"Ogni libro par che dorma, eppur sua è ogni orma"
Occasioni | sotto Natale  /  
20 Dicembre 2020

Meravigliosa edizione pirata delle “Ultime lettere di Jacopo Ortis” di Ugo Foscolo (1802) in asta

 

Ultime lettere di Jacopo Ortis, di [Ugo Foscolo] ([Milano?], 1802).

 

L’esemplare in asta su Catawiki – l’asta chiude alle h. 21:04 circa del 23 dicembre 2020.

 

L’edizione qui segnalata

Si tratta di una delle molteplici edizioni pirata – non autorizzate – del primo romanzo epistolare della letteratura italiana. Ultime lettere di Jacopo Ortis ha avuto una genesi così tormentata che le edizioni che si sono susseguite hanno reso necessari studi specifici, ai quali si rimanda il lettore e lo studioso che volessero averne una visione completa (e comunque mai completamente esaustiva).

Dalla scheda del venditore:

Ultime Lettere di Jacopo Ortis di Ugo Foscolo in una delle sue edizioni pirata del 1802 di cui viene nascosto l’editore. All’interno dell’opera è presente una bellissima incisione in antiporta con l’effigie di Ugo Foscolo, senza indicazione circa l’autore della calcografia. Condizioni: il volume si presenta in ottime condizioni generali e senza particolari difetti se non per qualche leggero segno di usura.

L’opera è così composta: IV pagine non numerate, 187 pagine numerate.

 

 

Due righe di storia editoriale di questo romanzo

In estrema sintesi, la prima edizione autorizzata del romanzo è Ultime lettere di Jacopo Ortis, di Ugo Foscolo (Milano, Stamperia e Fonderia al Genio Tipografico, 1802). Con ritratto sull’antiporta firmato dall’artista Gioanni Boggi.

Però le prime a circolare sono state due edizioni pirata (rispettivamente nel 1798 e 1799): Ultime lettere di Jacopo Ortis, di [Ugo Foscolo] (Bologna, Jacopo Marsigli, 1798); e Vera storia di due amanti infelici ossia Ultime lettere di Jacopo Ortis, di [Ugo Foscolo] (Bologna, Jacopo Marsigli, 1799). Entrambe le edizioni non riportano dati editoriali né tantomeno il nome dell’autore. Per qualsiasi delucidazione in merito a tali attribuzioni fa comunemente fede il lavoro Edizione nazionale delle opere di Ugo Foscolo. Vol: IV, Ultime lettere di Jacopo Ortis, edizione critica a cura di Giovanni Gambarin. Firenze, 1970.

 

 

 

 

Tag

Aste

sempre aggiornate

Tolkien

Harry Potter

stephen king

Dracula

R. R. Martin

Futurismo

BIBLIOFILIA

Occasioni

In Scadenza

Altri articoli sul Blog

Libro di propaganda fascista per bambini italiani residenti all’estero: “Italia dall’A alla Z” di Fraschetti & Testi (1936)

“Italia dall’A alla Z”, di Vincenzo Fraschetti (poesie); Carlo Testi (illustrazioni) (Officine dell’istituto geografico De Agostini, 1936); questo libro era destinato specificamente ai bambini italiani residenti all’estero per indottrinarli nella forza e nelle glorie del governo fascista di Mussolini.

“Il primo libro delle fiabe” (Editrice Boschi): scusate, ma che libro è?

In asta su eBay un libro di fiabe della Editrice Boschi di Milano (anni ’60 – ’70), prima uscita di una collana che non ebbe seguito, sprovvisto anche al sistema bibliotecario. Pezzo raro.

Un pezzo raro di fantapolitica in asta per pochi euro: il famoso “5 anni di governo Togliatti” (1953)

Un raro opuscolo di fantapolitica degli anni ’50, dove l’anonimo autore ventila l’ipotesi (mai verificatasi) di un Governo Togliatti con conseguenze disastrose per l’Italia, con attentati politici, morti misteriose di figure di primo piano, fino allo scioglimento della Repubblica nel 1953 quando l’Italia entra nell’orbita sovietica.

Il libro più importante sul caso J. F. K. purtroppo non si trova più!

Risulta introvabile il libro più importante uscito sul caso J.F.K, scritto da Diego Verdegiglio nel 1998, dal titolo: “Ecco chi ha ucciso John Kennedy” (Mancuso Editore); tutte le copie sembrano volatilizzate…

“Fiabe della buona notte politicamente corrette” di James Finn Garner: sembra scritto oggi!

ROMA PORTA PORTESE Domenica 14 Giugno 2020 “Fiabe della buona notte politicamente corrette”, di James Finn Garner (Frassinelli, 1994), un libro di eccezionale attualità e di crescente interesse sul tema del politicamente corretto, affrontato in maniera ironica e dissacrante.