"Avete fatto caso che gli unici roghi della storia riguardano libri e streghe?"

 

Il filosofo della domenica: la vita e il pensiero di Alexandre Kojève, di Marco Filoni (Torino, Bollati Boringhieri, 2008).

 

Sempre molto ricercato. L’appassionante avventura attraverso il pensiero di un grande filosofo francese di origini russe, il quale è considerato, soprattutto in Francia, uno dei maggiori esponenti della filosofia all’interno della lezione hegeliana.

 

 

Di cosa parla il libro

Alexandre Kojève ( 1902-1968), un aristocratico russo rifugiatosi in Francia, entrò nell’amministrazione francese subito dopo la fine della seconda guerra mondiale. Da quel momento in poi, Kojève disse di avere solo il tempo di dedicarsi alla filosofia durante il corso della domenica. Ecco perchè Raymond Queneau, uno scrittore, lo chiamò “il filosofo della domenica” a partire dagli anni cinquanta. Durante gli ultimi venti anni della sua vita, Kojève passò la maggior parte del suo tempo fra l’élite della diplomazia mondiale e dell’alta finanza, che avevano sostituito la vecchia aristocrazia. Pertanto, la sua attività filosofica era semiclandestina e riservata ai fine settimana, elemento che contribuì al fascino del personaggio, determinando un singolare destino nella ricezione di Kojève. Infatti, Kojève è diventato una sorta di “citazione obbligata” per gli studi hegeliani, fenomenologia e l’esistenzialismo in Francia. Tuttavia solo diversi anni dopo la sua morte, con la pubblicazione di numerosi suoi testi inediti, si è potuto avere un quadro completo della sua opera e del dibattito con cui il contemporaneo si confronta. Marco Filoni ha fatto ricorso a materiali d’archivio, testi inediti, carteggi, testimonianze scritte e orali per ricostruire l’ambiente culturale di provenienza di Kojève, le sue scelte teoriche fondamentali e la rete intellettuale attraverso la quale i suoi primi scritti presero forma.

 

 

Disponibilità del libro (sempre aggiornato)

 

 

Su AMAZON

 

Questo sito web partecipa al Programma di affiliazione eBay e potrebbe percepire benefit fornendo collegamenti ai prodotti sui siti regionali di eBay.

Tag

Aste

sempre aggiornate

Tolkien

Harry Potter

stephen king

Dracula

R. R. Martin

Futurismo

BIBLIOFILIA

Occasioni

In Scadenza

Altri articoli sul Blog

“Il desiderio preso per la coda” di Pablo Picasso (Colombo, 1961) – Prima edizione, raro

Questa pièce teatrale degli anni ’40 ci rivela un Picasso letterario, perfino eccedente nel gusto di una ricerca verbale sofisticata, autofondata, e nostalgicamente rivolta a celebrare il passato, le avanguardie ruggenti tra fine Ottocento e primi del Novecento. È un devoto omaggio dedicato, mezzo secolo dopo, a Ubu di Jarry e alle sue stilizzazioni tenute su una ostentata chiave grottesca.

“Ferragni SPA: il lato oscuro di Chiara”: è caccia al numero dell’Espresso!

Il recente numero de L’Espresso (8 marzo 2024) – nel giorno che dovrebbe celebrare la donna – ha fatto scalpore presentando Chiara Ferragni truccata come Harley Quinn, la cattiva follemente innamorata di Joker, l’antagonista psicopatico di Batman.

“Un samba per Sherlock Holmes” di Jô Soares al mercatino

ROMA PORTA PORTESE Domenica 24 Maggio 2020 “Un samba per Sherlock Holmes” di Jô Soares (Einaudi, 1996) al mercatino – un capolavoro di leggerezza ed ironia, nel rispetto del “Canone”.

“Su onda 31 Roma non risponde” di Franco Tabasso (1957): il mito del libro più raro di tutti

Sulle tracce di quello che qualcuno ha definito in passato il “libro più raro del Novecento”, un memoriale della spia Aristide Tabasso – scritto dal figlio Franco – tra carteggi segreti tra Churchill e Mussolini e rastrellamenti misteriosi. Articolo di Fabrizio Mugnaini.

La guerra di Ustica? No, di Ponza! Introvabile l’unico libro che scrive la verità

La guerra nei cieli di Ustica? No, nei cieli di Ponza! Si fa ormai introvabile l’unico libro che forse scrive la verità su uno dei misteri più impenetrabili della nostra nazione, la tragedia “cosiddetta” di Ustica.