTANTE

I libri qui riportati risultano liberamente in vendita sul sito eBay, nonostante si tratti per molti di loro palesemente di edizioni fake non riconducibili all’autrice degli originali, J. K. Rowling. Si ricorda che la produzione di copie pirata e la falsificazione di diritti e marchi registrati – come il personaggio di Harry Potter – è un reato.

 

 

 

 

Condividi:

Tag

Aste

sempre aggiornate

Tolkien

Harry Potter

stephen king

Dracula

R. R. Martin

Futurismo

BIBLIOFILIA

Occasioni

In Scadenza

Altri articoli sul Blog

“Parigi – New York andata e ritorno” di Henry Miller in bancarella

ROMA PORTA PORTESE Domenica 27 Gennaio 2019 In bancarella una copia della prima edizione italiana di “Parigi-New York andata e ritorno” di Henry Miller (Minimum fax, 2009), romanzo dei primi anni ’30, poco conosciuto, del grande romanziere americano.

Condividi:

Tre libri di Andrea Camilleri molto rari in prima edizione

Tre titoli del grande scrittore siciliano rari e poco conosciuti che sono eccezionalmente disponibili su eBay: adatti a chi ha già tutto di Camilleri.

Condividi:

…su eBay c’è “La geometria della notte” di Sandro Montalto e Gillo Dorfles

Vista su eBay, l’ultima plaquette ad essere firmata con una immagine realizzata dal grande critico d’arte e artista Gillo Dorfles (1910-2018). “La geometria della notte”, di Sandro Montalto (ai quattro venti, 2015).

Condividi:

“La vendetta di Sejanoz” (Lupo solitario n. 28): librogame da collezione!

L’assalto dei collezionisti all’asta di una copia del n. 28 della saga “Lupo Solitario”, il librogame di Joe Dever, è il pretesto per una breve analisi del fenomeno in questione e del suo ruolo da apripista nel Fantasy mondiale, facilitando le cose allo sbarco di Harry Potter.

Condividi: