"Sull'inutilità di certi libri sarebbe utile scrivere un libro"
dalle notizie di oggi...  /  
24 Ottobre 2020

La vendita di “Perché guariremo” di Roberto Speranza è posticipata a data da definirsi: e se fosse che…

Perché guariremo: dai giorni più duri a una nuova idea di salute, di Roberto Speranza (Milano, Feltrinelli, Ottobre 2020)

Con un’uscita ufficiale prevista per giovedì 22 Ottobre, tra venerdì 23 e sabato 24 Ottobre 2020 ha fatto clamore la decisione della Feltrinelli di sospendere la distribuzione e posticipare la vendita dell’ultimo libro sul Covid-19, dal titolo: Perché guariremo, autore il Ministro della Salute Roberto Speranza, le cui copie si dice fossero già arrivate nelle principali librerie del gruppo Feltrinelli, e presso i distributori, in attesa di essere messe in commercio.

Dalla scheda editoriale del libro:

“Quella dell’emergenza Covid-19, che il ministro della Salute Roberto Speranza racconta in questo libro per la prima volta, è una storia che molti credono di conoscere. Ma che ha risvolti più complessi, radici più profonde, e apre scenari più ampi di quanto immaginiamo. Dal fronte di una battaglia che continua e che è destinata a incidere sulla nostra vita ancora a lungo, e a cambiarla per sempre, Speranza non solo racconta, ma spiega una tragedia che, in realtà, viene da molto lontano: da una lunga e sciagurata stagione di tagli che hanno indebolito il Sistema Sanitario Nazionale. Anni di un’ideologia del libero mercato dimostratasi fallimentare e di scelte sbagliate che hanno messo a repentaglio la nostra salute. Quella stagione è finita e il sacrificio del Paese non andrà sprecato. Perché con le possibilità aperte dalla nuova programmazione europea sarà possibile, per la prima volta da decenni, una riforma radicale della sanità fatta non di tagli, ma di investimenti. Una rivoluzione copernicana capace di portare la sanità davvero vicino al cittadino: semplice, efficiente, integrata. Questo libro spiega perché. E spiega come.”

Le note ufficiali: prima la Feltrinelli e poi il Ministro

Una nota di Massimo Pellegrino, il direttore commerciale della Feltrinelli Editore, ha per il momento parlato solo di un “ritardo nella data di messa in vendita“. Scrive ancora Pellegrino: “invitiamo i librai a non rendere il libro, ma a tenerlo nei propri magazzini fino a quando, auspicabilmente in tempi brevissimi, verrà comunicata la nuova data di messa in vendita. Contestualmente verrà accordata una dilazione di pagamento di ulteriori 60 giorni“.
Il comunicato però non si sofferma sulle motivazioni. L’idea che tutti si sono fatta è che il momento sia stato ritenuto inopportuno. Sembra appurato che l’iter di pubblicazione del libro abbia avuto un certo ritardo e che lo slittamento in avanti abbia coinciso con il peggioramento generale della situazione dei contagi nel nostro paese, inaspettato e non in linea con le previsioni sostanzialmente ottimistiche del libro stesso.

In tarda serata di venerdì 23 è intervenuto il portavoce del Ministro, Nicola Del Duce, che, attraverso un comunicato, ha parlato per la prima volta a riguardo delle motivazioni, evidenziando come: “Il libro è stato pensato per aprire un dibattito sul futuro del Servizio Sanitario Nazionale. E i suoi proventi sono destinati alla rete degli Istituti di ricovero e cura a carattere scientifico. Sarà pubblicato quando il Ministro avrà il tempo da dedicare alla sua presentazione. Oggi ogni energia è impegnata nella gestione dell’emergenza“. Spiegazione logica ed attesa.

Tutto chiarito? Sì, ma…

Le posizioni sembrano chiare. Il libro ha avuto un ritardo nella pubblicazione che ha fatto fatalmente coincidere la sua uscita con il critico momento attuale. Siccome il libro nelle intenzioni del Ministro è il cardine di una vasta operazione di sensibilizzazione e raccolta fondi per il suo progetto di ristrutturazione del sistema degli Istituti di ricovero – e visto che al momento lui è impegnato 24 ore sul fronte dell’emergenza – non ha il tempo materiale da dedicare a quelle presentazioni che sarebbero necessarie per una buona riuscita del progetto. Per cui si decide di posticipare l’uscita del libro per non vanificare il bel progetto che c’è dietro.

Da sempre sostengo che il cacciatore di libri, in cerca di “perle rare”, di libri controversi o sfuggiti all’attenzione dei più, debba muoversi anche annusando gli olezzi dei bassifondi, non solo andando “per comunicati ufficiali”, ed ecco che mi vengono in mente alcune cose. È doveroso fare sempre delle ipotesi alternative che spieghino i fatti. Questo non significa crederci fino in fondo. Non significa complottare o cospirare. Non significa andare a caccia di farfalle nel deserto. Le ipotesi improbabili fanno comunque parte del novero del possibile. Improbabile infatti non significa impossibile.

