"Ogni libro par che dorma, eppur sua è ogni orma"
Curiosità | Speciali  /  
22 Giugno 2018

Il mistero dell’influenza detta “Spagnola” in due rari opuscoli del 1919

La terribile pandemia mondiale conosciuta come “Spagnola”

L’influenza spagnola, conosciuta anche come la grande influenza o epidemia spagnola, fu una pandemia influenzale, particolarmente virulenta, che fra il 1918 e il 1920 uccise decine di milioni di persone nel mondo. Non c’è accordo tra gli scienziati e gli storici della medicina su come si sia effettivamente originata. Ci sono infatti molte teorie, per lo più contrastanti. Secondo quelle più accreditate – anche se nessuna può dirsi conclusiva – le possibili aree di origine della pandemia potrebbero essere state via via: il Kansas;  il campo militare e l’ospedale di Étaples, in Francia; la Cina; l’Austria.

Per quanto riguarda i primi libri dell’epoca a trattare questo sconvolgente fenomeno (uccise più persone nel mondo della peste nera medievale), si segnala un rarissimo opuscolo dal titolo: Alcune considerazioni intorno all’influenza, di Giuseppe Bellei (Bologna, Tipografia Gamberini e Parmeggiani, 1919), estratto dal Bullettino delle Scienze Mediche di Bologna. L’opuscolo conta 35 pagine; non risulta schedato nel sistema delle biblioteche nazionale. Nella galleria fotografica che segue si può vedere sia la copertina che l’incipit:

Un altro pezzo introvabile

Altro rarissimo opuscolo – uscito nello stesso anno – è Alcune Considerazioni sull’influenza, di Ferruccio Schupfer (Firenze, Tipografia Domenicana, 1919), si tratta di un opuscolo di 27 pagine. Non è stato possibile rintracciare alcuna immagine della copertina. Ne esiste una sola copia conosciuta, conservata presso la Biblioteca Nazionale di Firenze.

[Si ringrazia R. G. di Milano per la prima segnalazione]

Tag

Aste

sempre aggiornate

Tolkien

Harry Potter

stephen king

Dracula

R. R. Martin

Futurismo

BIBLIOFILIA

Occasioni

In Scadenza

Altri articoli sul Blog

Una copertina sconosciuta per “L’orsacchiotto Ninni Puf” di A. A. Milne

Viene segnalata una copertina sconosciuta della prima edizione di “L’orsacchiotto Ninni Puf” (Winnie the Pooh) di Alan A. Milne (Milano, Genio, 1936). Potrebbe trattarsi di una ricopertinatura non annunciata dall’editore o di una edizione pirata.

Harley Davidson: MI PIACCIONO LE PECORE. E MOLTO LE GALLINE di Sergio Talamo RARO libro cult, in asta

Mi piacciono le pecore. E molto le galline (Dieci anni di pubblicità Harley-Davidson), a cura di Sergio Talamo (Milano, Numero Uno, 1995). Veramente un libro cult sul mito Harley-Davidson, attivamente ricercato e spesso in asta raggiunge quotazioni proibitive.

Tamaro, o delle rarità bibliografiche (alla nostra portata)!

Spulciando tra la produzione di Susanna Tamaro, tra preziose edizioni in cofanetto o popolari allegati a Famiglia Cristiana, stavolta ne viene fuori uno spaccato tutto al femminile: la bibliofilia a volte ha bisogno di pause di riflessione, di occhi bendati e di procedere solo dove ci porta il cuore. Articolo di Aldo Lo Presti.

Quando l’Austria aveva il mare: “Editto politico di navigazione mercantile” (1804)

Anche l’Austria ha avuto il mare e a un certo punto ha pensato a una vera e propria flotta mercantile. L’atto ufficiale di questo sforzo militare-mercantile fu la promulgazione di un Editto politico nel 1774.