"non esiste l'ultimo libro, ma solo il più recente"

Segnalazione Flash

Un “matto” che ha cominciato disegnando le copertine di Bat Star e Agente Segreto X9

Il matto in casa, di Pippo Franco (Roma, Editoriale due i, 1981)

Pippo Franco è un volto notissimo della televisione, del cinema e del teatro italiani. Nato a Roma nel 1940, ha svolto molteplici attività in ambito artistico (ebbe come maestro Renato Guttuso) prima di arrivare al successo. Negli anni ’60, per esempio, avendo sposato Laura Troschel (1944-2016), nipote di Giuseppe Spada – neo-editore di fumetti – fu coinvolto nei programmi della casa editrice appena nata.

Di lui va ricordato il primo libro, ormai si è fatto davvero raro, che è: Il matto in casa, di Pippo Franco (Roma, Editoriale due i, 1981). La Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze sbaglia addirittura il titolo nella scheda (“Il mattino in casa”).

Ma che c’entrano i fumetti?

Beh, è presto detto! La Fratelli Spada, di un Giuseppe Spada che da stampatore della storica Nerbini di Firenze, diventa a sua volta editore, a cavallo fra il 1962 e il 1963 è uno snodo cruciale. Il neo-editore rileva dunque molto materiale e molte collane iniziate dal suo precedessore. Arrivarono così idee e spunti che però Spada fece propri, con trovate geniali. In particolare qui si allude agli Albi dell’Avventuroso.

Si allude a Bat Star, per esempio, che in realtà era il “vecchio” Brick Bradford, creato da William Ritt e Clarence Gray negli anni ’30, un fumetto affascinante ma sfortunato (uscì nell’epoca di Flash Gordon).

E si allude all’Agente Segreto X9, infine, forse più noto al grande pubblico e anch’egli parto della brillante penna di Alex Raymond, e a cui Nerbini aveva già dedicato collane. Giuseppe Spada gli infuse nuova linfa creando delle storie più attuali e drammatiche, cercando di andare incontro ai gusti dei “nuovi tempi”.

Le copertine sono sempre state il biglietto da visita necessario e obbligatorio sia per gli albi che per le strisce. Ci volevano artisti in grado di imprimere, in un disegno ben riuscito, tutte le aspettative di un pubblico che si faceva di anno in anno sempre più esigente e smaliziato. Il delicato lavoro fu assegnato a Germano Ferri, a Mario Caria, di consolidata esperienza, e a un sorprenderete… Pippo Franco.

Sono andato a cercare su eBay qualche suo lavoro (facile: si firmava “Pippo65“). Tratto veramente notevole per un venticinquenne alla prima esperienza nel settore. Era il 1965. Atmosfere da giungla misteriosa, da spionaggio internazionale, con quell’azione che James Bond già stava mettendo sul grande schermo.  Aguzzate la vista, cercate la firma!

 

Qualche albo con copertina di Pippo Franco su eBay (sempre aggiornato)

 

 

 

 

Tag

Aste

sempre aggiornate

Tolkien

Harry Potter

stephen king

Dracula

R. R. Martin

Futurismo

BIBLIOFILIA

Occasioni

In Scadenza

Altri articoli sul Blog

Esce “L’amore dei libri” di Jules Janin – prima edizione in italiano di un classico riscoperto della bibliofilia francese

Prima edizione con traduzione italiana dell’opera del critico francese Jules Janin (1804-1874); pubblicata precedentemente su rivista ed opuscolo (seconda metà dell’Ottocento); il saggio è in forma di lettera ad un giovane amico, a cui fornisce consigli per allestire la propria biblioteca, ed è quindi dedicata alla “passione per i libri”.

Eccola finalmente al completo: il ciclo di Ardo l’Entusiasta!

Una delle trilogie più rare e ambite dai collezionisti nell’ambito della cosiddetta Protofantascienza italiana è quella del “Ciclo di Ardo l’Entusiasta” di Mario Viscardini. Recentemente un grande collezionista di genere fantastico ha annunciato su Facebook di aver completato l’elusivo trittico.

Due copie del raro “Villa Incognito” di Tom Robbins

Molto difficile imbattersi in una copia di “Villa Incognito” di Tom Robbins, libro che è stato avidamente ricercato in un intervallo di anni durante i quali non sono usciti libri in italiano di questo autore.

Volete conoscere bene Giampiero Mughini? Allora dovete essere amici di Biblohaus…

Stampate solo 20 copie della plaquette “Giampiero Mughini: l’homme à papier”, di Massimo Gatta (Biblohaus, 2020), ritratto di un bibliofilo scritto da chi lo conosce bene – ma non sarà facile averne una copia!

In asta un’opera d’arte: poesie di Srečko Kosovel e tavole di Lojze Spacal

Raro e ricercato: in asta libro a fogli sciolti contenente 14 cartelle con poesie di Srečko Kosovel accompagnate da 14 tavole xilografiche a colori di Lojze Spacal.