Ecco l’ipotesi. Se il libro in questione contenesse dei passi errati, magari scritti in previsione di una situazione rosea che invece non si sta verificando, ecco che sarebbe politicamente inopportuno metterlo in circolazione. Si offrirebbe il fianco all’opposizione, alle critiche, ai processi sommari. Meglio ristamparlo dopo aver dato una sistematina al testo e far sparire le copie della “chiamiamola così” prima tiratura. Quale sarebbe la comunicazione migliore da tenere se il caso fosse effettivamente questo? Esattamente quella che è stata prodotta. Non si dice che le copie saranno mandate al macero, bensì che saranno tenute ferme negli scatoloni in attesa. Poi, quando più nessuno ne parla, dopo qualche settimana, si dà ordine ai distributori di riprenderle indietro e si sostituiscono con le nuove, apparentemente identiche.

Il caso mi ricorda quello del libro del calciatore dell’Inter Mauro Icardi. Ve lo ricordate? nel 2016, ad una settimana dall’uscita della sua autobiografia, dal titolo Sempre avanti (Milano, Sperling & Kupfer) scoppiò una violenta polemica tra la tifoseria e l’entourage del calciatore a seguito della pubblicazione di alcuni passi considerati minacciosi e intimidatori. Passi nei quali il calciatore minacciava di rappresaglia i tifosi, con frasi molto forti che riporto nella segnalazione che ho dato qui. In quell’articolo io però posi l’accento sul fatto che i comunicati degli editori non vanno presi alla lettera. Non bisogna aspettarsi che eseguano fedelmente i loro propositi. La Sperling & Kupfer, per esempio, all’epoca aveva promesso che con la seconda edizione del libro avrebbe rimosso le pagine 62 e 63 contenenti le frasi incriminate. Ma già dopo qualche settimana gli animi si erano rasserenati e dopo un paio di mesi nessuno parlava più dell’incidente. E non mi risulta che sia mai stata stampata una seconda edizione con le frasi suddette epurate.

Conclusione

Perché il libro di Icardi non fu ristampato? Perché non ce n’era bisogno. Dopo poco tempo, nessuno parlava più della questione. Le polemiche erano cessate, i riflettori puntati altrove. Macerare un’edizione intera e ristamparla ex novo costa un bel mucchio di quattrini. Gli editori hanno un budget. Solo casi di gravità assoluta, di convenienze politiche ben accertate, richiederebbero una misura tanto drastica ed anti-economica.

La conclusione (e il consiglio) è però quella di stare all’erta. Monitorare la situazione. Quando il libro uscirà (si vocifera a dicembre…) bisognerà farsi trovare pronti, acquistarne una copia e dare una controllatina al testo. Se necessario, pagina per pagina. Nel frattempo, procurarsi una copia del libro “ufficialmente” in uscita il 22 Ottobre farebbe comodo, per effettuare un confronto degno di questo nome. Al momento dell’uscita di questa segnalazione il libro non è neppure indicizzato (come se non esistesse) su Amazon, IBS, Mondadori Store, La Feltrinelli, mentre è indicizzato (sebbene non disponibile) su BookDealer.

Aggiornamenti 2020

Nei primi 20 giorni di Novembre 2020 attraverso eBay sono state vendute 10 copie del libro di Roberto Speranza. La copia più a buon mercato a 15 €, mentre la più quotata a 150 €. Nello stesso periodo, circa 8 copie sono state vendute su Comprovendolibri a prezzi oscillanti tra 25 e 45 €. Il prezzo più alto richiesto è stato (su eBay) di 200 €.

Disponibilità del libro (sempre aggiornato)

Perché guariremo: dai giorni più duri a una nuova idea di salute – Autore: Roberto Speranza, Editore: Feltrinelli, 1° tiratura (ritirata dal commercio) ottobre 2020

EUR – prezzo imprecisato
Disponibile su AMAZON
Compralo Subito per: prezzo imprecisato
Compralo Subito

La migliore occasione su eBay

Tag

Aste

sempre aggiornate

Tolkien

Harry Potter

stephen king

Dracula

R. R. Martin

Futurismo

BIBLIOFILIA

Occasioni

In Scadenza

Altri articoli sul Blog

…quando a Piazza Diaz (Milano) presi due “perle” di Goffredo Parise

MILANO MERCATINO DI PIAZZA DIAZ – Periodo: anni 2000/2010. Quando trovai “Il ragazzo morto e le comete” (Neri Pozza, 1951) e “La grande vacanza” (Neri Pozza, 1953) di Goffredo Parise.

“Nuovi casi per il cacciatore di libri” già introvabile? No, tranquilli! Però…

MILANO SALONE DELLA CULTURA – Si segnala che Sabato 19 Gennaio e Domenica 20 Gennaio 2019, presso il tavolo dell’Editore Biblohaus, sarà in vendita una tiratura limitata di “Nuovi casi per il cacciatore di libri” (Edizioni SimOn & Biblohaus),

“Bang Bang; gli altri delitti degli anni di piombo” di Fasanotti e Gandus in bancarella

ROMA PORTA PORTESE Domenica 9 Dicembre 2018. Avvistato “Bang Bang – Gli altri delitti degli anni di piombo – !970-1980” di Pier Mario Fasanotti e Valeria Gandus (Marco Tropea, 2004).

“Botteghe oscure addio” di Miriam Mafai in bancarella

ROMA BANCARELLE DI VIALE TRASTEVERE Martedì 2 Giugno 2020 “Botteghe oscure addio”, di Miriam Mafai (Mondadori, 1996) – l’atto ufficiale di un addio della celebre scrittrice al Partito Comunista Italiano. Un libro che raro non è, ma che non può mancare nella storia degli anni ’90.