"Avete fatto caso che gli unici roghi della storia riguardano libri e streghe?"

 

Lo stato totalitario, di Vittorio Zincone (Roma, Faro, 1947).

 

Lo stato totalitario” di Vittorio Zincone, pubblicato in prima edizione nel 1947, affronta il tema dei regimi totalitari che hanno caratterizzato il XX secolo, concentrandosi sui meccanismi e le caratteristiche comuni di tali regimi.

Zincone esplora la natura e le dinamiche dei totalitarismi, concentrandosi principalmente sul concetto di dominio totale e pervasivo dello Stato sulla società. Il libro analizza i tratti distintivi dei regimi totalitari, come il controllo del partito unico, il fanatismo ideologico di massa e l’utilizzo dei mezzi organizzativi, tecnologici e comunicativi per il raggiungimento del dominio assoluto sulla società.

Questa opera di Zincone è stata considerata pioneristica nel suo campo e ha contribuito all’evoluzione degli studi sul totalitarismo. Il libro offre una riflessione approfondita e critica su questi regimi, offrendo ai lettori una migliore comprensione dei loro meccanismi e delle loro conseguenze per la società.

 

 

 

Vittorio Zincone politico…

Vittorio Zincone, nato il 30 aprile 1911 a Sora e deceduto il 10 marzo 1968 a Roma, è stato un giornalista e politico italiano, nonché esponente di spicco del Partito Liberale Italiano. La sua figura si è distinta per il suo impegno politico e la sua carriera giornalistica di successo.

Dopo aver conseguito la laurea in Giurisprudenza e Scienze Politiche, Zincone si affacciò alla politica diventando consigliere comunale di Roma per il PLI. Dal 1963 al 1968, svolse il ruolo di deputato per il medesimo partito, portando avanti le sue idee e lavorando attivamente per rappresentare i cittadini italiani.

Negli anni ’50 e ’60, Zincone fu membro degli organi direttivi del Partito Liberale Italiano, distinguendosi per le sue posizioni tendenzialmente di destra. La sua esperienza politica e il suo talento lo resero una figura riconosciuta e rispettata all’interno del partito.

 

…e giornalista

Ma Zincone non fu solamente un politico di successo. La sua carriera giornalistica meritò altrettanta ammirazione. Fu condirettore del periodico “Risorgimento Liberale” e direttore de “Il Resto del Carlino” a Bologna e vice direttore de “Il Tempo” a Roma. La sua passione per il giornalismo gli permise di contribuire attivamente alla diffusione delle notizie e alla formazione dell’opinione pubblica.

Non si può ignorare il suo ruolo di presidente dell’Associazione Stampa Romana a partire dal 1958. Durante la sua presidenza, si adoperò per promuovere la libertà di stampa e garantire il diritto dei giornalisti ad agire in modo indipendente, valorizzando così una delle fondamentali istituzioni democratiche.

Zincone ha anche dato un contributo significativo al dibattito politico ed editoriale attraverso le sue opere scritte. Tra le opere di rilievo si possono citare “Ragionamenti sulla politica dei prezzi” del 1940 e “Lo Stato totalitario” del 1947, ristampato nel 1999. Questi saggi riflettono l’intelletto analitico e il pensiero critico di Zincone sulla società e sul sistema politico dell’epoca. Tra le altre sue opere, ricordiamo brevemente: Il problema demografico (Perugia-Roma, Battaglie fasciste, senza data), La politica degli impianti industriali (Rocca San Casciano, Cappelli, 1938), Il problema del meticciato (Roma, Stabilimento Tipografico Europa, 1938 circa), Nuovi studi sull’autarchia (Rocca San Casciano, Cappelli, 1939 circa).

Vittorio Zincone è stato un uomo che ha dedicato la sua vita alla politica e al giornalismo, lasciando un’impronta indelebile tra coloro che lo conobbero e lavorarono con lui.

 

 

Disponibilità del libro (sempre aggiornato)

 

 

Su AMAZON (ristampa del 1999)

 

 

Questo sito web partecipa al Programma di affiliazione eBay e potrebbe percepire benefit fornendo collegamenti ai prodotti sui siti regionali di eBay.

Tag

Aste

sempre aggiornate

Tolkien

Harry Potter

stephen king

Dracula

R. R. Martin

Futurismo

BIBLIOFILIA

Occasioni

In Scadenza

Altri articoli sul Blog

Un altro libro che aveva previsto la pandemia del 2020: “Rapporto della CIA” di Alexandre Adler (Gremese, 2009)

Spunta un altro saggio di politica globale (e cospirazionismo) che – tra i vari scenari – già nel 2005 (l’edizione italiana arriverà nel 2009) prevedeva che l’anno 2020 sarebbe stato un anno di svolta, e già si parlava di una pandemia…

CESENA: C’ERA UNA VOLTA IL LIBRO Sabato 18 e Domenica 19 Febbraio 2023: la Fiera entra nel vivo

Ore 13 – Cosa stiamo vedendo in giro? libro scandalo di Michael Jackson sulle accuse infamanti al re del pop: sia l’edizione in inglese che quella in spagnolo: entrambe al limite dell’introvabilità. Noi di Zamjatin, uno dei più grandio romanzi distopici, anticipatore di Orwell e del suo Grande Fratello in 1984. Le angosce di Satana, la prima edizione italiana del romanzo culto della scrittrice vittorinaa Marie Corelli, la rivale di Bram Stoker. Le lacrime del pagliaccio, il primo e quasi sconosciuto romanzo di Maurizio De Giovanni. Nessuno ce l’ha in collezione: Identificazione. Per una mostra che non c’è mai stata e il caso Cassetti. I due libri (ma in realtà tre) di Gino Armuzzi, il Charles Bukowski italiano. Il libro della beffa di Elena Ceausescu.

Due titoli per gli appassionati di aerei e simulazione strategica al mercatino

MILANO FIERA DI SINIGAGLIA Sabato 3 Febbraio 2024 Avvistati “I giochi di simulazione strategica: guida completa”, di Nicholas Palmer (Mursia, 1981) e “Combattimenti aerei in miniatura”, di Mike Spick (Mursia, 1980); rari e ricercati dagli appassionati di settore.

I primi libri spagnoli sugli UFO (anni ’50): pezzi da museo!

Una carrellata dei primi libri sugli UFO e sui dischi volanti stampati in Spagna negli anni ’50 e ’60, all’esordio della problematica ufologica con particolare riguardo alle opere di Fernando Sesma.

Due parole su un libro controverso: “America’s Secrets Establishment” di Antony C. Sutton

Un libro che svela i segreti inconfessabili della congrega della Yale University denominata “Skull & Bones”, che secondo i bene informati deterrebbe i destini del mondo, esercitando un controllo totale sulla politica e sull’economia. Esce l’edizione francese in edizione limitata di 500 copie.