"Avete fatto caso che gli unici roghi della storia riguardano libri e streghe?"

 

Il collezionista R. G. mi dà lo spunto per parlare dei libri contro Umberto Bossi e il fenomeno Lega Nord. Stiamo parlando di libri usciti negli anni ’90 del secolo scorso, quando il movimento leghista era una assoluta novità nel contesto politico e Umberto Bossi l’uomo nuovo che tutti imparavano a conoscere.

Citerò sette libri, consapevole di lasciarne indietro molti altri. Ma tanto basta per comprendere un fenomeno di fine secolo e la graffiante satira di piccole edizioni, che un giorno saranno introvabili. Sono tutti disponibili – per il collezionista che volesse formare rapidamente e a basso costo una raccolta interessante.

Il primo titolo in ordine di tempo potrebbe essere I lumbard: ragioni, pretese, spropositi, di Giancarlo Galli (Roma, EBE, 1990). Rimasto in cinque biblioteche italiane.

Brigate rozze: a sud e a nord del senatore Bossi, di Max Ottomani (Napoli, Tullio Pironti, 1992).

Segue Il Bossi pensiero: la prima raccolta di scritti e discorsi per capire chi è e che cosa vuole davvero l’uomo più temuto d’Italia, a cura di Umberto Brindani e Daniele Vimercati (Milano, Panorama-Mondadori, 1993).

Bossoli, il blob della Lega, di Marco Giusti (Roma, Theoria, 1993).

La lega ce l’ha crudo, di Roberto Iacopini e Stefania Bianchi (Milano, Mursia, 1994). Libro dopotutto non inviso dalle biblioteche.

Poi c’è Burino – Doc: questo manuale è dedicato a Umberto Bossi primo nella classifica dei burini-doc, di Renzo Barbieri (Cremona, IGEP, 1995). Forse c’entra qualcosa la Squalo Comics edizioni di Milano? Ad ogni modo il libro non sembra posseduto da biblioteche del nord; ce ne sono tre copie: a Firenze, Roma e Palermo.

Solo la Biblioteca Civica di Varese (in area nord) ospita una copia de Il culto del nordismo nel mito del Bossi-pensiero, ovvero I contropensieri di un sudista milanese, di Benito Pastorelli (Galatina, Congedo, 1997).

Nella galleria fotografica che segue le copertine dei sette volumi sopra accennati:

Ma il più raro è questo

Io, Bossi e la Lega: diario segreto dei miei quattro anni sul Carroccio, di Gianfranco Miglio (Milano, Mondadori, 1994)

D. M. mi fa giustamente notare che probabilmente il pezzo più interessante dei libri su/contro Umberto Bossi è Io, Bossi e la Lega: diario segreto dei miei quattro anni sul Carroccio, di Gianfranco Miglio (Milano, Mondadori, 1994). Una stroncatura politica e personale scritta dallo stesso ideologo della Lega Nord.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Disponibilità dei libri citati (sempre aggiornato)

 

 

Questo sito web partecipa al Programma di affiliazione eBay e potrebbe percepire benefit fornendo collegamenti ai prodotti sui siti regionali di eBay.

Tag

Aste

sempre aggiornate

Tolkien

Harry Potter

stephen king

Dracula

R. R. Martin

Futurismo

BIBLIOFILIA

Occasioni

In Scadenza

Altri articoli sul Blog

Leggere un libro o una storia fa sognare: i perché in 10 punti essenziali

Tutti conosciamo la capacità dei libri di indurre dei veri e propri sogni ad occhi aperti: vediamo dieci punti essenziali per capire il bene che ne deriva per la nostra mente.

“Storie strane e terribili” di Marco Ramperti (Ceschina 1955)

ROMA MERCATINO DI PORTA PORTESE) Domenica 26 Marzo 2023. Su una bancarella avvistato “Storie strane e terribili” di Marco Ramperti (Ceschina, 1955).

Avevate mai visto la copertina de “I denti cariati e la Patria 1966” di Antonio Infantino?

Il Santo Graal per ogni collezionista Beat, il sogno proibito al quale fino ad ora non si riusciva a dare un volto. Ecco la copertina del libro più ricercato degli anni ’60.

“Vetrine negozi italiani” di Bruno Munari (L’Ufficio Moderno, 1961): splendido e raro in asta

Grafica e design degli allestimenti di vetrine e negozi negli anni ’60 a cura di Bruno Munari ed Emilio Bertonati, edito da L’ufficio moderno di Milano. Raro, ricercato e generalmente ben quotato. In asta su Catawiki.

I libri sulla questione Stavisky: scandalo e corruzione nella Francia degli anni ’30

Nella Francia degli anni ’30 i quotidiani riportarono a più riprese le fasi di uno scandalo destinato a scuotere l’intero assetto nazionale. Serge A. Stavisky, uomo d’affari russo, grazie ad un’abilità non comune, era riuscito a creare un impero finanziario fondato sulla frode e sulla corruzione. Vediamo i libri (molto rari) sul caso. Articolo di Alessandro Zontini.