"Avete fatto caso che gli unici roghi della storia riguardano libri e streghe?"

 

Non c’era bisogno di un’altra guerra

 

Il Donbas (o Donbass) [in ucraino Донбас; in russo Донбасс] è un territorio dell’Ucraina orientale, posto al confine con la Russia. Questo territorio è al centro da anni di rivendicazioni russe, basti pensare alle auto-dichiarate Repubblica Popolare di Donetsk e Repubblica Popolare di Lugansk, enti non riconosciuti dalla comunità internazionale.

 

Nella settimana dal 21 febbraio 2022, a seguito di una rapida escalation, preannunciata dall’allerta degli Stati Uniti, si è arrivati allo scontro armato, concretizzatosi Giovedì 24 con un attacco della Russia all’Ucraina da tutti i suoi versanti geografici grazie anche all’appoggio di alleati (come la Bielorussia).

Ovviamente al primo posto dell’attenzione è la salvaguardia della popolazione civile, e in secondo luogo quello dell’avvenire economico e politico dello stato coinvolto.

 

Cosa c’entrano i libri?

Questo blog si occupa di libri e solamente di libri. Non esprimiamo qui giudizi politici, non assumiamo posizioni o schieramenti. Ci chiediamo però quanto debba ancora da soffrire l’umanità dopo gli ultimi due anni di pandemia. E ci domandiamo se questo era il momento per un’azione del genere.

Ma si sa. La vita accade. E non chiede il permesso a nessuno. Per cui l’unica cosa che rimane da fare e prepararci a qualsiasi evenienza. Essere pronti. Non farci prendere alla sprovvista. Qualunque cosa accada.

Prepararsi alla crisi, prepararsi a subire noi stessi – cittadini d’Europa – le conseguenze di un conflitto che non è lontano. Anzi, lo possiamo considerare vicinissimo. Alle porte, sotto le mura delle nostre città fortificate. Delle nostre belle città di cristallo.

 

Pacchi di libri in arrivo dal Donbas!

Non tutto il Donbas vuole ritornare ad essere russo. Gli ucraini si appellano al diritto internazionale. Al sostegno della comunità mondiale. Guardano all’Europa. A noi vicini di casa.

Il cacciatore di libri vuole dare un segno di disgelo. Tendere un ramoscello ideale di pace.

A un libraio della città di Lugansk (nel Donbas) giorni fa ho chiesto di andare all’ufficio postale prima che fosse troppo tardi, prima che i servizi postali e le transazioni commerciali potessero subire interruzioni o sospensioni.

Una decina di libri, spediti singolarmente in pacchi ‘affrescati’ da francobolli ucraini sono stati spediti a Mosca e da qui un contatto me li rispedisce in Italia. All’interno di ogni pacchetto, decorato da timbri postali e francobolli, ci sarà un libro in ucraino. Di poco valore. Il gesto simbolico che – nonostante la guerra, la sofferenza, le privazioni, l’incertezza dell’avvenire – la vita va avanti.

 

E il libro è il ramoscello d’olivo che ho scelto

Poi pubblicherò le foto, vedrete i pacchi arrivati sul tavolo del mio studio. Se qualcuno di voi può ospitarli per una mostra, in margine a un dibattito sulla pace, sarò ben lieto di consegnarli.

Se un museo volesse adottarli, sarei altresì felice.

Vi terrò aggiornati su questa stessa pagina. Tornate a farmi visita.

 

 

 

Questo sito web partecipa al Programma di affiliazione eBay e potrebbe percepire benefit fornendo collegamenti ai prodotti sui siti regionali di eBay.

Tag

Aste

sempre aggiornate

Tolkien

Harry Potter

stephen king

Dracula

R. R. Martin

Futurismo

BIBLIOFILIA

Occasioni

In Scadenza

Altri articoli sul Blog

Volge al termine il “Salone del libro” (della Cultura) di Milano

Volge al termine una brillante edizione di quello che un tempo era conosciuto come il "Salone del libro usato" di Milano e che oggi viene ufficialmente definito Salone della Cultura. A seguire la galleria dello stand espositivo di Biblohaus ed ES (Edizioni SimOn)....

17-23 Marzo 2020: questa settimana i lettori hanno cercato…

Molti i libri cercati sul blog: tra cui Il tunnel della libertà, di Ellen Sesta – Guida a Ufo, Spazio 1999, di Chris Drake – La benda sugli occhi, di Giulio Gaglione – Il foro Mussolini, a cura della Opera Nazionale Balilla – Lo Hobbit annotato, di J. R. R. Tolkien – L’ inganno della notte, di Elisa S. Amore…

Pinocchio di Zingone 1931. Roma. La storia di Pinocchio in Poesia. Introvabile

Molto raro, ai limiti dell’introvabile; presente solo nella Biblioteca del Centro APICE di Milano.

Sessanta piccoli libri indiani

Il pittore orvietano Giuseppe Brocchi fu ‘sconfitto’ dagli inglesi in Africa (conflitto del 1935-1936), deportato a Yol in India (distretto di Kangra, nello stato federato dell’Himachal Pradesh), dove trascorse un lungo periodo nel campo n. 27. Da un quadernetto si è recuperata la lista di lettura, il progetto di una piccola biblioteca personale. Articolo di Aldo Lo Presti.

“Come funziona la dittatura fascista” di Gaetano Salvemini (New York, Il Martello, 1926): rarissimo!

“Come funziona la dittatura fascista” (1926) di Gaetano Salvemini fu ovviamente sottoposto a censura in Italia e messo al bando. Ne rimangono pochissime copie, in quanto un gran numero di esse subì la sorte del macero e della distruzione sistematica.